sabato 23 maggio 2015

RECENSIONE: QUATTRO SECONDI PER PERDERTI "Ten Tiny Breaths Series #3" di K.A. TUCKER



Questa volta recensione veramente sofferta... Un autrice che adoro ma...


AUTORE: K.A. Tucker

TITOLO: Quattro secondi per perderti

SERIE: Ten Tiny Breath #3

GENERE: New Adult

CASA EDITRICE: Newton Compton Editori

Ten Tiny Breaths Series (ANTEPRIMA SERIE QUI)
1.Dieci piccoli respiri 
2.Una piccola bugia 
3.Quattro secondi per perderti 
4.Cinque ragioni per odiarti - 23 Luglio 2015

TRAMA:
Cain ha ventinove anni e dirige uno strip club, ma non è un tipo losco. Cerca anzi di risolvere i problemi personali delle ragazze che lavorano per lui e di evitare guai con la polizia, che gli sta sempre con il fiato sul collo e tiene gli occhi puntati sul suo locale. Charlie Rourke ha ventidue anni e un disperato bisogno di soldi: purtroppo è implicata in una brutta faccenda e deve nascondersi sotto una falsa identità. E anche se spogliarsi davanti ai clienti la fa stare male, non ha altra scelta. Con lei Cain sta mettendo in discussione la regola numero uno: mai andare a letto con le sue ragazze. Con lui Charlie sta rischiando anche di più. Infatti non può iniziare una storia d’amore, prima di tutto deve salvarsi la vita. Ma quando non riuscirà più a nascondere i suoi sentimenti per Cain, i due si troveranno davanti a un bivio: lui saprà accettare il torbido passato di Charlie? E lei saprà rinunciare a Cain, se amarlo vuol dire metterlo in pericolo?









RECENSIONE:
Credo che questa sia la recensione più sofferta che io abbia scritto da quando mi diverto a condividere con voi il mio giudizio sui libri che leggo.
K.A. Tucker mi aveva incuriosito già con "Dieci piccoli respiri", ma con "Una piccola bugia" mi aveva conquistato completamente.
Aspettavo con trepidazione la pubblicazione dei successivi volumi della serie quindi ho prenotato questo terzo volume senza nemmeno leggere la trama.
Questa volta sono rimasta veramente delusa.
Le basi per scrivere una bella storia ci sono. L'interprete maschile è Cain, l'avevamo già incontrato nel primo volume, lui è il proprietario del Penny's, un club privato ormai divenuto famoso a Miami. Lei invece è Charlie, una bionda molto sexy che colpisce Cain dal primo incontro per un colloquio di lavoro come ballerina spogliarellista.
Entrambi hanno un brutto passato da dimenticare e nascondere, ma soprattutto Charlie fugge anche da una minaccia del suo presente.
Fin qui tutto bene, le premesse ci sarebbero se non che, il libro non sembra nemmeno essere scritto dalla K.A. Tucker autrice dei due precedenti volumi.
Abbiamo due POV alternati e tanta narrativa.
I dialoghi sono minimi e i pov sono solo narrazioni da parte dei due protagonisti che ci raccontano tutto dall'adolescenza al passato più recente.
L'incontro fra i due è incandescente, ma tutto viene smorzato da un continuo rimandare alla puntata seguente.
Lei conquista lui attraverso gli spettacoli di danza (strip).  
Per combattere la timidezza, balla e si spoglia ogni sera, dedicando l'esibizione solo a lui. Allora tu dici ora si arriverà al dunque? No! 
Ci viene narrato tutto ma non ci viene mostrato attraverso le gestualità o i dialoghi che sono completamente assenti.
Sono veramente poche le scene che mi hanno fatto emozionare e questa cosa per me è stata veramente nuova perché l'autrice mi aveva abituato a ben altro.
Non vi voglio raccontare la storia ma ci sono delle cose che sembra quasi non siano state revisionate da una Casa Editrice.
Le scene di sesso inesistenti, fino alla seconda metà del libro fra i due personaggi non succede nulla.



La prima volta che fanno l'amore viene sommariamente raccontato, e questa scena è veramente bella ma da qui in poi viene tutto tralasciato, perfino i baci che a noi lettrici di storie d'amore piacciono tanto.
Non c'è una frase che mi sia rimasta nella mente, quella che vedete nella fan art è stata riportata dall'autrice all'inizio del libro come se fosse una citazione di Cain ma non ricordo di avergliela sentita menzionare.
In compenso abbiamo suspence, nella storia molte vicende illegali in cui è coinvolta Charlie, alcune delle quali mi hanno persino annoiato.
Il patrigno di lei è un vero uomo della malavita, un cattivo ma a mio avviso il personaggio non regge.
Siamo quasi alla fine del libro, quando delle avversità ostacolano un futuro roseo per i nostri protagonisti quindi lei fugge da tutto e tutti per evitare guai a Cain. 
Lui ci racconta che prova a chiamarla al cellulare, scatta la segreteria e noi non sapremo mai cosa le dice, ovvero lui ci racconta sommariamente cosa dice ma in stile lista della spesa.
Il finale è inverosimile, in una notte grazie a delle "amicizie" del passato, Cain risolve tutto.  Charlie è coinvolta pesantemente in un traffico illegale e Dan, poliziotto della Dea e marito di una vecchia amica di lui (Storm ex spogliarellista del Penny's incontrata nel primo volume), decide che non svelerà mai che lei era coinvolta? Ma quando mai?
Il finale scioccante, naturalmente Cain scoprirà il vero nome di Charlie, non potevo credere a ciò che leggevo (rimarrete stupite anche voi) e vissero felici e contenti in mezza pagina.



Concludendo una GROSSISSIMA DELUSIONE per me.
Allora le cose sono due o il libro non è stato nemmeno letto dalla casa editrice oppure la mia copia di ebook è stata caricata male.  
Sembra che sia stato scritto e che sia stato pubblicato senza che nessuno lo abbia letto prima oppure che manchi parte dei capitoli.
Il prossimo lo leggerò? Certo perché spero che sia stato solo un momento di smarrimento per l'autrice. Alla prossima....

by Barbara

2 commenti:

  1. concordooooooooooo su tuttoooo Barbaraaaaaaaaaa, inverosimile e tremendo sto libro, ma dove si è visto maiiiiii che si fa passare per lecito qualcosa che dovrebbere essere punito dalla legge?? e qual'è l'insegnamento che se ne ricava dalla lettura di questa storia? che l'amore basta per tutto e risolve tutti i problemi??? absolutely not, anzi .... 2 stelle anche per me...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...