sabato 21 novembre 2015

IL MIO EROE "Hero Series" di MAX VOS



Recensione di un M/M autopubblicato che ha letto per noi Concetta, a giudicare dalla recensione ha anche apprezzato... Buona lettura!


TITOLO: IL MIO EROE

AUTRICE: MAX VOS

GENERE: ROMANCE M/M

EDITORE: SELF PUBLISHING



Quando aveva sedici anni, Rich Miller salvò un ragazzo mentre stava annegando in piscina. Non poteva sapere che anni dopo, come studente anziano del college e speranza olimpica nei tuffi, Rich avrebbe incontrato ancora una volta Johnny Milloway, diventato nel frattempo un grande giocatore di football – e quando Rich dice grande, intende proprio come un ‘orso’. Il timido giocatore si ricorda del suo soccorritore, e così i due ragazzi diventano amici. Johnny non è scoraggiato dal fatto che Rich sia gay. Anzi, più trascorre del tempo con lui, più diventa curioso. Vuole conoscere tutto di quel mondo, come ad esempio, cosa significhi baciare un ragazzo. Solo che non riesce a fermarsi lì. Rich non crede che questo rapporto possa andare avanti; Johnny è etero e lui non se la sente di affrontare l’angoscia e il dolore che ne potrebbero derivare in futuro. Ha già fin troppe cose a cui pensare e il titolo di Campione del mondo è a portata di mano, mentre suo padre preferisce guardare una partita di football piuttosto che perdere tempo seguendo i tuffi del figlio. Ma Rich non ha fatto i conti con la determinazione di Johnny, e averlo nella sua vita potrebbe rivelarsi un catalizzatore di cambiamenti pronti a sconvolgerlo.




Quando inizio un libro con tematiche M/M mi vengono in mente sempre le stesse domande:
I: Com'è possibile che ancora oggi la gente possa riassumere lo status di una persona con un etichetta? Gay, etero, bisex, trans... per me è inconcepibile.
II. Com'è possibile per un genitore rinnegare o anche solo trattare in modo diverso il sangue del suo sangue a causa del suo orientamento sessuale, come se poi fosse quello il metro di giudizio per catalogare un essere umano.




Ecco perché amo questa tipologia di romanzi in cui non si dà nulla per scontato, c'è sofferenza, c'è il dolore ma nello stesso tempo c'è il volersi veder riconosciuto un sacrosanto diritto: quello di essere accettati per quel che si è, quello di poter amare chi ci pare.
I protagonisti di questo carinissimo racconto sono legati, inconsapevolmente, a causa di un incidente che ha visto Rich salvare la vita di Johnny.
Anni dopo si rincontrano e si scontrano rimanendo ancorati come se gli anni non fossero mai trascorsi.
Entrambi cambiati nell'aspetto fisico, entrambi professionisti, atleti bravissimi e giovani universitari, Rich è sicuramente il più caparbio e sicuro di sé, porta con orgoglio la sua "etichetta" di gay, non nascondendosi davanti a nessuno, ha un rapporto conflittuale col padre che gli ha sempre fatto pesare questa sua "diversità", tanto da diventare il suo tallone d'Achille.
Johnny è sicuramente il più timido dei due, dolce ma anche impacciato, fa quasi tenerezza, nonostante sia un'orso di quasi 110 kg, tutto muscolo e pelo folto...
Tra i due giovani scocca subito un qualcosa di forte che li porta presto a condividere il quotidiano e anche la notte... Johnny pian piano sente accendersi nel suo animo la scintilla della sana curiosità, sa di essere dichiaratamente etero ma vede e sente in Rich cose che non riesce a spiegarsi e a cui non sa dare un nome, inizia a riconsiderare la sua sessualità, meravigliandosi quando si rende conto che paragonata a Rich qualsiasi donna gli sembra banale e priva di attrattiva.
Johnny ha trascorso buona parte della sua vita da etero convinto ma adesso è deciso a cedere a questa brama di sapere che sembra avvilupparlo, chiede addirittura a Rich di "aiutarlo" e Rich, dapprima titubante a "convertirlo" ai piaceri dell'eros M/M si troverà a cedere quando nell'equazione entreranno di prepotenza i sentimenti.
I tentativi saranno da combustione immediata, ve lo anticipo, munitevi di acqua e ghiaccio, un ventaglio, che so un ventilatore... farà moolto caldo!
Scene ad alto tasso di eros, coinvolgenti, passionali...




Mi è piaciuto veramente tutto in questo libro, soprattutto il messaggio celato dietro la passione e l'amicizia che l'autore ha voluto lanciare. 
Se si legge il libro in una chiave più attenta si scopre che non è affatto una lettura banale, l'autore attraverso i due protagonisti pone l'attenzione su tutti quei problemi che sembrano riversarsi sulle coppie omosessuali nella società attuale, di come in famiglia, in ambiente scolastico o anche semplicemente tra gli stessi amici, esistano ancora pregiudizi e ignoranza. 
Perché in fondo non è importante chi si ama ma come, non è importante se l'altra metà della mela sia un uomo o una donna ma è importante che i sentimenti siano veri e autentici. 
Consiglio veramente la lettura di questo libro, che ho trovato ben scritto e scorrevole, mi sono innamorata di questi due giovani caparbi e forti, ho sofferto con loro quando li ho visti attraversare la tempesta, esultando quando poi con coraggio sono riusciti a diventare importanti l'uno per l'altro. 
Sicuramente un ottimo M/M, Max Vos mi hai conquistata!!! 
Io penso che nella vita non conta chi amare, ma amare e basta, che sia uomo o donna non importa, l'importante è sentirsi bene con se stessi e non recriminare mai nulla.





1 commento:

  1. Wow! Peccato queste copertine... Lo leggerò sicuramente 😉

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...