giovedì 4 febbraio 2016

BIG APPLE "Living NY series #1" di MARION SEALS



Salve ragazze, oggi la nostra Francesca ci parla di "Big Apple", romanzo self publishing di un autrice italianissima. Di recente uscita, il libro ha subito attirato l'attenzione di molte lettrici per la sua vena frizzante e smaliziata. 
Ma andiamo a leggere la recensione per capire meglio le caratteristiche del libro.


TITOLO: BIG APPLE

SERIE: LIVING NY #1

AUTRICE: MARION SEALS

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

EDITORE: SELF PUBLISHING

Serie Living NY
1. Big Apple



Dora e Lex. Assistente personale e grande capo. Giovane e ambiziosa, lei, miliardario e casanova, lui. 
Sì, avete ragione, gli stereotipi ci sono tutti, e… no, non è un romance come quelli che avete letto finora. 
“Mi chiamo Dora Monroe, ho venticinque anni e vivo a New York. Che culo, direte voi. 
Vivo nella parte brutta di New York: il Bronx.” 
Fedora Monroe, per gli amici Dora, originaria del Connecticut, lavora in una famosa casa editrice della Grande Mela, come assistente personale del proprietario, in attesa della grande occasione. 
“Speravo di farmi notare abbastanza in fretta, ma dopo ben 743 giorni – sì, avete letto bene, SETTE-CENTO-QUARANTA-TRE, li ho contati – ancora nessuno si è inginocchiato ai miei piedi per supplicarmi di correggere le bozze di chicchessia. Chi dovrebbe promuovermi? Il mio capo, ovviamente. Chi è il mio capo?” 
Alexander Maximilian Stenton III, rampollo di una delle famiglie più ricche e in vista degli Stati Uniti, tanto bello e intelligente, quanto presuntuoso e dispotico. 
“Il mio nome è Alexander Maximilian Stenton III, ma gli amici mi chiamano Lex e la ragione non me la ricordo più. Nasco in una famiglia alto-borghese, con infiltrazioni nobili da parte di madre. La mia bisnonna sposò un conte e questo fa di noi i privilegiati tra i privilegiati. Ovvio che non conterebbe un cazzo se non fossimo anche schifosamente ricchi.” 
Ecco che, quando il romanzo di un’autrice di punta della casa editrice rischia di non essere pubblicato nei tempi previsti, Dora ha la possibilità di fare ciò per cui è nata: l'editor. 
Da qui, complice un segreto professionale che se rivelato farebbe perdere milioni di dollari, le vicende di Dora e Lex si intrecceranno in un incastro (im)perfetto di emozioni: litigate, sesso sfrenato e un’antipatia reciproca saranno gli elementi costanti del loro rapporto. 
A tutto questo si aggiungeranno le vicende dei loro amici e conoscenti che, tra situazioni pericolose e imprevisti comici, faranno da sfondo a un legame che andrà crescendo di giorno in giorno a dispetto dei due protagonisti. 
Riusciranno Dora e Lex, così in apparenza inconciliabili, a trovare un punto di incontro? O il loro orgoglio e la diffidenza reciproca li allontaneranno per sempre? 



Leggo la trama e devo dire che, da come è stata messa giù… mi incuriosisce. Non capita spesso di incontrare un'autrice che critica il proprio libro dicendo già che ci sono tutti gli stereotipi del caso: super miliardario sexy, playboy e stronzo lui, assistente personale, giovane, ambiziosa e ragazza normale, lei.
Poi però vado avanti e alla riga successiva già mi conquista con le parole di Fedora, Dora per gli amici. E così lo compro, mi lancio e lo inizio dopo appena dieci minuti dall’acquisto. Che dire ragazze, per ora il più bel libro del 2016! 



Partiamo dicendo che l’autrice è sconosciuta. Non ho mai letto gli altri suoi libri ma vi assicuro che rimedierò al più presto. Il suo modo di scrivere pungente e ironico mi ha conquistata e nonostante la storia sia già stata letta molte altre volte, la Seals ha inserito tematiche interessanti, riuscendo a creare una macedonia che risulta gustosa e variopinta. Partendo dal solito cliché del grande capo e l’assistente personale, ha creato due personaggi stratosferici. 
Inizio dal grande capo: Alexander Maximilian Stenton III… nome altisonante per un uomo che è tronfio quanto il suo nome. Trentacinquenne, fisico da urlo, sorriso strappamutande e molto, molto di più. Ricco da far schifo, sa con assoluta certezza che grazie al potere del suo nome e ai soldi che possiede, può arrivare a tutti e tutto perché tutti hanno un prezzo. È sua abitudine comportarsi da perfetto rampollo viziato, essere circondato da belle donne, servitori e leccaculo. Con cipiglio autoritario e prepotente dirige la sua casa editrice (una tra le tante aziende/attività che possiede), comportandosi da Re con un branco di feudatari.
E qui entra in gioco la nostra lei, Fedora Monroe, per gli amici Dora… il mio mito. 
Ecco, forse uno dei personaggi femminili che più ho apprezzato, nonostante alcune carenze che però fanno bene alla trama. Forte, determinata, scurrile come i peggiori scaricatori di porto, dolce nei momenti opportuni, intelligente e colta, sarcastica e tagliente. Un mix esplosivo di dinamite e nitroglicerina. E poi, finalmente, dopo tutte 'ste strafighe che si guardano allo specchio e si vedono “normali”, lei lo è davvero! Una bella ragazza, certo, ma nella norma, senza nessun occhione azzurro o capello biondo mosso. Compensa con un carattere da leonessa che il nostro bel Lex scopre molto presto.


La scena del licenziamento rimarrà tra i miei brani preferiti per molto tempo. XD
Per non entrare troppo nel dettaglio, vi dico solo che la storia d’amore/odio tra i nostri due protagonisti è condita da battibecchi, insulti e cattiverie da ambo le parti. Due caratteri simili che si scontrano su ogni piccola cosa ma molto presto l’attrazione fisica li fa diventare una sorta di Scopamici… o per meglio dire Scopanemici. Per buona parte del libro questi due si odiano proprio ed è stato molto divertente vedere come si relazionavano. 
E cosa dire dei personaggi secondari? Fantastici uno più dell’altro. A partire dal migliore amico di Dora, Randy, gay e ironico come pochi. Poi c’è Luther, padrone di casa di Dora e “papà” adottivo, ex ganster in pensione. George, domestico di Lex che con i suoi modi formali e arguti mette in netta difficoltà la nostra Dora. I genitori di entrambi i protagonisti… quattro personaggi dai caratteri opposti che si scontrano come l’acqua e il fuoco. Bud, il migliore amico di Lex, ex agente dell’FBI e ora investigatore privato che con le sue battutine al vetriolo rimette tutti in riga.
E per ultimi, ma non per ordine di importanza, ci sono i due fratellini che diventeranno il fulcro di tutto il romanzo. Thomas, detto il Sorcio e Judith. Loro rappresentano tutta la tenerezza e calore umano del libro. 
Vi ho incuriosito un pochino? Spero di sì. 


Oltre a una storia d’amore con tutti i crismi del caso, il libro esplora argomenti più profondi: il razzismo, l’abuso di potere, l’omofobia e il Dio Denaro. La Seals ha mischiato tutto, usando un linguaggio arguto quando era il caso e divertente e scurrile in altri passaggi. Ci fa riflettere su quanto il denaro ci renda succubi, vendibili. E per quanto poi la trama verta su un bel finale da romanzo d’amore, rimane un po’ l’amaro in bocca per quello che si è disposti a fare e su come le leggi, tante volte, ci remino contro.
Per finire, consiglio il libro? Assolutamente sì! La coppia Dora&Lex è veramente stupenda, passionale… insomma, non può mancare tra le vostre letture!
Alla prossima!!




4 commenti:

  1. Lo sto leggendo ora, mi sta facendo morir dal ridere!

    RispondiElimina
  2. Sono circa all'80% e la penso proprio come te. Una Chase tutta italiana......almeno credo!

    RispondiElimina
  3. Volevo ringraziarvi anche qui per la bella recensione. Sono contenta che il libro ti sia piaciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando esce il secondo volume uffffffffffffffffffffffffffff

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...