martedì 21 aprile 2015

RECENSIONE: SENZA LIMITI "Tristan & Danika #2" di R.K. LILLEY


Sera ragazze, la recensione di stasera è sul secondo volume di Tristan & Danika di R.K. Lilley, tornano alla grande con il seguito della loro storia very very hot, non vi resta che scoprirne di più con la nostra recensione.

TITOLO: SENZA LIMITI

SERIE: TRISTAN E DANIKA #2

AUTORE: R.K. LILLEY

GENERE: EROTIC ROMANCE


CASA EDITRICE: SELF PUBLISHING

DATA D'USCITA: 14 APRILE 2015


Tristan & Danika series:   
ANTEPRIMA
1. Cose pericolose RECENSIONE 24/02/2015
2. Senza limiti 14/04/2015
3. Il prezzo dell'amore RECENSIONE 08/12/2015




Il loro amore aveva la forza di un treno lanciato in una corsa senza controllo e il potenziale per essere altrettanto distruttivo.
Il seguito tempestoso di Cose Pericolose riprende proprio da dove avevamo lasciato i protagonisti: colpiti da un'enorme perdita, Tristan e Danika lottano per raccogliere nuovamente i pezzi e costruire una vita insieme, ma le brutte abitudini sono dure a morire e difficili da rifuggire...
Senza Limiti ci accompagna attraverso il doppio punto di vista, in un viaggio attraverso la dipendenza e il desiderio, l'amore e l'agonia e risponde alla domanda sorta alla presentazione dei due personaggi all'interno di Coi Piedi per Terra: cos'è successo fra Tristan e Danika?”
DANIKA
Nemmeno l'amore poteva attenuare una caduta come la nostra. Ciò che provavo per Tristan era talmente immenso da consumarmi ma anche così, non bastò a sopraffare l'unione dei nostri demoni.
Lottai. Gridai e piansi, graffiai e calciai. Diedi tutta me stessa ma anche il guerriero più determinato deve fermarsi prima di arrivare al punto di rottura. Nessuno poteva affermare che non avessi lottato per lui.
«Ti amo anch'io» mormorai dolcemente al suo orecchio. Lui mi strinse con maggior forza.
«Non posso perderti, Danika, mai. Non sopravvivrei.»
«Sono tua e non me ne andrò. Mai.»
Ero sincera quando pronunciai quelle parole, ma la vita aveva altri progetti per noi. Io ero una combattente per natura e nessuno avrebbe potuto dire che non mi ero battuta per noi.
Avrei dato la vita in quella lotta.
In realtà fu ciò che quasi capitò.
TRISTAN
Era lei… Se mai avevo avuto dubbi, ora erano svaniti: era colei alla quale avrei pensato e desiderato fino al mio ultimo respiro. Se il giorno dopo l'avessi persa, avrei passato il tempo a struggermi. Era quel genere di amore che trovavi una sola volta nella vita.



** SPOILER ALERT ** Secondo libro della serie "Tristan & Danika" Senza Limiti.
Come già detto nella recensione del primo libro (RECENSIONE) questa trilogia può essere letta a sé stante oppure come cross-over con la serie "Fra le nuvole".
Infatti, l'azione si svolge qualche anno prima.
Si tratta di un Self Publishing non italiano.
Ero consapevole che leggere "Senza Limiti" sarebbe stato difficile e faticoso, ma non ero preparata a tanto.
Per quanto tentassi di distaccarmi dalla vicenda, sono stata travolta dalle intense emozioni dei protagonisti, dalle loro sventure e, devo ammettere, anche da una rabbia infinita.
I due amanti sono destinati a stare insieme, ma lacerati dalle circostanze si fanno travolgere dagli eventi... Bè, devo ammettere che la storia mi ha procurato frustrazione e rabbia.
Tanta, tantissima rabbia per la loro incapacità di reagire.
Il loro amore è caldo, intenso, esplosivo, ma anche tossico, letale e catastrofico.
Quindi la mia domanda per tutto il libro è stata "Vale la pena perseguire un amore che per quanto intenso ricade nell'autodistruzione e nell'ossessione?!?" Non so, anzi io lo saprei, per me la risposta è no ma capisco che non tutti siamo uguali.
Il personaggio di Tristan è una contraddizione assoluta. E' un concentrato di energia, forte fisicamente, carismatico eppure così emotivamente debole, a tratti direi infantile e il suo amore per Danika è assoluto e incondizionato.
Tristan diviene man mano sempre più schiavo delle sue dipendenze che alla fine lo consumano e ne offuscano le caratteristiche che lo rendevano così speciale. Per quanto lui la ami, è profondamente egoista. E più sono insieme, più il loro rapporto diventa malato.




L'anima di Tristan sprofonda nel buio, lui è costantemente tormentato dai demoni che affliggono il suo passato. Si è perso in un circolo vizioso di droghe e alcool, prende decisioni sbagliate che lo portano all'autodistruzione annientando Danika lungo la strada.
Ci sono tante cose che mi hanno provato in questo libro, ma un aspetto più di altri mi è risultato veramente difficile da digerire e cioè quando i due protagonisti cercano di risolvere i loro problemi facendo dei figli. 
A un certo punto Tristan, in un attimo di lucidità da droghe e alcool tira fuori lo sbrillocco per Danika e gli chiede di sposarlo e le dice che vorrebbe tanto avere un figlio da lei. Lui era perennemente fatto, e Danika furbaaaaa, pur conscia di tutto ciò gli si lancia al collo felice, e anzi, non vede l'ora che il lieto evento accada. Interrompendo l'uso dell'anticoncezionale prima di subito, trovano il modo per darci sotto più di prima (se questo è possibile) al fine di raggiungere il loro obiettivo. Ora io dico, benedetta figliola, tutto va bene, rotolatici tutto il giorno tra le lenzuola o dove più ti aggrada, ma perchè coinvolgere in tutto ciò un povero innocente?!? Mi dispiace, ma questa cosa proprio non riesco a mandarla giù.
Quest'uomo è veramente un concentrato di sfiga che si ripercuote su chiunque abbia la sfortuna di trovarsi nelle vicinanze, a un certo punto ho pensato che il libro sarebbe finito per mancanza di interpreti... un vero sterminio. 
Con il tempo, Tristan ritorna in sé, dopo aver creato danni per quattro vite consecutive, ma è troppo tardi. Ha causato troppo dolore a Danika, che è costretta ad allontanarsi e salvare quel poco che è rimasto, con una vita spezzata e il cuore infranto.
Lei è uno personaggi femminili più forti che ho incontrato, tuttavia, avrei voluto molto di più da lei... avevo bisogno di vedere il suo scatenarsi e il dimostrare a Tristan esattamente quanto tormento e sofferenza le aveva causato, fisicamente ed emotivamente.




Il loro amore è tragico e velenoso. Speriamo che Danika ottenga soddisfazione in Il prezzo dell'amore perché questa volta la Lilley rischia di trovarmi sotto casa.
Il libro è veramente ben scritto o ben tradotto o entrambe le cose, quindi complimenti. È un romanzo emotivamente coinvolgente e una storia d'amore straziante. 
A volte non riuscivo ad andare avanti con la lettura perché ne ero troppo coinvolta e ho avuto veramente bisogno di confrontarmi ma soprattutto tirare fuori la rabbia che le scene di volta in volta mi procuravano, e per questo ringrazio le persone del mio gruppo di lettura che mi hanno sopportato nelle mie elucubrazioni e nei commenti molto coloriti che mi uscivano di quando in quando.





Nel finale non c'è un vero cliffhanger, possiamo dire sia digeribile anche se, a mio avviso, non accettabile.
R.K. io spero che tu ti metta una mano sulla coscienza e faccia passare le pene dell'inferno a colui che reputo unico responsabile di tutta questa sofferenza, secondo me, per riscattarsi dovrebbe come minimo salvare il mondo ma sono consapevole che non andrà così, quindi me ne farò una ragione.
Ma ricordate, secondo me il lupo perde il pelo ma non il vizio.
Che aggiungere... LEGGETELOOO... veramente tanta roba.



Se ti è piaciuto questo post clicca su

Link acquisto Amazon


Clicca sull'immagine per leggere la RECENSIONE corrispondente

7 commenti:

  1. uomini......hahahhahahahahhahahahha

    RispondiElimina
  2. Un tourbillon di disgrazie, un primato che prima di questa lettura sarebbe andato senza ombra di dubbio alla Donovan. Lasciamelo dire, questo non è un uomo, è un martello pneumatico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, direi che la Donovan è difficile da superare ma forse qui siamo riusciti ad eguagliarla...

      Elimina
  3. ma posso leggerla? l'altra conteneva spoiler... e io la serie non la leggo fino all'uscita del terzo volume!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Chiara, contiene spoiler ;) meglio che non la leggi ora :)

      Elimina
  4. Brava Caterina, io ho amato alla follia questo libro. Sono consapevole che i comportamenti di Tristan non sono positivi, ma io nn riesco a odiarlo. E' una persona molto insicura, che dalla vita ha avuto molte batoste (tu dirai appunto per quello doveva reagire in modo diverso),, ma non tutti sono forti come poi vogliono apparire. Il loro amore li ha distrutti. Sono curiosa di sapere come lui si comportera' nel terzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro è sicuramente da valutare positivamente non c'è ombra di dubbio per me, il personaggio un po' meno Leti

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...