lunedì 4 aprile 2016

RECENSIONE: TI PREGO DIMMI DI SÌ "Mistery man series - Dream man series #3" di KRISTEN ASHLEY


Salve readers, la recensione di oggi è sul terzo volume della Mistery man series. Caterina lo ha letto per noi e purtroppo non ne è rimasta molto soddisfatta, ma andiamo a scoprirne i motivi.

TITOLO: TI PREGO DIMMI DI SI

AUTRICE: KRISTEN ASHLEY

SERIE: MUYSTERY MAN SERIES #3

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

EDITORE: NEWTON COMPTON

Mistery man series - Dream man series
1. Non Dirmi di No RECENSIONE QUI 
2. Dimmi Che Sei Mio RECENSIONE QUI 
3. Ti prego dimmi di sì  24 Marzo 2016
4. Motorcycle Man
Da qui parte una nuova serie ANTEPRIMA SERIE QUI

Quando quattro anni fa l’ispettore Mitch Lawson si è trasferito nel suo palazzo, Mara Hanover si è subito innamorata di quel tipo affascinante. Ma Mitch era troppo per lei, e perciò non gli ha mai confessato i suoi sentimenti. Ciò non toglie che dopo tanto tempo sia ancora l’uomo dei suoi sogni. Il destino però le dà una mano e così un giorno, quando le si rompe un rubinetto, Mara accetta l’aiuto del suo gentile vicino di casa, e per sdebitarsi trova il coraggio di invitarlo a cena… E proprio quando il sogno di Mara sembra avverarsi, un imprevisto arriva a rovinarle i piani: dovrà occuparsi dei figli di suo cugino, un vero criminale da cui i ragazzini sono scappati. All’improvviso Mara si ritrova perciò con due bambini a cui badare e i bollenti spiriti di un poliziotto ansioso di aiutarla (e non solo) da tenere a freno… E Mitch, se davvero è convinto di volerla, dovrà fare presto i conti con tutti gli ostacoli che vogliono tenerli lontani. 





Questo libro per me è stato veramente una delusione, la Kristen Ashley di Non dirmi di no ( RECENSIONE QUI ) mi aveva davvero folgorato ma non si è riaffacciata né nel secondo né tanto meno in questo se non in brevissimi frangenti.
Per un attimo all'inizio del libro ho pensato che stesse ripercorrendo la strada giusta con La teoria di Mara purtroppo è durato il tempo di un lampo, e ciò che inizialmente appariva molto divertente è diventato di una pesantezza unica.
Mitch baby 
(l'aggiunta del baby deriva dal fatto che sono veramente poche le frasi dette da lui parlando con Mara che non includano il baby) è il protagonista maschile ed è veramente tanta roba, non dico di no, ma fin troppo perfetto, troppo buono, troppo protettivo e tutto troppo presto.



Insomma, mi è sembrata una favoletta e neanche tanto ben costruita. 
Nella loro storia d'amore arriva tutto (tranne il sesso) troppo presto, la protettività e la dedizione verso di lei e verso i due cuginetti è esageratamente immediata.
Mara e Mitch vivono nello stesso complesso di appartamenti. Loro si sono osservati e ammirati di nascosto l'uno dall'altra negli ultimi 4 anni, ma a causa della "teoria di Mara" e della sua forte insicurezza non hanno mai interagito. Quando, un giorno, Mara ha una perdita dal rubinetto del bagno e Mitch baby si offre di aiutarla.
Qualche giorno dopo una telefonata disperata da parte dei due cuginetti di Mara: Billie (la bambina) e Billy (bambino), in difficoltà e trascurati dal padre drogato e teppista di strada li avvicina. 
I bambini sono fuggiti di casa e hanno bisogno del suo aiuto, lei corre immediatamente a salvarli e Mitch l'accompagna.
Mara fa di tutto per ottenere la custodia dei bimbi e Mitch, da perfetto principe azzurro, è disposto a farsi in quattro per aiutare lei e i bambini, anche ospitarli nel proprio appartamento quando questo viene quasi distrutto da presunti ladri… si sono appena conosciuti, cavoli!!!
Da qui si dipanano una serie di situazioni via via sempre più assurde che in alcuni casi coinvolgono addirittura la mafia russa, affiancate da battaglie per la custodia dei bambini e problemi familiari. Io francamente 
ho trovato l'intera vicenda senza né capo né coda.



E se è vero che Mich baby è sexy, strafigo, maschio, protettivo e tutto quello che volete a me risultà, ahimè, anche molto poco reale. 
Mara dal canto suo, appare inizialmente, ma molto inizialmente una tipa davvero divertente, ma anche qui purtroppo c’è un ma, passate le prime 20 pagine cominci a non sopportarla, è timida da far paura, insicura e la sua teoria che inizialmente appare divertente diventa un tormentone.
Insomma è probabile che io mi aspettassi i fuochi d’artificio dato il libro d’esordio della Ashley, ma purtroppo qui siamo seriamente calati a picco negli abissi più profondi.


***ATTENFIONE SUPERSPOILER***
Il rapimento dei bambini a fine libro poi, direi che non è assurdo, di più… La mafia russa rapisce i bambini figli di un teppista/ex collaboratore ora in prigione col fine di farsi lasciare aperto un varco per entrare in carcere e poterlo far fuori.
Ma quale poliziotto avrebbe accettato? E perché? Per stessa ammissione del capomafia nessuno sospettava fosse Mitch a occuparsi dei bambini, e allora a chi volevano proporre questo assurdo accordo?
***FINE SPOILER***


Insomma la storia d’amore a me è parso facesse acqua da tutti i lati e ancor di più la parte suspense… non sta in piedi nulla, non regge, e l’unica cosa gradevole ma anch’essa fuori dalla realtà rimane Mitch baby.
Lo consiglierei? Io ho faticato a portarlo a termine quindi direi proprio che
 NO, non mi sentirei di consigliarlo.





1 commento:

  1. Concordo in pieno, MItch per carita' bel ragazzone, ma la storia due palle... Il migliore dei 3 per me rimane il 1, quante risate che mi sono fatta.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...