mercoledì 13 gennaio 2016

OVER. UN'OVERDOSE DI TE "Over #1" di SABRYNEX


Sarà la risposta italiana ad After?!? Direi che potrebbe esserlo. Intanto Hunter e Cher hanno già fatto sognare e appassionare circa due milioni di lettori su wattpad. Un amore folle e pericoloso che travolge. Io ne sono stata travolta, chissà se farà la stesso effetto anche a voi. 
Questa volta al termine della RECENSIONE troverete una BREVE INTERVISTA all'autrice che chiarisce alcune domande che ci eravamo poste in lettura.


TITOLO: OVER. UN'OVERDOSE DI TE

SERIE: OVER #1

AUTORE: SABRINEX

EDITORE: RIZZOLI

GENERE: YOUNG ADULT

Serie Over

1. Over. Un'overdose di te 8 Gennaio 2016
2. Over 2. CAMMINIAMO NEL VENTO 30 Giugno 2016


Sono Cher, ho diciott’anni e credo che abbiamo tutti bisogno di qualcosa da cui dipendere, per cui impazzire. Fino a qualche mese fa non lo sapevo, perché non avevo ancora incontrato Hunter. 
Noi siamo l’opposto: il bianco e il nero, il bene e il male, non possiamo esistere l’una senza l’altro. Lui porta i miei stessi segni sulla pelle, lo stesso passato, ci sorreggiamo a vicenda. Ma Hunter fa del male a chiunque gli si avvicini, e l’ha fatto anche a me. È colpa mia, lo so: ho perso la testa per un ragazzo che ha perso se stesso. Domani sarà un’altra gara clandestina, un’altra lotta, un altro casino… e io lo seguirò, come ogni volta, spingendomi al limite e poi oltre, perché sto bene solo dove c’è lui. Anche se questo richiede altri graffi, altro sangue, lo farò per sentire ancora il suo respiro sulla mia bocca, le sue mani su di me. Ho scalato questa montagna insieme all’amore della mia vita e voglio tornare indietro con la stessa persona, a costo di ferire tutti quelli che ho intorno: il mio migliore amico, i miei genitori, me stessa… Io voglio lui, ed è per lui che lotterò ancora.” 
Un’attrazione travolgente, un amore folle, passioni, errori, rabbia, dolcezza. Insieme a Cher e Hunter, i protagonisti di Over, Sabrynex è cresciuta. E dal suo sogno è nato un romanzo indimenticabile, che ci fa emozionare attraverso la magia dei sentimenti più puri e ribelli, quelli di chi si innamora per la prima volta.






Voglio iniziare questa recensione dicendo che molto spesso si parte prevenuti, e io lo ero con questo libro, l'ho iniziato con la convinzione che fosse l'ennesima operazione di marketing, e forse lo è, ma questa volta, per fortuna, c'è anche dell'altro. 
In Italia non siamo molto bravi a scrivere libri di genere New Adult o Young Adult, fin'ora credo di averne letto solo uno che possa rientrare a pieno diritto in uno di questi generi, malgrado ne spaccino molti per tali.
La scrittrice inoltre ha 17 anni e questo mi ha fatto pensare che sarebbe stato complicato per lei approcciare un genere così lontano da noi. La cover e la trama però mi attiravano e ho pensato di darle una possibilità. E, SORPRESASORPRESISSIMASORPRESA, il libro mi ha rapito fin dalle prime pagine.



Ma parliamo un attimo della storia.
Il libro inizia con Cher che si reca a una festa per rincontrare il suo migliore amico, Mitchell, appena tornato a Londra dopo essere stato due anni negli States, a Boston, per sfuggire a problemi con la legge.
Qui conosce Hunter che è diventato in quei due anni il miglior amico di Mitch... ragazze uno stronzo vero... non il classico Bad Boys che siamo abituate a incontrare, mooltoooo peggioooo. Ma secondo voi com'è d'aspetto?!? Bingo... naturalmente strafighissimo e sexy da svenire. Un metro e novanta di muscoli tatuati, moro con dei ricci che gli ricadono sul volto e degli intensissimi occhi verdi... e tutte le ragazze secondo voi cosa fanno?!?... esattoooo, gli sbavano dietro, no, anzi, si strappano le mutande appena lo vedono. Ma attenzione, tutte tranne Cher che, certo, ne è attratta fisicamente, ma lo trova antipatico. I due si punzecchiano in continuazione... ma malgrado ciò sembra non possano stare lontani e si ritrovano ogni 2x1 con le labbra incollate l'uno all'altra.



Questi presupposti naturalmente non potevano mancare.
I due, Mitch e Hunter, ne combinano di ogni, spacciano, fumano, bevono.... e molto di più... Cher, (o Mon amour come la chiama Mitch o anche Chee come la chiama Hunter) è di contro una bravissima ragazza, dedita allo studio, non beve (quasi mai) non ama le feste (a meno che non venga trascinata da qualcuno) è un tipo molto solitario soprattutto dopo la perdita del fratello, non ha spasimanti ma è bellissima naturalmente in quella maniera inconsapevole che tanto piace (tutti la vogliono ma lei non sembra accorgersene) e naturalmente è vergine.
Insomma il tutto sembra molto banale, in realtà non lo è affatto. Sì, è vero che qua e là ci vengono in mente assonanze varie con altri libri, ma la miscela risulta differente da qualsiasi cosa a cui pensiamo possa assomigliare. Lo hanno paragonato ad "After" ed è assolutamente vero che a tratti lo ricorda ma è più intenso, più crudo e man mano se ne distanzia. Ad un certo punto pensiamo a "Uno splendido disastro", come non fare il collegamento quando ci troviamo di fronte ai Free Fight ai quali partecipa Hunter, ma anche qui pian piano capiamo che sono diverse le motivazioni, l'organizzazione, il vissuto.



Hunter è un personaggio interessantissimo con grossi problemi dovuti naturalmente alle esperienze vissute da bambino. Questa volta tuttavia ci troviamo veramente di fronte a un delinquente che ognuna di noi vorrebbe naturalmente avere tra le mani, ma che non vorremmo mai che nostra figlia avvicinasse. Lui spaccia, si fa (anche se ora con roba più leggera che in passato) beve, partecipa a corse clandestine con le auto e ai free fight tentando in ogni modo di distruggersi e a tratti, quando perde le staffe, è completamente fuori controllo.
Il racconto è molto crudo non si fanno sconti, il linguaggio dei dialoghi è spesso elementare, come è giusto che sia, loro sono dei giovani 18/19 che vivono la strada, fuori dai dialoghi però, ma a volte anche in essi, troviamo una scrittura più complessa, e il libro è pieno di frasi citabili, bellissime ed estremamente profonde.
L'intensità del libro non cala un solo momento, l'autrice riesce a tenerci perennemente in tensione, appena pensiamo che si stiano calmando le acque arriva il colpo di scena successivo, in un' altalena di emozioni continua.



Cher viene trascinata in tutte le peggiori situazioni e in tutti i pericoli possibili da Mitch e da Hunter. Certo loro tentano di proteggerla ma allo stesso tempo sono proprio loro che la mettono nei guai, anche se a dire il vero lei non tenta mai di fermarli, è come se ne avesse bisogno, credo che buona parte del suo amore per Hunter derivi proprio da questo bisogno, e direi che potrebbe rispecchiare il tipico atteggiamento irresponsabile di quell'età, vivere ai limiti, sentirsi invincibili, e voler sentire l'adrenalina che scorre nelle vene, cosa che riesce a ottenere solo con lui. Lo capisco questo atteggiamento? Direi assolutamente di sì.
Abbiamo due protagonisti dalla personalità molto complessa, ancora non li abbiamo scoperti del tutto, d'altronde è una trilogia ed è giusto che sia così, ma da subito capiamo quanto siano interessanti, complessi e problematici.
I due sono complementari.  L'intesa tra loro si avverte, si vive, è palpabile. Hai come la sensazione che qualsiasi cosa accada, l'amore non possa venir meno. E' un amore malato? Sì. Sono degli irresponsabili? Sì. Ciò non toglie che tutto potrebbe accadere, e che è impossibile non rimanere affascinati e innamorati di Hunter. Anche quando fa le cose più stupide... ci sarà sempre un motivo che alla fine ci porterà a  giustificarlo.



I personaggi che ruotano intorno ai protagonisti aiutano molto la narrazione. Alcuni di loro li odierete, per altri alternerete l'odio alla comprensione. Vi accorgerete che le sfumature sono importanti, che c'è il personaggio del tutto negativo, ma che, nella gran parte dei casi, ci sono delle persone ferite che vivono un ambiente degradato e che tentano di sopravvivere come possono.
Ci sono delle ingenuità nel libro? Sì e no, ci sono cose che potrebbero esserlo alla luce dell'esperienza, ma se le vediamo dal punto di vista di un 18enne con quel vissuto non le possiamo più reputare tali.
Non voglio spoilerare pezzi di trama, il libro è una continua scoperta, e togliere l'elemento sorpresa significherebbe penalizzarlo. 
Una cosa ve la devo dire però, c'è un cliffhanger finale grande quanto una casa, quindi per chi non ha pazienza attenzione. 
Lo consiglierei?!? Sì, sì e ancora SI'. 
Un libro che ti procura tutte queste emozioni e sensazioni non può non essere letto. 
Ed ora con pazienza non ci resta che attendere il seguito sperando che l'attesa non sia lunghissima ;)








Ciao Sabry, ti ringrazio per averci voluto dedicare un po’ del tuo tempo… Come ho già avuto l’occasione di dirti ho divorato il tuo libro e ritengo tu sia veramente molto brava. 


Dal momento che quando una lettura mi cattura commento sempre molto nel gruppo del blog (non sono affatto una persona silenziosa),  spesso anche in maniera molto colorita, mi sono trovata a coinvolgere nella lettura un bel po’ di persone incuriosite dai miei sproloqui e dalle citazioni che facevo del tuo libro.

Da questa lettura, chiamiamola di gruppo, sono sorte delle domande che mi farebbe piacere girarti. 


1 - Tu sei molto giovane eppure il libro che hai scritto è molto forte, c’è una parte del tuo vissuto in esso? 

E' una domanda molto frequente, questa! Mi baso su fatti realistici, cose che vedo intorno a me e che fanno parte di una "quotidianità" a parte. No, non ho vissuto nessuna di queste travagliate avventure, però posso dirti che le sensazioni che vivono i personaggi sono molto simili alle mie. Cerco di metterci del mio almeno in questo.



2 - Ora ti faccio la domanda più frequente ;) esiste un Hunter nella realtà? Capiscici, ma di Chee ci interessa un po’ meno ;)

Posso capire, sì! Purtroppo non esiste un Hunter nella realtà, non nella mia almeno. Farebbe sicuramente comodo, non c'è che dire. Un ragazzo che sa capirti nonostante non sappia capire se stesso, tanto premuroso quanto rude e nascosto. Spavento e coraggio.



3 – Hai già iniziato a scrivere il seguito? E quali pensi potrebbero essere i tempi di pubblicazione?

Tra questa settimana e la prossima ricomincio a ideare, ma per i tempi di pubblicazione non posso darvi una risposta sincera. Per adesso mi sto concetrando sul liceo e sull'uscita del primo libro. Vi terrò comunque aggiornate!



4 – Hai già in mente gli sviluppi successivi o è tutto in divenire?

Ho già in mente l'inizio e la fine, ma lo svolgimento sarà un po' in divenire e raccoglierò le idee che mi passeranno per la testa in quel periodo. Già, una strana organizzazione, ma è così che lavoro! Senza programmi, mi lascio prendere dalla voglia di scrivere e lascio che accada (seguendo sempre un filo logico, sia chiaro).

5 – Ti sei documentata per il tuo libro e se sì dove?
Ho reso il tutto più realistico possibile basandomi su fatti reali. La vita dei ragazzi inglesi, le durate degli anni scolastici, lo svolgimento di alcune scene "pesanti". Ho studiato molto con Over, sì, ma sono riusciuta a creare qualcosa capace di soddisfarmi!

6 – C’è una qualche ispirazione derivata da libri che hai letto e che ti sono rimasti nel cuore?
Ho iniziato a scrivere Over subito dopo aver letto Uno Splendido Disastro, che mi ha letteralmente lasciata di sasso, uno dei libri che ha segnato, letteralmente, la mia vita. Insieme a lui anche Mai per amore. Per non dimenticare Awake, di un'autrice anonima pubblicata su Wattpad. Credo non sia più online, lessi quest'ultimo circa due anni fa.

7 – Leggi molto? E se si quali sono i tuoi autori e i tuoi libri preferiti?
Prima di essere una scrittrice, sono una lettrice appassionata di romanzi e psicologia. Il mio scrittore preferito è quel matto di Charles Bukowski. Da Donne a Storie di ordinaria follia, anche lui mi ha segnato. Prima leggevo molte Fan Fiction, poi sono passata a un genere più adulto, avvicinandomi a grandi autrici che meritano! Posso citarti, tra le mie letture: Con te sarà diverso, Jessica Sorensen; La trilogia de Il nostro segreto universo, di Rebecca Donovan, una delle mie scrittrici preferite insieme a Penelope Douglas e Jamie McGuire.

8 – Dopo aver letto il libro edito da Rizzoli sono andata a sbirciare su Wattpad, la mia curiosità non ha limiti, e ho notato che ci sono diverse scene tagliate, verranno utilizzate nei prossimi volumi della trilogia o andranno perse?
Non si butta niente! Alcune scene verranno sicuramente riprese, riviste, migliorate ed approfondite. Saranno presenti nei prossimi volumi, con ovviamente delle aggiunte. La versione di Wattpad è completamente differente da quella cartacea! Ho iniziato a scrivere molto presto e ci sono errori (orrori) che non commetterò in futuro, ve lo assicuro! Sarà una lettura tutta da scoprire.

9 - La casa editrice ti ha permesso di lasciare OVER su Wattpad, è una scelta voluta o è stata una tua richiesta? 
Non mi hanno fatto problemi riguardo Wattpad, non hanno accennato a l'eliminazione dello scritto online! Non ancora, almeno! 



10 - Un ultima cosa e ti lascio libera ;) mi confermi che Over sarà una trilogia e non una duologia?

Vorrei confermarti la trilogia, ma qui le cose cambiano da un secondo all'altro. Il mio obiettivo sono tre libri, per prendermi spazio per spiegare al meglio ciò che ho in testa! Spero che anche gli editori saranno di quest'idea!

Te lo auguro. Per quanto mi riguarda se i tuoi prossimi libri mi regaleranno le stesse emozioni di Over benvengano. 

Grazie di tutto e alla prossima. 

2 commenti:

  1. oddio ho amato alla follia questo libro, ma e' risaputo gli str@@@i sono i miei preferiti, quindi non poteva mancare Hunter. Questo libro e' stata una droga dalla prima all'ultima pagina. Complimenti Sabrynex, hai fatto centro. Spero presto nel secondo

    RispondiElimina
  2. Lo ha letto mia figlia su wattpad e se ne è' letteralmente innamorata... Adesso sono super curiosa e lo leggerò sicuramente!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...