mercoledì 21 ottobre 2015

RECENSIONE: UNA SCOMMESSA PER SEMPRE "The Game series #2" di EMMA HART


Salve, eccoci al secondo appuntamento con Emma Hart e la sua serie THE GAME, anche questa volta la scrittrice non ci ha convinto del tutto. Buona recensione

TITOLO: UNA SCOMMESSA PER SEMPRE

SERIE: THE GAME #2

AUTORE: EMMA HART

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

CASA EDITRICE: FABBRI

DATA D'USCITA: 15 OTTOBRE 2016




The Game series:   ANTEPRIMA
1. Scommettiamo che ti faccio innamorare? RECENSIONE 18/06/2015
2. Una scommessa per sempre RECENSIONE 15/10/2015
3. A un passo da te RECENSIONE 28/04/2016
4. Il mio rischio più grande 27/10/2016 RECENSIONE

Megan e Aston non potrebbero essere più diversi e in pubblico bisticciano come cane e gatto: lei è la classica studentessa perfetta con il naso sempre affondato tra le pagine di un romanzo; lui è uno di quelli che cambia ragazza ogni sera e pensa solo a sé. Ma c’è qualcosa di potente che li attrae l’uno verso l’altra, e basta una notte, un bacio rubato, per sconvolgere le loro vite.
Eppure Aston non avrebbe mai voluto avvicinarsi così tanto a lei. Perseguitato da un’infanzia difficile, da demoni che si rifiuta di affrontare sa che è l’unica che potrebbe strappargli quella maschera di indifferenza che ha deciso di indossare per proteggersi dal dolore. Megan invece teme che, stando insieme ad Aston, Braden, il loro migliore amico, da sempre iperprotettivo nei suoi confronti possa sentirsi tradito. Però il loro amore è ogni giorno più intenso, più forte delle paure, dei dubbi e degli incubi che affollano le notti di Aston. È arrivato per loro il momento di mettersi in gioco: devono scegliere se mantenere segreta la loro storia o rivelarsi al mondo. Devono scommettere su loro stessi. Perché chi scommette sull’amore non perde mai.



Ed eccoci al secondo volume della serie The Game di Emma Hart. Vi ricordate? Nel primo libro avevamo incontrato Braden e Maddie. Questa volta è il turno di altri due personaggi del gruppo di amici, Aston e Megan. 
Iniziamo dicendo che i libri della Hart secondo me sono sempre piacevoli e scorrevoli ma mai indimenticabili, il perché probabilmente risiede nel fatto che non riusciamo mai a essere pienamente coinvolti dai personaggi.
Mentre nel primo libro le problematiche familiari erano riversate tutte sulla gentil donzella questa volta la Hart ci stupisce con effetti speciali e le fa ricadere tutte sul protagonista maschile.



Partiamo dal libro, trama alquanto scontata anche se gradevole, ma è inevitabile pensare durante la lettura soprattutto della prima parte: "Mamma mia, sempre la stessa pappa". Sapete bene che lo sviluppo per me è più importante della struttura di base e quindi vado avanti, ma un breve sunto di tutto ciò che è trito e ritrito è d'obbligo.
Aston è il classico sciupafemmine sexy e bellissimo, cambia ragazza ogni sera, diciamo che tutte vanno bene purché respirino, e la sua stanza è un po' la stazione della metropolitana nell'ora di punta. 
Megan non è la classica secchiona, perché adora sì leggere ed è molto studiosa ma è anche strafighissima: occhi azzurri come il mare e lunghi capelli biondi nonché corpo da urlo, legge tantissimo e desidera trovare la sua anima gemella a patto che sia la copia sputata di Mr. Darcy.
Insomma, i due si punzecchiano in continuazione, ma come da copione, lei è segretamente innamorata di lui. E lui sa che se si avvicinasse a Megan non sarebbe solo sesso, metterebbe in gioco anche i suoi sentimenti, cosa che non si può permettere. Le motivazioni di questo suo profondo pensiero, cioè il perché dalla prima pagina lui sia convinto che Megan sia "diversa" dalle altre frequentatrici della metropolitana, non ci è dato di sapere.



Fatto sta che loro iniziano questa loro storia di nascosto, per via di Braden miglior amico di Megan e gelosissimo di lei.  La storia è da subito molto intensa "Megan è l'unica che possa capirlo" e solo con lei Aston si apre e parla della sua infanzia passata con una madre drogata che pensava solo a se stessa che si vendeva per poter mantenere i suoi vizi e che lo trascurava e maltrattava. 
Sicuramente la storia di Aston ispira tenerezza, riesci ad avvicinarti a lui anche se non completamente, ma non perché l'autrice non ci descriva le sue sofferenze in maniera soddisfacente, quanto piuttosto per il rapporto di immediata fiducia che lui instaura con Megan. 
In realtà, per assurdo, il vero problema è più il rapporto di amicizia tra Megan e Braden, che le difficoltà della storia d'amore nascente dovute al passato di Aston. In pratica se non ci fosse Braden, tutto filerebbe abbastanza liscio, e questo lascia davvero molto perplessi.
Insomma, il libro è scorrevole, rapido da leggere e gradevole, per passare un pomeriggio poco impegnativo direi che è perfetto, ma è come sbilanciato. Come se l'autrice desse più importanza a situazioni trascurabili, e meno a situazioni che potenzialmente dovrebbero essere quelle veramente problematiche.




Link d'acquisto:
   

Recensioni (Clicca sull'immagine per leggere la recensione corrispondente):
   

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...