sabato 10 gennaio 2015

RECENSIONE: IL DONO DELLA FELICITÀ di SARA PURPURA



Salve ragazze, anche oggi ci occupiamo di un Self Publishing tutto italiano, l'autrice, Sara Purpura, non è al suo primo libro ma con me, ahimè, non è riuscita nell'intento. Vi lascio alla recensione.

TITOLO: IL DONO DELLA FELICITÀ

AUTORE: SARA PURPURA

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

CASA EDITRICE: SELF PUBLISHING

DATA D'USCITA: 17 NOVEMBRE 2014

Lucy ha davanti a sé un futuro radioso come socio del prestigioso studio legale fondato dal padre. Derek vive nell’oscurità e nella rabbia, da quando quest'ultimo l’ha privato degli affetti più cari. Ferire Lucy gli appare la giusta vendetta nei confronti dell’uomo che gli ha distrutto la vita. Con il proposito di esorcizzare il passato e trovare pace, il suo intento sarà avvicinarla e portare a termine il suo piano. A volte, però, tutto può accadere. Può succedere che un risentimento e un'idea di vendetta, si annullino di fronte al prodigio dell'amore e, che l'arroganza di un uomo s’inchini al volere della coscienza. Può succedere, infine, che due anime s’incontrino ignorando di essere predestinate da una vita e cedano al richiamo della passione. Nessun piano può essere seguito alla lettera se a sconvolgerlo è il cuore. Una storia che vi farà credere ancora nella magia dell'amore e nel miracolo più grande che esso possa compiere.




** SPOILER ALERT ** È il primo libro che leggo di questa "autrice", scelto per due motivi, le fantastiche recensioni e la narrazione alternata. Io adoro i romanzi a due voci, ho pensato quindi di andare sul sicuro.
Ora premetto che questa è la mia personale opinione sul libro, che il libro è scritto, tutto sommato, senza errori degni di nota, ma i lati positivi a mio avviso finiscono qui.
Una noia mortale ti perseguita per tutto il libro.
Riassumo brevemente quello che si può riassumere, in quanto la storia è alquanto banale e a tratti confusa e fumosa, quindi non vi preoccupate perché non credo che ci capirete molto... spero di spoilerare solo parti trascurabili, anche se purtroppo a mio avviso è tutto trascurabile in questo libro, e quindi troverete poco più se lo leggete.
Sono circa 180 pagine, una buona prima parte la passiamo parlando di Lucy, il suo amore per le piante, i suoi acquisti in questo campo, le sue piantagioni in terrazzo e così via, vabbè diciamo che la passione è passione, e andiamo avanti.
Ci presentano a questo punto l'elemento fantasy, una fioraia Egiziana, che, ci vogliono far pensare, abbia doni propiziatori a tratti magici e che regala alla protagonista una Mandragora, pianta magica che aiuterà la protagonista a trovare il vero amore, ci stava bene, va molto adesso questa cosa. Qui c'è la pianta magica , in altri collanine magiche... ma passiamo oltre.

La protagonista, Lucy appunto, è un'affermatissimo e fantastico avvocato, bellissima naturalmente, che pur lavorando nello studio del padre, si è sudata la sua posizione. Mai perso una causa in vita sua e per questo sta per diventare socia dello studio.
Lui, Derek, protagonista maschile è una figura un po' indistinta, si capisce solo che è bellissimo e che si vuole vendicare, di un fatto non meglio identificato accadutogli in passato, e lei dovrebbe essere la sua vendetta il suo riscatto. Quindi la pedina, la controlla sotto casa, fino a quando si palesa.
Incontro tra i due.... ho quasi i brividi... per l'eccitazione naturalmente.
Premetto che lei, naturalmente, oltre ad essere intelligentissima-bellissima-affermatissima-ingambissima-strafighissima, è anche molto impegnata socialmente. Insomma Lucy con la sua batmobile, regalatale per la sua bravura come avvocato, dal padre capo dello studio, ma attenzione, non perché lei era la figlia, ma per grandi meriti lavorativi.... (lo so sono prolissa) si reca in una delle zone più disagiate della città per servire alla mensa dei poveri. Li durante una pausa i due si incontrano.... e mamma mia... scintille è dire poco... lei lo scambia per un senzatetto e lo invita a rifocillarsi, ma lui ringrazia e se ne va.
Signore be' da quel momento per Lucy è amore ma Amore con l'A maiuscola... attenzione non passione, libidine, proprio amore, ma quell'amore che non la fa più ragionare, si distrae su lavoro, non.mangia.più. Insomma proprio colpo di fulmine.
Anche lui non scherza, ma non può cedere, ebbe' si deve vendicare.... di che??? come??? Be' non ci sperate, perché come non lo sapremo mai... di che ne avremo qualche accenno sul finire un po' fumoso, ma insomma.
Che altro dire, non molto altro... non si sa a mio avviso se ridere, o piangere perché non vedi l'ora che il libro finisca.
Finale... L'apoteosi... Loro si baciano in un bar e la gente fischia e applaude... ODDDIOOOOO MA CHE ORIGINALITÀ, MAI VISTA UNA SCENA DEL GENERE, SIIIII.
Insomma stringiamo, lo capisco sono peggio del libro, facevate prima a leggerlo, una mia conoscente di sicuro. Concludo dicendo che i personaggi non sono per nulla disegnati psicologicamente, pur essendo un libro a punti di vista alternati non sai nulla di loro, devo dire che non te ne frega neanche a dirla tutta, quindi forse l'ha fatto per quello.
Il racconto è appena abbozzato, scontato, banale, inutile, che altro dire... Verso la fine c'è qualche paginetta in cui pensi, evvai forse cambia registro, ma quando guardi il numero di pagine rimanenti ti accorgi che è impossibile... e il miraggio cessa subito...
Signora SCRITTORA (licenza poetica) IL PIANO DI DEREK QUAL 
È????????? La prego mi risponda, MA ANCHE NO....
Volevo specificare che non sono un critico letterario, ma solo una gran lettrice, e mi scuso fin d'ora se ho offeso qualcuno, non era mia intenzione, d'altronde è solo il mio giudizio, prendetelo per quello che è.... Ma non augurerei neanche al mio peggior nemico di ritrovarsi su un'isola deserta con solo questo libro come compagno. ;)


Link d'acquisto:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...