giovedì 29 ottobre 2015

MI SONO INNAMORATA DEL MIO MIGLIOR AMICO di KIRSTY MOSELEY


Io amo la Moseley, amo i suoi personaggi, e vorrei che traducessero tutti i suoi romanzi. Entrambi i suoi libri sia questo, che il precedente "IL RAGAZZO CHE ENTRÒ DALLA FINESTRA E SI INFILÒ NEL MIO LETTO" mi hanno fatto sognare e tornare adolescente. Quindi un appello alla NEWTON COMPTON, vi prego portatene in Italia quanti più possibile, sono consapevole che gli altri si distanziano un pochino da queste due storie, ma vorrei veramente leggere altro di suo. Ragazze la faccio finita, e vi lascio alle mie impressioni sul libro. 


TITOLO: MI SONO INNAMORATA DEL MIO MIGLIOR AMICO

AUTRICE: KIRSTY MOSELEY

GENERE: YOUNG ADULT

EDITORE: NEWTON COMPTON

AUTOCONCLUSIVO 



Riley Tanner ha un amico speciale, il migliore che una ragazza possa desiderare. Clayton Preston le dà molto sostegno, è leale, onesto, affidabile, gentile e pieno di attenzioni. È anche il ragazzo più ambito di tutta la scuola, ma loro due hanno sempre avuto un rapporto diretto e molto affettuoso, di pura amicizia, senza complicazioni amorose. Dopo che Riley è stata via un mese per una vacanza, però, le cose fra loro sembrano essere cambiate e la situazione si sta facendo sempre più strana. Lei comincia a guardarlo in modo diverso, non come dovrebbe fare una semplice amica. E come se non bastasse, a complicare ulteriormente il loro rapporto ci si è messo pure il nemico numero uno di Clayton: un rivale che negli ultimi tempi si sta interessando molto a Riley…





AVVISO!!! Se volete leggere questa recensione sappiate che io sarò assolutamente e irrimediabilmente di parte. Adoro questa scrittrice, adoro i suoi libri e adoro i suoi personaggi, sono consapevole che all'interno del romanzo ci sono, chiamiamole così, delle licenze poetiche, ma io le ho accettate di buon grado grazie alle emozioni che mi ha fatto vivere. Detto questo posso cominciare.




Abbiamo gran parte degli elementi classici presenti in uno Young Adult:
Triangolo amoroso? C'è.
Maschi antagonisti? Ci sono.
Ragazza ingenua e vergine? C'è. 
Protagonista e Antagonista superfighi? Ci sono. 
Protagonista maschile capitano della squadra di football? c'è. 
Ragazza inconsapevole della propria bellezza e corteggiata da tutti? Anche questa non manca. 
Insomma, potrei continuare all'infinito, soprattutto per quanto riguarda la prima parte del libro, allora voi vi chiederete, perché le è piaciuto così tanto?!?


Bè, Clay è il ragazzo che ognuna di noi avrebbe voluto avere a 16 anni, certo poi crescendo si cerca altro purtroppo o per fortuna, ma vivere un personaggio così positivo, protettivo, innamorato e figo ti fa tornare adolescente.
Clay dice e fa tutte le cose giuste al momento giusto. Per attenuare tutta questa dolcezza che ci porterebbe a un attacco glicemico la Moseley utilizza Blake, l'antagonista. L'autrice pone come rivale un vero e proprio stalker, anche se naturalmente non si rivela subito tale. Anzi inizialmente sembrerebbe una buona alternativa all'eroe buono.
La storia va avanti molto piacevolmente, è scorrevole, divertente e romantica quando a un certo punto prende un percorso inaspettato. E da qui il clichè salta, e la storia diventa anche originale.


Amore, amicizia, destino e desiderio sono i temi principali affrontati nel libro. L'autrice crea tensione quando deve e leggerezza quando ce n'è bisogno. 
La storia ruota attorno a Riley e Clay migliori amici da piccolissimi, lui da sempre innamorato di lei attende che lei si svegli. Quindi la loro amicizia pian piano sfocia in amore e passione. Il terzo incomodo cercherà di allontanare queste anime gemelle. Come vedete la base di partenza non può essere più scontata ma l'autrice ci costruisce un mondo intorno. 
I piccoli gesti che loro si scambiano e vivono insieme, i loro pensieri, le loro insicurezze tipiche di quell'età rendono questo libro unico e avvincente. Le scene che la Moseley ricrea ti fanno vivere un'infinità di emozioni. E quando questo accade credo che l'autore abbia raggiunto il suo scopo e il lettore non possa che ritenersi soddisfatto. 
Avrete capito che consiglierei questo libro a occhi chiusi. Senza nessunissimo dubbio.



1 commento:

  1. Non potrei essere più d'accordo. Anche io sono una fan della Moseley. I suoi libri sono tra i pochi che voglio assolutamente cartacei. Me ne sono completamente innamorata. Il primo libro che la Compton ha pubblicato l'ho letto almeno 6 volte e non mi stanca mai. Speriamo davvero che portino in italia anche gli altri suoi lavori.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...