mercoledì 28 gennaio 2015

DUE VARIANTI DI ME di Dani Atkins


Questa è la recensione di un libro diverso da tutto quello che potete immaginare, una storia che toglie il fiato e solo una volta letta anche l'ultima parola può essere compresa fino in fondo.



AUTORE: DANY ATKINS

TITOLO: DUE VARIANTI DI ME

GENERE: NARRATIVA CONTEMPORANEA


CASA EDITRICE: FABBRI

TRAMA
Cosa faresti se il destino ti offrisse una seconda possibilità? Rachel ha vent'anni, amici meravigliosi e tutto il futuro davanti. In tasca, la lettera di ammissione alla più prestigiosa scuola di giornalismo inglese. Poi, una terribile disgrazia. E due vite diverse che l'aspettano. Cinque anni più tardi... Per la prima volta da quella notte fatale, Rachel sta tornando nel paesino in cui è cresciuta. Sul volto ha una cicatrice, a ricordarle in ogni istante il segno indelebile dell'incidente che ha infranto i suoi sogni e le ha portato via il suo migliore amico. Ma quando per una caduta banale batte la testa e si risveglia in ospedale, tutto intorno a lei è cambiato. È come se il suo mondo, dal momento dell'incidente, avesse preso un binario diverso. Ora ha il lavoro che ha sempre desiderato, un elegante appartamento a Londra, e il suo migliore amico è li, accanto a lei. Sarebbe bellissimo se l'orologio fosse tornato indietro. Ma la vita non funziona in questo modo... o si?








RECENSIONE

Due varianti di me di Dani Atkins è un libro stand alone edito da Fabbri.

Quello che mi aspettavo da questo libro è proprio quello che dice il titolo : "Due varianti di me", cioe' l'occasione di conoscere due vite parallele, due possibilità per una sola persona. Cioè il modificarsi del nostro destino al cambiamento di nostre piccolissime azioni o comportamenti. 




In pratica il mio pensiero è andato immediatamente al celebre film “sliding doors” ( che tra l'altro io ho amato alla follia proprio per l’originale idea di fondo), è, verso i due terzi del libro che si comprende che l’idea dell’autrice se pur, inizialmente simile, si sia sviluppata poi, in modo molto differente come contenuto. 
Nel film, si vede come la vita della protagonista, possa continuare in modo apparentemente differente a seconda se sia riuscita a salire su di un treno o meno. 
Nel libro, alla fine, non esiste una causa esterna che possa condizionare lo svolgersi di una vita, il fulcro è l’anima di Rachel, i suoi sentimenti più veri e profondi, che prepotentemente vogliono manifestarsi e “chiudere il cerchio” come si dice.
E’ un esordio per Dani Atkins di tutto rispetto. La scrittura è fluida e frizzante, i personaggi sono credibili nella loro semplicità, e, in alcuni passaggi, ma non mancano parti di imprevisto che tengono, il lettore sulle spine, con il desiderio di continuare la lettura fino a dubbi e domande risolti.
E' difficilissimo parlare di questo libro senza svelare il finale, che non puo' e non deve essere svelato in quanto fulcro di tutta la storia.




Al termine, tutto è chiaro, tutto si comprende, tutte le domande irrisolte che la lettura fa scaturire volutamente nella mente del lettore, trovano ragione d’essere e risposta, dolcemente con emozione, non senza commozione.
Nonostante l’argomento “amore” sia il punto centrale e motore di tantissimi romanzi in questo libro colpisce la purezza del sentimento e l’ineluttabilità del destino.
Di più non posso sbilanciarmi per evitare di rovinarvi il finale e quindi in questo caso l'intera narrazione.
Non lasciatevi sfuggire questo libro, è veramente fuori dagli schemi classici, e regala veramente grandi emozioni.
By Cate

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...