martedì 26 gennaio 2016

NEI TUOI OCCHI di NICHOLAS SPARKS


Salve! Oggi vi parliamo dell'ultimo romanzo uscito, dei tantissimi scritti da questo prolifico autore. Lui è indubbiamente è molto bravo, ma solitamente per qualcuna di noi troppo triste. Bè secondo Concetta questa volta ci stupirà... ma andiamo a leggere la recensione.

TITOLO: NEI TUOI OCCHI

AUTORE: NICHOLAS SPARKS

EDITORE: SPERLING&KUPFER

GENERE: ROMANCE

 

Per ripagare i sacrifici dei genitori, Maria ha lavorato giorno e notte fino a diventare quello che è: il ritratto del successo. Lei è bella, di quella bellezza scura e appassionata che hanno le donne latine, eppure non ha una relazione, tutta presa prima dalla laurea e poi dal posto nello studio legale più importante della zona. Qualcosa, però, mette in pericolo la sua carriera e Maria sente il bisogno di rientrare a Wilmington e cercare la protezione della sua famiglia.
Colin sta facendo del suo meglio per ridare un significato alla propria esistenza. Non ha ancora trent'anni, ma la violenza lo ha già segnato profondamente e lui non vuole più correre il rischio di finire in prigione. Le sue giornate sono scandite dallo studio, dalla palestra, e dal lavoro nel bar di Wilmington, la città dove vive ora grazie a una coppia di amici che gli fa da famiglia, proteggendolo da se stesso. È affascinante e lo sa, ma in questo momento una relazione è l'ultimo dei suoi pensieri. Come sempre il destino mescola le carte, e lo fa in una notte di pioggia torrenziale, quando Maria rimane con una gomma a terra e Colin non può fare a meno di fermarsi ad aiutarla. È l'inizio di qualcosa, forse, una promessa di futuro. Che rischia di essere distrutto dai demoni del loro passato. E che soltanto chiamando quella promessa amore può diventare la loro realtà. La storia di Colin e Maria.

 




Devo essere brutalmente sincera??
Ho iniziato questo romanzo con un Rosario tra le mani, ogni pagina che leggevo snocciolavo un grano, perchè tendenzialmente Sparks mi ha sempre messo ansia, tristezza, depressione...
Sarà "colpa" dei suoi romanzi , che sì, per carità , son bellissimi, ma o hanno dei finali tristissimi, o delle trame forti che ti scombussolano l'esistenza.
Quindi ho accettato di recensire questo suo ultimo lavoro pregando i Santi affinché il libro non mi facesse versare litri di lacrime.
Inaspettatamente quando sono arrivata alla fine ho tirato un sospiro di sollievo, i Santi mi avevano assistito, e aggiungerei anche di esser rimasta sorpresa dalla lettura, ma veniamo alla storia.
I protagonisti di questa storia sono Colin e Maria.
Colin, come lo descrive lo stesso autore è una testa calda, un giovane aggressivo e problematico che riversa tutta la sua rabbia lottando sul ring, contro altri ragazzi e uscendone, molte volte, conciato malissimo.
A causa del suo carattere irruento è riuscito a incrinare anche il suo rapporto con la famiglia, che vede di rado, e i cui incontri si trasformano in sterili visite fatte di silenzi e recriminazioni.



A ben ragione direi, Colin ha  assunto comportamenti così autodistruttivi e da vero bad boys da spingere i suoi genitori ad allontanarlo da casa.
A 25 anni, per ironia della sorte, dopo aver fatto i conti col proprio passato e le cattive abitudini comportamentali, e soprattutto dopo essersi ripulito, decide di iscriversi al college per diventare insegnante. 
Torna nel suo paese, chiede aiuto a un suo vecchio amico e va a vivere nel suo sottoscala, mantenendosi con incontri sul ring e un lavoro come barista tuttofare.
Adesso a tre anni di distanza la sua vita viaggia su binari decisamente migliori.
In una notte buia e tempestosa il destino gli fa incrociare Maria Sanchez, che a causa di uno pneumatico forato è rimasta sul ciglio di una strada oscura e deserta.
Ritrovarsi davanti un uomo pesto e sanguinante le fa letteralmente gelare il sangue nelle vene, e scene di omicidi le passano davanti agli occhi in un secondo, ma Colin non fa altro che aiutarla e andarsene per la sua strada.
Maria è la classica brava ragazza, studiosa, intelligente, quasi senza vita sociale, una che preferisce passare i weekend immersa nelle scartoffie piuttosto di uscire a godersi la vita.
Insomma, agli antipodi di Colin in tutti i sensi.
Però man mano che si conoscono si rendono conto di avere sempre più punti in comune, e qualcosa scatta nell'animo di Maria.
Maria ha anche lei una storia alle spalle, un rimorso che si porta nel cuore e che le impedisce di vivere una vita libera dalla paura, è sempre scostante, diffidente, ma in qualche modo sente che Colin la comprende.
I due giovani, per quando amalgamati in modo strambo, insieme funzionano.
Colin è brutalmente onesto, sia in amore che nei rapporti con le persone appena conosciute, per lui esiste solo il bianco e il nero, non vive per indorare la pillola a nessuno, è un lottatore nato e sta vivendo per rimediare agli sbagli del passato, è pieno di tatuaggi, piercing, testa rasata e aria da duro ma nell'intimo è un ragazzo d'oro che avrebbe avuto solo bisogno di esser compreso e di non esser lasciato solo.
Col proseguire della storia Maria diventa per Colin una presenza fissa e indispensabile, perché lei riesce a guardare oltre il corpo dipinto e l'aria da duro, perché gli scruta nell'animo traendone fuori la sua vera essenza.
All'inizio Colin dovrà combattere contro mille pregiudizi, a partire dalla famiglia di lei che, venuta a conoscenza del suo passato e temendo per la figlia non vedranno di buon occhio la loro relazione.
E anche Maria inizierà ad avere dei dubbi sui suoi sentimenti e sul modo di comportarsi di Colin e si allontanerà, per ritornare quando si renderà conto che i sentimenti che prova per lui sono tutt'altro che passeggeri.
Quando tutto sembrava procedere in modo tranquillo ecco spuntare, come un cattivo presagio annunciato, una minaccia dal lontano passato di Maria, un uomo misterioso che cercherà di rovinare la vita della giovane, spaventandola e facendola quasi ammattire.
Colin non solo sarà la sua àncora ma la aiuterà con ogni mezzo possibile.
Il loro percorso sarà lungo e tortuoso, ci saranno scontri, crisi, liti ma riusciranno a uscirne in qualche modo e a ritrovare la serenità.
Quando sono giunta alle ultime battute del libro mi sono meravigliata di come sia risultato scorrevole e avvincente, anche la parte più forte del libro risulta interessante e ti tiene col fiato sospeso.



Anzi, ad essere sincera la parte romantica l'ho messa in secondo piano rispetto al giallo che va sviluppandosi lentamente nelle pagine del libro.
Non sono amante dei romanzi suspance ma questo mi ha colpito.
Il libro è abbastanza lungo e la vicenda che inizialmente poteva sembrare semplice in realtà è arricchita da una scrittura ben articolata e piena di colpi di scena.
I personaggi sono ben delineati, ho amato Colin, e il suo carattere particolare, mi ha ricordato un protagonista di un libro di Katy Evans, un lottatore che incanala la sua rabbia e la sua aggressività a suon di pugni.
Maria mi è risultata meno simpatica, se devo essere sincera, così a pelle è un po' troppo insicura, un po' troppo perfettina.
Sarà che amo i personaggi che si alzano dal fango e riescono a dare un giusto inprinting alla loro vita, sarà che ho la sindrome da crocerossina anche durante le letture e penso che  i personaggi danneggiati hanno tanto da offrire al mondo (dei libri in questo caso XD).
Mi sono anche ricreduta, almeno con questo romanzo, su Sparks, da cui ho sempre girato alla larga per i motivi che vi ho citato inizialmente, ma trovo che abbia un'abilità di scrittura veramente magistrale. Riesce a tenere il lettore avvinto alle pagine, non ci sono zone d'ombra, e anche se non è il classico libro a cui sono abituata (erotic/new adult) non mi è dispiaciuto affatto.
Lo consiglierei?
Certamente, se volete qualcosa di avvincente ma romantico nello stesso momento, qualcosa  che vi tenga incollate alle pagine per ore, allora sì, questo libro fa per voi.
Caro Nicholas, quando non fai crepare nessuno e non sconvolgi l'esistenza dei protagonisti ti adoro e mi vien voglia di leggere i tuoi libri... spero di poter dire lo stesso per i prossimi.

          


1 commento:

  1. Ho sempre paura a leggere le vostre recensionie salto dal primo pezzo al fondo, saltando la parte descrittiva del libro per paura di bruciarmi la sorpresa :-). lo sto leggendo e mi piace.. diversamente da te io li ho letti tutti e mi sono piaciuti tutti anche quelli "tristi" perchè la vita per me è fatta anche di quello o come qualche altre lettrie ha scritto, forse anche io a volte ho bisogno di trovare nei libri quella "crudeltà" che mi fa dire.. cavolo mi lamento sempre per nulla! :-) grazie per la recensione!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...