domenica 15 novembre 2015

SEMPER FI di KEIRA ANDREWS


Salve ragazze, oggi vi parlo di un libro scritto da Keira Andrews edito da Triskell Edizioni, un M/M romance molto bello, una storia d'amore tenera e dolce. Venite a leggere cosa ne penso...


TITOLO: SEMPER FI

AUTRICE: KEIRA ANDREWS


GENERE: MALE TO MALE


EDITORE: TRISKELL EDIZIONI



Quando erano marines, Jim e Cal dipesero l’uno dall’altro per uscire vivi dalla carneficina e dalla disperazione nel Pacifico. 
Sollevato di potersi lasciare alle spalle gli orrori della guerra, Jim è tornato al suo frutteto e alla vita tranquilla di padre di famiglia. 
Consapevole che l’amico non avrebbe mai potuto ricambiare i suoi sentimenti proibiti, Cal spera che il tempo e l’oceano tra di loro attenui il desiderio che prova per lui.  Ma alla morte della moglie di Jim, Cal raggiunge l’amico per dargli una mano. Non sa nulla di mele, né di bambini, ma vuole stargli vicino a tutti i costi, anche se la fiamma che lo tormenta si riaccende in lui. Jim gli è grato per il sostegno mentre lotta con i sentimenti repressi e i terribili ricordi della guerra. Poi, quando inizia a vederlo con occhi diversi, il loro rapporto diventa intimo come mai avrebbero immaginato.Riusciranno a costruirsi una vita insieme come una famiglia e a trovare la felicità in un mondo che li condanna?



Salve ragazze, oggi vi parlo di un libro che mi ha colpito molto, si tratta di Semper Fi di Keira Andrews, un Male to Male romance che oltre a essere scritto molto bene tratta l’argomento dell’omosessualità in un periodo un po’ diverso da quello attuale. Dico questo perché il libro è ambientato nel 1942, durante la seconda guerra mondiale.



I due protagonisti Jim e Cal si incontreranno proprio sul treno che li porterà nei corpi speciali dei Marines. Giovanissimi sono stati chiamati alle armi e non sanno cosa li aspetta. Non sanno che la guerra cambierà inevitabilmente le loro vite, sanno solo che combatteranno per la Patria, e che questo darà loro la forza necessaria per affrontare l’orribile crudeltà che si troveranno davanti. Il libro si alterna tra passato e presente, questo ci permette di conoscere come nasce la loro amicizia, il contesto e come si rafforza e diventa unica e speciale.
Jim e Cal non potrebbero essere più diversi, appartengono a ceti sociali opposti e le loro personalità sono completamente dissimilari, se da un parte conosceremo un Jim timido e riservato dall'altra avremo un Cal estroverso e molto socievole, due persone dissonanti ma che si compenseranno totalmente. Anche se la loro sintonia è forte, Cal non trova comunque il coraggio di confessare Jim la sua omosessualità, nonostante lui la viva serenamente sa benissimo che la società vede i gay come malati da curare e li tratta come deviati.



Convinto di ciò tace e vive nell'ombra non rivelando mai il suo amore a quel ragazzo timido e introverso che è Jim. Finita la guerra le vite di ciascuno tornano a essere quelle che erano, ognuno per la sua strada; ma il vero amore non conosce confini e li farà rincontrare ancora. 
Questa volta Cal non dovrà farsi fuggire l’occasione più importante della sua vita: vuole Jim ed è disposto ad accontentarsi di essergli solo amico perché crede che non potrà mai avere ciò che desidera. Ma forse Jim cela solo i suoi sentimenti...
Leggere questo libro fa riflettere, non si può non pensare a a come da quel 1942 a oggi sia cambiato ben poco riguardo alla concezione dell’omosessualità. 
Ancora oggi la si crede una malattia e i gay vengono emarginati. Leggendo la storia di Cal e avendo provato le sue paure e le sue insicurezze, per una società non ancora pronta, mi rendo conto di quanta strada ci sia ancora da percorrere, quanto molte persone nel XXI secolo non riescano a comprendere e accettare gli omosessuali. 
Non si può rinnegare la propria natura e Jim e Cal dovranno affrontare più di un ostacolo per farcela: non solo i giudizi delle persone, ma anche la “condanna” della chiesa che ritiene i gay peccatori agli occhi del Signore, e nella metà del secolo scorso la Chiesa aveva ancora molta influenza sulle vite delle persone, non che ora sia diverso, certo, ma per fortuna qualcosa è cambiato.



Ho amato tutto di questo libro dal modo in cui è scritto ai personaggi che sono descritti in modo meticoloso ma semplice, senza dimenticare la storia e l’ambientazione in un momento in cui non era facile essere se stessi se gay è stata un grande punto di forza. Il personaggio che più mi ha colpito è Cal, il suo carattere ti conquista: è forte e deciso ma anche dolce e premuroso insomma non si può non innamorarsene. (Capito Jim?)
Alle amanti degli M/M consiglio questa lettura, ma anche a chi vuole approcciarsi a questo genere, credo sia giusta per iniziare.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...