venerdì 24 luglio 2015

TU SEI MIA "All I Want is you #1" di Elizabeth Anthony


La recensione di oggi è su un romanzo che devo dire, mi ha veramente stupito, forse ingannata dalla cover ho trovato qualcosa di completamente diverso da quello che avevo immaginato... per saperne di più direi che non vi resta che leggere...

TITOLO: TU SEI MIA

AUTORE: ELIZABETH ANTONY

SERIE:  ALL I WANT IS YOU #1

EDITORE: GARZANTI

GENERE: HISTORY ROMANCE

Serie  All I Want is you   ANTEPRIMA SERIE QUI
1. Tu sei mia
2. Tu sei il mio desiderio  RECENSIONE QUI

TRAMA:
Oxfordshire. 1920. Il sole non sorge ancora e Sophie è già a lavoro per far risplendere le immense sale di Belfield Hall. Ha sedici anni ed è la più giovane cameriera del palazzo; tutti si rivolgono a lei solo per darle ordini. C'è un unico momento in cui Sophie si sente felice: quando il grammofono suona e lei comincia a danzare.
Gli anni passano così fino al giorno in cui il suo sguardo incrocia due occhi azzurri ai quali non è possibile sfuggire, capaci di portare un po' di luce nelle stanze dell'antica dimora. Appartengono a Mr Maldon, il nuovo padrone di Belfield Hall. Un uomo forte e deciso che non ha interesse per nessuno al di fuori di sé stesso. Ma basta un breve incontro tra loro, e un’attrazione erotica irresistibile li travolge. Certo, entrambi sanno che ciò che hanno provato in quell'istante non può esistere: lui è un duca, lei una donna della servitù. Eppure ci sono tentazioni contro cui è vano combattere.
Sophie non ha altra scelta che lasciarsi sedurre da quell'uomo, dal suo animo sensuale e tormentato. Perché Mr Maldon non riesce a resistere al suo fascino puro e ingenuo, ma nasconde desideri inconfessabili. Nella magia di notti proibite, i due vengono trascinati in un piacere che non conosce differenze sociali: è fatto di gesti, sospiri, limiti da superare. Presto il loro amore impossibile deve fare i conti con gli intrighi di palazzo, con un'etichetta rigida e severa. Ma sottostare alle regole non è facile, soprattutto quando ciò che unisce è un'inarrestabile e cieca passione.










RECENSIONE:
Questo è il mio periodo di lettura degli History Romance, non so perché, in estate prediligo questo genere sugli altri, normalmente mi dedico al periodo Regency essendo il mio preferito, ma in questo caso ho fatto un eccezione.
Questo libro mi ha veramente colpito, non pensavo mi sarebbe piaciuto tanto. 
Inizio dicendo però, che la parte iniziale è forse un po' più lenta rispetto al seguito, sempre molto interessante, ma non molto ricca di colpi di scena, l'autrice tratteggia un quadro sulla "classe inferiore" la manodopera, durante il periodo della prima guerra mondiale e nell'immediato dopoguerra in Inghilterra. Ci mostra, mediante la storia di una famiglia e delle persone gravitanti intorno a essa la stratificazione sociale dell'epoca.

La scrittura è piuttosto semplice, ma è dovuta al fatto che inizialmente la voce narrante è una bambina di 13 anni, e quindi viviamo il periodo con i suoi occhi, tramite le sue emozioni, e a tratti in maniera epistolare quello che vive e che le accade. 
Chi legge questo libro e ha visto lo sceneggiato di Downton Abbey, farà un facile collegamento sia per quanto concerne il periodo storico, che per l'ambientazione, che per la descrizione di diversi personaggi, anche se le vicende naturalmente sono molto diverse.
Sophie sarà i nostri occhi in questo viaggio nel tempo nonché la protagonista assoluta del romanzo. Lei ricopre nella casa un ruolo molto basso: "la sguattera", non ha più i genitori, e dopo alcuni anni di vita nella Hall verrà suo malgrado coinvolta nei giochetti sessuali di alcuni membri della casa e benché resti sempre fedele a se stessa e alla sua indole, questo la porterà a essere odiata da gran parte della servitù.
Tutta la vicenda appare veramente ben tessuta e l'ingenuità della ragazza salta fuori dalle prime esperienze sessuali nelle quali viene coinvolta. 
Ash, protagonista maschile della storia e ossessione di Sophie dall'età di 13 anni, momento in cui i loro destini si erano incrociati per la prima volta, riappare dopo diversi anni, malgrado i due non abbiano avuto più contatti da tempo, se non per via epistolare, tra i due scatta subito una fortissima alchimia, una passione irrefrenabile.
E da questo punto in poi veniamo catapultati nella loro tormentata storia d'amore. Il personaggio di Ash e il suo rapporto con Sophie fa pensare molto al rapporto tra Mr Grey e Ana, il tutto naturalmente rapportato agli anni '20. 
Come Christian, Ash ha i suoi demoni da combattere,  che si svelano man mano che si procede con la lettura. Non ero convinta che il personaggio mi piacesse, a volte lo trovavo freddo. Il suo carattere, le sue azioni e le  sue motivazioni mi hanno spesso confuso e me lo hanno fatto rimettere in discussione diverse volte, anche se si ha l'assoluta certezza che il suo cuore si trovi nel posto giusto. 
La cosa che mi ha sorpreso di più, sono state le scene f/f, e non solo, nel libro sono presenti tutti i tipi di relazioni sessuali, f/f, m/f, e del bondage anche se leggero. Il romanzo non è sicuramente infarcito di sesso ma le scene hot sicuramente non mancano, non solo quelle tra i protagonisti, che peraltro risultano certamente  molto sexy e sensuali.
Qualche appunto è d'obbligo, malgrado possa assolutamente capire la iniziale ossessione di Sophia per Ash, che era il suo eroe di bambina, non comprendo altrettanto bene il suo innamoramento istantaneo appena i due si rincontrano. Questa cosa mi è sembrata un po' forzata. 
Come raramente avviene, in questo libro spicca inoltre una terza figura sulle altre, quella di Beatrice, personaggio cinico e privo di scrupoli che tenta più volte di usare Sophie per i suoi scopi. Forse in alcuni punti anche questa figura è un po' forzata, ma capisco che era un elemento indispensabile ai fini della storia, e che magari verrà ampliato nel prossimo libro.
La scrittura è sicuramente impeccabile e nel suo complesso il romanzo risulta sensuale e accattivante seppur con dei cali di tensione in alcuni punti.
Anche la parte in cui Sophie cerca di raggiungere i suoi obbiettivi e la sua affermazione come ballerina, il suo rapporto con l'amica, non mi è affatto dispiaciuto, insomma sicuramente non è un libro banale ne tanto meno noioso, la scrittrice sa come tenere incollate le lettrici.
Quindi, posso dire che nel complesso a me il libro è piaciuto molto, ed è riuscito anche a stupirmi, quindi lo consiglierei sicuramente, magari a chi ama i romanzi storici ed erotici.
By Caterina


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...