giovedì 10 settembre 2015

CREDIMI STO MENTENDO "Trust me #1" di MARY ELIZABETH SUMMER


Vi piacciono i thriller?!?... Vi piacciono i triangoli amorosi?!?... Vi piacciono le storie ambientate nelle High School?!?... E vi piacciono i romanzi che vi fanno ridere, piangere e vi tengono col fiato sospeso?!?... Allora non potete perdere questo libro...


TITOLO: CREDIMI STO MENTENDO

SERIE:
TRUST ME #1


AUTORE: MARY ELIZABETH SUMMER


GENERE: YOUNG ADULT SUSPENSE

EDITORE: NEWTON COMPTON

Serie Trust me      
ANTEPRIMA SERIE COMPLETA
1. Credimi sto mentendo 03/09/2015
1.5 Down to the liar
2. Trust me, I'm trouble

TRAMA

Julep Dupree dice un sacco di bugie e conosce bene l’arte del raggiro. Suo padre, anche lui un esperto truffatore, l’ha mandata all’esclusivo St. Agatha High, a Chicago, proprio per farla socializzare con i figli dell’alta società. E Julep non perde tempo: riesce perfino a guadagnare un po’ di soldi organizzando piccole truffe per far ottenere ai suoi compagni di classe il massimo dei voti. Il suo obiettivo è riuscire ad arrivare fino alla prestigiosa università di Yale. Ma quando un giorno torna a casa, ad attenderla c’è una brutta sorpresa: l’appartamento è stato svaligiato e suo padre è scomparso. Con l’aiuto del suo migliore amico, Sam, e del ragazzo più ambito della scuola, Tyler, Julep cercherà di seguire le tracce che l’uomo ha lasciato dietro di sé, e non sarà facile tra criminali che le danno la caccia e torbidi segreti di famiglia. Ora per lei non c’è più tempo da perdere, è giunto il momento di mettere in pratica tutti i trucchi che il padre le ha insegnato.










RECENSIONE:
Parliamo oggi di un Thriller/Young Adult primo volume di una trilogia (ANTEPRIMA SERIE COMPLETA), dire che sono stupita da questo libro è dire poco, non avrei mai pensato che potesse entrarmi nel cuore e invece c'è riuscito. 
Inizio col dire la cosa più importante: il libro è sì una trilogia, ma non presenta cliffhanger finali, tutte le situazioni che l'autrice apre le chiude anche, quindi al prossimo libro avremo nuove avventure con gli stessi personaggi. 



Il punto di forza di questo libro è JULIEP, la protagonista femminile. Una sedicenne artista della truffa davvero fantastica, e stranamente credibile, dico stranamente perché vista la sua giovane età potrebbe risultare inverosimile la sua natura di truffatrice. L'autrice ha giocato molto bene le sue carte, spiegando la formazione di Juliep e tracciandone un profilo molto convincente. Ma non solo JULIEP è convincente, lo sono anche tutti i personaggi che le girano attorno. Non è una protagonista facile da dimenticare per la sua verve, la sua intelligenza e il suo carattere indomabile. Vi troverete anche a desiderare di avere un amico vero, leale e sincero come lo ha lei.



La scrittura è frizzante e divertente, ma lascia spazio anche al romanticismo ed è attraversata da momenti davvero commoventi.
Non perdonerò mai una cosa all'autrice: ho sofferto veramente per questo, e fino alla fine ho pensato e sperato che ci fosse stato un fraintendimento ma quando ho capito che non lo era ho versato qualche lacrimuccia, per quanto voi sappiate che non sono facile da commuovere, ma mio malgrado ho dovuto soccombere. Non posso raccontare il motivo di questo mio sproloquio, per evitare di spoilerare parti importanti del libro e togliere la suspense. 
Il focus del libro non è sicuramente la parte romantica, malgrado ci sia un bel triangolo amoroso, anche molto coinvolgente. Il fulcro centrale della vicenda è invece "la caccia al tesoro" che i protagonisti devono affrontare per poter trovare la prova, l'indizio che ci porterà al padre di Juliep. Tutta la vicenda è una corsa contro il tempo ricca di colpi di scena e molto ben congegnata.



Non posso negare che per tutto il libro ho pensato a un telefilm che non molto tempo fa seguivo, "Veronica Mars", mi ha aiutato molto nell'immaginare personaggi e situazioni, malgrado la protagonista del telefilm fosse una ragazzina investigatrice privata che aiutava il padre anziché una truffatrice.
Con questo sto dicendo che sicuramente il soggetto di partenza non è molto innovativo, ci sono diversi spunti già visti, ma come sapete se seguite le mie recensioni, non penso che partire da input non originali precluda la possibilità di scrivere un buon libro, e questo ne è un esempio.
Per il triangolo amoroso nulla di più classico, la ragazza sveglia simpatica e carina, il suo amico da sempre innamorato di lei che non trova il coraggio di dichiararsi, e il principe azzurro, strafigo, sexy, e di buona famiglia che corre in suo aiuto.



Ma il tutto è miscelato con "la caccia al tesoro" e i personaggi magistralmente delineati e caratterizzati danno vita a un romanzo divertentissimo, che non ci dà un attimo di respiro. Ne succede di ogni. 
Domanda fatidica, lo consiglierei?!? CERTAMENTE SI'... e aggiungo che è consigliato sia per un pubblico adulto che a un pubblico più giovane. 
Ed ora non ci resta che attendere le prossime avventure che la nostra Julep dovrà affrontare. 
by Caterina

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...