sabato 4 giugno 2016

OGNI TUO RESPIRO di IRENE CAO


Dopo qualche anno di silenzio, torna Irene Cao, con un nuovo romanzo autoconclusivo, edito da Rizzoli. La storia ci porta nelle isole Baleari, dove Bianca cercherà di ritrovare se stessa... Martina l'ha letta per noi, scopriamo cosa ne pensa...


TITOLO: OGNI TUO RESPIRO

AUTRICE: IRENE CAO

EDITORE: RIZZOLI

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

USCITA: 3 GIUGNO 2016


La passione è un viaggio profondo, come la danza. Perché la testa mente, ma le emozioni non mentono mai. Le basta un attimo per rendersi conto che la sua non è una vita perfetta e scoprire che Sebastiano, l'uomo per cui ha rinunciato al sogno di diventare étoile, è solo un bluff. Così, per dimenticare l’istantanea del tradimento, Bianca sceglie di seguire l’istinto come non ha fatto mai, e ascoltare il suo corpo. Al diavolo tutto, questo è il momento di cambiare le regole del gioco: compra un volo di sola andata per Ibiza, dove la madre – morta quando era piccola – ha trascorso la sua estate più felice. Il cuore le dice che quello è il posto giusto per ritrovare se stessa. E infatti l’aria magica dell’isola è un balsamo che rigenera l’anima, capace di trasformare una rigorosa insegnante di danza classica in una donna nuova, che è curiosa di sedurre e per la prima volta si sente pronta a esplorare un’altra dimensione dei sensi. Sul palco di una discoteca, i ricci di Bianca si sciolgono e gli occhi azzurri come il mare delle Baleari sono finalmente liberi di conquistare e seguire il ritmo del desiderio. Fino a quando incontrano il sorriso caldo e irresistibile di Mattia, che da lei vuole qualcosa in più... e la costringerà ad abbandonarsi all’alchimia travolgente della passione. Irene Cao, che con il successo internazionale della sua trilogia erotica ha inventato una nuova sfumatura del rosa, ci ricorda con questo romanzo che è sempre possibile imparare a fidarsi dell’amore, quello vero, che fa vibrare insieme il corpo e il cuore.





Sicuramente avevo delle aspettative riguardo a questo libro. Irene Cao la conoscevo per i suoi precedenti romanzi, anche se non mi avevano particolarmente appassionata. Quando ho letto la trama, la storia mi ha incuriosito. Aggiungiamo poi che essendo un autoconclusivo a differenza dei precedenti, ho sperato e ho creduto che questo libro potesse sorprendermi. Come avrete capito così non è stato, ho trovato la storia oltre che densa di clichè anche priva di interesse. 
Questo libro parla di una donna senza spina dorsale. Da anni è fidanzata con un uomo più grande di lei e che non è sicuramente la persona giusta per starle accanto. Bianca ha perso entrambi i genitori, e vede in Sebastiano un porto sicuro, che può darle calore e protezione. 




Il loro rapporto è per Bianca, più un dare che ricevere, lei che ama la danza e che sognava di diventare un étolie abbandona l’unica occasione che ha di entrare alla The Royal Ballet School, per non deludere Sebastiano e restare con lui. In quel momento è la decisione giusta, non vuole perdere l’uomo che le sta regalando una vita agiata e sicura. Bianca mi ha angosciata da subito, si sente che non è felice e che la vita che sta vivendo con Sebastiano non la soddisfa, ma lei non ascolta quello che sente e continua a convincersi che va tutto bene e che lui l’ama profondamente. 
E’ convinta che aiutare l’uomo di cui è innamorata nella sua azienda di grappe, sia quello che vuole, in fondo è quello che lui si aspetta da lei, una fidanzata accondiscendente che non alza mai la testa e che è sempre pronta a esaudire ogni suo desiderio. Peccato che tutto questo è solo un'illusione temporanea, perché nel momento in cui Bianca scopre il tradimento di Sebastiano tutto il mondo perfetto che si è costruita cade in mille pezzi.






Scappa da lui. Dall’uomo che l’ha umiliata e offesa. 

Trova rifugio dalla migliore amica di sua madre. Amalia vive da molti anni in Spagna, quindi senza pensarci due volte fa i bagagli e prende l’aereo per la Spagna. 
Da qui in poi si salvi chi può. Il libro è di una noia mortale, dopo essermi sorbita ogni minimo dettaglio di cui l’autrice voleva rendermi partecipe, e dei quali onestamente potevo fare a meno, arriviamo all’incontro con Mattia che avviene intorno alla metà del libro, nel frattempo mi sono “deliziata” del fantastico panorama della Spagna, e delle sue molteplici abitazioni.  Il libro per lo più racconta particolari e descrizioni che non servono molto a capire la storia. 


Se dovessi spiegarvi come si sono innamorati non saprei cosa rispondervi. Non lo so. Il loro stare insieme si riduce a poche pagine e non bastano per coinvolgere il lettore. 
Tra loro non ho sentito passione, non sono travolgenti e da quello che ho letto nemmeno innamorati. Quindi il loro rapporto su cosa si basa? Anche per questa domanda non ho una risposta. 
L’autrice è stata fin troppo esaustiva nei dettagli dando poco spazio a ciò che era veramente importante: i protagonisti e la loro storia. 
Mi spiace ma non vi consiglio la lettura, è deludente ed ho faticato molto a portarlo a termine. 



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...