martedì 22 marzo 2016

ESITAZIONE " Serie Sinder #3" di JANE DEVREAUX


Salve readers, la recensione di oggi è sul terzo ed ultimo volume della serie "Sinder". Stiamo parlando di un romanzo self publishing dell'autrice francese Jane Devreaux. Lo ha letto per noi Martina, andiamo a scoprire le sue impressioni.


TITOLO: SINDER: ESITAZIONE

AUTORE: JANE DEVREAUX

EDITORE: SELF 

GENERE: NEW ADULT

SERIE SINDER                    
1. Sinder: La sperimentazione   RECENSIONE QUI
2. Sinder: L'attrazione RECENSIONE QUI
3. Sinder: Esitazione



Sandre e Josh ormai sono adulti, vivono per conto proprio, hanno un lavoro e nuovi amici… 
Si vedono di rado, ma a ogni incontro non possono fare a meno di ricordare quanto è potente l’attrazione che provano l’una per l’altro. 
Josh vorrebbe stringere il rapporto, mentre Sandre continua a rifiutare di impegnarsi. 
Ma proprio quando decidono di rinunciare, le loro vite si ritrovano stravolte






Esitazione è il romanzo di cui vi parlerò oggi, il terzo volume della serie "Sinder" di Jane Devreaux. Il secondo volume L'Attrazione (RECENSIONE QUImi aveva lasciato molto in sospeso, aspettavo questo terzo per sapere se Josh con la sua determinazione riuscisse nel suo intento: non far scappare la ribelle Sandre. Il bel rugbista innamorato perso dovrà convincerla che il suo amore è vero e che loro sono anime gemelle, non sarà una battaglia facile, come ricorderete la RIBELLE è una tosta, provata da un passato che l’ha segnata e ferita non riesce a fidarsi delle persone, ma soprattutto a avere alcuna fiducia in se stessa.
Josh e Sandre hanno preso strade diverse, studiano in università che distano molti chilometri di distanza, Sandre con la sua testardaggine è sempre più convinta che Josh deve seguire la sua strada e trovarsi la donna giusta per lui, che naturalmente non è lei. Ma Josh non è della stessa idea, anche se non gli mancano le ragazze con cui distrarsi il suo pensiero corre sempre a Sandre, l’unica donna che lui ama e amerà. La prima parte del libro è caratterizzata dai ricordi di entrambi, e sono dolcissimi, la lontananza che c’è tra loro non basterà a tenerli lontani, Sandre e Josh non smetteranno mai di vedersi, sono come calamite e mentre Josh urla il suo dolore per la reticenza di Sandre a impegnarsi, lei soffre in silenzio. Non solo Sandre non è pronta per un rapporto serio ma è sicura che porterà solo dolore a Josh, l’abbandono dei suoi genitori è ancora troppo vivo dentro di lei.



Phil il suo vero padre, che abbiamo conosciuto solo nel secondo volume, compie miracoli con Sandre, il suo amore l’ha resa un po’ più sicura, le offre quella stabilità emotiva che Sandre aveva perso. Anche se adesso ha una famiglia su cui contare e appoggiarsi non riesce ancora a accettare che lei può amare e che il suo amore non farà male a nessuno, tanto meno a Josh. Non riesco a biasimare questa ragazza, capisco perfettamente come si possa sentire, ammettere di amare Josh più della sua stessa vita la esporrebbe a mettere a nudo se stessa, le delusioni ottenute in passato hanno fatto in modo che la corazza innalzata per proteggersi non si sgretolasse tanto facilmente.


Come i precedenti romanzi non manca l’ironia, Josh e Sandre sono sempre vivaci e brillanti, i loro dialoghi sono sempre carichi di emozioni e di battute simpatiche che me li hanno fatti amare ancora di più. Josh è di una dolcezza unica, cercherà in tutti i modi di convincere la sua Ribelle che lui non può vivere senza di lei, che per lui quel sesso che era iniziato come un gioco si era trasformato in amore da molto tempo. Ma una serie di imprevisti non calcolati irromperanno per sconvolgere Sandre, Josh inizia a perdere le speranze e commetterà l’errore più grande che mi potevo aspettare. Ma non solo, quello che Sandre ha sempre tenuto distante e nascosto in fondo al cuore, quel passato che ha cercato in tutti i modi di dimenticare, tornerà nella sua vita, minando quel poco che era riuscita a costruirsi.
Sapevo che con questo romanzo l’autrice avrebbe affrontato il tanto tormentato passato di Sandre, era anche questo che mi affascinava di più, volevo delle risposte esaurienti che mi chiarissero il mistero di tali scelte, scelte che io non condividevo. Con mio dispiacere questo avviene solo in parte, tutto viene semplificato in poche pagine, poche righe che non hanno sfamato la mia curiosità e sono rimasta come si suol dire “a bocca asciutta”. Ma non solo questo ha contribuito a farmi storcere il naso, la prima parte del libro mi aveva coinvolto, era avvincente quel rincorrersi infinito di Josh e Sandre, si presumeva che sarebbe accaduto qualcosa, certo non avrei creduto che una storia che mi aveva tenuta incollata sin dalle prime pagine potesse cadere sul banale più ovvio.
Ho riscontrato anche diversi refusi che mi hanno distratto e rallentato la lettura, per questo motivo la valutazione del libro è scemata. Consiglio comunque la lettura di questa serie, la storia è piacevole anche se il finale lascia un po’ a desiderare. I personaggi sono ben descritti, peccato che questo ultimo libro non abbia mantenuto vivo lo stesso interesse che ho riscontrato nei precedenti.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...