giovedì 17 marzo 2016

SORTILEGIO "The Prodigium Trilogy - Hex Hall #3" di RACHEL HAWKINS


Salve, la RECENSIONE di oggi è in ANTEPRIMA, il libro esce domani. Parliamo del terzo volume della serie Paranormal/Young Adult di Rachel Hawkins. Lo ha letto per noi Chiara, andiamo a vedere cosa ne pensa. 




TITOLO: SORTILEGIO

SERIE: THE PRODIGIUM TRILOGY - HEX HALL #3

AUTORE: RACHEL HAWKINS 

GENERE: PARANORMAL YOUNG ADULT

CASA EDITRICE: NEWTON COMPTON EDITORI

The Prodigium Trilogy - Hex Hall (ANTEPRIMA SERIE QUI)
1. Incantesimo RECENSIONE QUI 02 Aprile 2015
2. Maleficio 
RECENSIONE QUI 17 Settembre 2015
3. Sortilegio 17 Marzo 2016
4. Magico 26 Maggio 2016

Benvenuti nella scuola dov'è normale essere speciali.
Proprio quando Sophie Mercer aveva deciso di accettare i suoi straordinari poteri magici, tipici di un demone, il Consiglio glieli ha tolti.
Ora Sophie è indifesa e in balìa dei suoi nemici giurati, le Brannick, una famiglia di donne guerriere che dà la caccia ai Prodigium. O almeno questo è ciò che Sophie pensa, fino al momento in cui non farà una scoperta sorprendente. Le Brannick sanno che una guerra epocale sta arrivando, e credono che Sophie sia l’unico essere abbastanza potente da salvare il mondo. Ma senza la magia, Sophie non è così sicura di sé. Riuscirà a riottenere i suoi poteri prima che sia troppo tardi?



Siamo giunti al capitolo finale di questa trilogia, iniziata ormai quasi un anno fa. Una breve rinfrescata alla memoria con i primi due volumi Incantesimo (RECENSIONE QUI) e Maleficio (RECENSIONE QUI); e ora possiamo procedere.
Sophie è senza poteri, è sola e in territorio nemico. O forse non è proprio così. Un colpo di scena ci attende già delle prime pagine del romanzo. Un ulteriore segreto verrà svelato, e un altro pezzo della vita di Sophie verrà alla luce, qualcosa che mai si sarebbe pensato fino alle ultime parole del precedente libro.
Lo scontro finale è alle porte, come sempre alleanze improbabili nasceranno a far fronte contro un comune nemico, vige al regola "Il nemico del mio nemico è mio amico", quindi coloro da cui prima bisognava guardarsi le spalle ora saranno fedeli compagni di battaglia.


Tutto verrà finalmente svelato, ogni persona troverà il proprio ruolo e posto in questa storia. E devo dire che ho chiuso il libro con molto dispiacere. Mi mancherà Sophie, così irriverente e con la sua lingua tagliente sempre dalla battuta pronta. I dialoghi, infatti come sempre, sono stati parecchio divertenti. Amicizia, quella indissolubile, è il sentimento che più si vive in questo capitolo conclusivo. Perché in ogni battaglia finale che si rispetti nessuno può vincere da solo. Sono gli amici, gli affetti cari che aiutano a sconfiggere il cattivo. E l'Amore? Vi chiederete. Bene, l'amore c'è, ma non è il sentimento trainante di questa storia, come sempre misteri, complotti e piani dei cattivi da sventare sono quello che più la caratterizza il che impediscono di staccarsi dalla lettura. E i sentimenti di Amore sono più quelli riguardanti la famiglia che gli amanti, anche se non mancano i baci tra Soph e Archer, ma non saranno questi a farvi continuare.


Che dire di questo terzo atto? Che sicuramente va letto per dare una degna conclusione alla trilogia. Io l'ho dosato in un paio di giorni perché ogni pagina era una pagina in meno verso la fine, un avvicinarsi al saluto a questi personaggi, che mi sono piaciuti molto.
Mi hanno di sicuro fatto divertire, mi hanno fatto sperare, e infine mi hanno fatto credere. Purtroppo la fine è stata forse un po' troppo sbrigativa. Io non leggo molti paranormal o fantasy, prediligo le storie d'amore, proprio per questo mi aspettavo che la battaglia finale fosse raccontata con maggiori dettagli, volevo uno scontro epico. Ahimè così non è stato.
La risoluzione si sbriga in poche, pochissime pagine. E un dubbio mi è rimasto, una questione non risolta ancora mi turba a distanza di ore, purtroppo non avrò mai una risposta, devo farmene una ragione. Non ho letto la saga di Harry Potter, lo ammetto, ma credo che in certi momenti il collegamento sia inevitabile, e capisco il commento di un'amica durante la lettura dell'ultimo volume
"Leggevo pochissime pagine al giorno perché più mi avvicinavo alla fine più mi rendevo conto che dovevo lasciar andare i personaggi", ora non voglio di certo paragonare le due serie, non si può (Potterhead non linciatemi ve ne prego), ma un pochino-ino-ino sì, dai. Ma proprio pochissimo.
Insomma, dopo un primo volume che non mi aveva soddisfatta del tutto, un secondo che mi aveva portata ad attendere con trepidazione questo, e, finalmente, questo atto ultimo secondo voi il mio consiglio è di leggere la trilogia? Ma certo che sì. Paranormal romance interessante, che spezza tra i vari YA, NA e contemporary romance, ma che avvince e appassiona. 


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...