domenica 5 giugno 2016

POSSESSION ASCESA "Series #1" di VALENTINA C.BRIN


Salve readers, oggi parliamo di Self Publishing. Il quarto volume della serie Romance Male to Male, Dark di Valentina C. Brin.
Possession non è il classico M/M è un libro nudo e crudo, che parla di passioni sfrenate, di sentimenti nascosti, di peccati dell'anima.
Questo è quello che ci dice Concetta nella sua recensione, andiamo a scoprire nel dettaglio cosa ne pensa.

TITOLO: POSSESSION ASCESA

AUTORE: VALENTINA C. BRIN

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: MALE TO MALE/ DARK ROMANCE

DATA DI USCITA: 6 GIUGNO 2016

 Obsession Series
1. Obsession
2. Il prezzo della passione
3. L'uomo di fede
4. Possession Ascesa vol 1.
5. Possession Rovina  vol 2.
6. Untitlet Obsession saga #3
7. Untitled Obsession saga#4, spin-off 


Londra, 1680. Per il giovane Charles Rochester, marchese di Bolton ed erede del duca di Norfolk, desiderare un uomo è inaccettabile: la feroce attrazione che il nuovo servo suscita in lui deve essere soffocata a qualunque costo. Tuttavia non è facile costringere il cuore a tacere quando coloro che dovrebbero comprenderti ti tradiscono e l'unica persona leale sembra essere la sola da cui cerchi disperatamente di scappare. Per Dorian Pratt, invece, non c'è speranza: capisce subito di essere perduto non appena posa gli occhi sul suo signore. Sa bene che non potrà mai averlo, eppure impedire al proprio corpo di reagire in sua presenza sembra essere impossibile.
Quando i pericolosi segreti nascosti tra le mura di Norfolk House vengono a galla, tutto precipita. C'è solo un modo in cui Charles può sperare di tenere Dorian con sé, ma per poterci riuscire deve essere pronto a sacrificare il valore più importante che Dio gli ha donato: la propria umanità.
I torti non si perdonano e per il sangue versato c'è sempre un prezzo da pagare





Se c'è qualcosa che proprio non riesco a fare quando inizio a leggere un libro come questo è fermarmi.
Mi era già successo tempo addietro con un'altro dei libri di Valentina C. Brin: Obsession.
Avevo iniziato a leggere le prime pagine per poi ritrovarmi, a notte fonda, ad aver terminato l'intero libro.
Anche questa volta si è ripetuta la magia.
Possession non è il classico M/M cui sono solita intrattenermi.
E' un libro nudo e crudo, un libro che parla di passioni sfrenate, di sentimenti nascosti, di peccati dell'anima.
Quei peccati che ti sporcano e ti corrodono, quelli atroci e silenziosi che non ti lasciano scampo e ti marchiano a fuoco la pelle.
Ed è proprio uno dei peccati più temibili dell'epoca, ma nello stesso tempo molto diffuso, che si ritrovano a commettere questi due uomini che la vita metterà l'uno sulla strada dell'altro.
Due uomini diversi per lignaggio e condizione di vita, due uomini che non potrebbero in alcun modo avvicinarsi, eppure... 
Il primo, Dorian, è un umile servo, abbandonato alla nascita e cresciuto in un orfanotrofio di Norwich.
Deriso da tutti per i suoi strambi sogni notturni, che lo portano a vedere cose che poi si avverano col tempo, passa le giornate in solitudine, sollecitato anche dalla suora del convento che teme ripercussioni per quella sua strana dote segreta.
Questo dono lo porta a vedere cose pericolose, sogni spaventosi che parlano di morte e di sangue, sogni che lo turbano e lo scuotono nel profondo, facendolo urlare nel cuore della notte.


E queste urla portano gli altri orfani a vederlo come quello strambo, lo stregone da cui tenersi lontano, il ragazzino dannato.
Si sa, la crudeltà dei ragazzi a quell'età può essere molto pericolosa, infatti Dorian si ritrova sempre in tafferugli o in punizione per esser venuto alle mani con gli altri orfani dell'orfanotrofio.
Improvvisamente, soprattutto sotto sollecitazione delle suore stesse, si ritrova scelto da Mr Moonro, maggiordomo principale del castello, per entrare a far parte della servitù di Norfolk.
Una scelta che cambierà per sempre il suo destino.
Quando le porte del castello si chiuderanno dietro le sue spalle, capirà che all'interno di quelle mura  sarebbe iniziata la più forte ma allo stesso tempo incerta avventura della sua vita.
Il castello è una dimora particolare, che cela molti più segreti di quanto si possa pensare.
Ed è al suo interno che facciamo la conoscenza del personaggio più forte di questo romanzo.
Charles Rochester, figura emblematica e molto, molto particolare.  


Charles è un ragazzo enigmatico, cela nel suo animo una bipolarità che lo condurrà a scoppiare nel corso del racconto fino a trasformarsi un un uomo tormentato e poco incline alla misericordia.
Questa folle attrazione nei confronti del suo servo lo porterà a dover rivedere tutto quello in cui credeva, a dover riconsiderare tutti quelli che erano i punti fermi nella sua vita.
Ma prima di iniziare a cedere dovrà affrontare una lotta con se stesso e con i suoi reali bisogni.
L'iniziale  negazione della propria sessualità lo porterà a sentirsi in uno stato di profondo tormento e dannazione.
E arriverà a commettere errori e peccati che gli macchieranno la vita e la sua stessa anima.
Errori da cui sarà impossibile tornare indietro.
Il rapporto tra i due protagonisti è veramente profondo, fino a quasi a resentare la pazzia.
Un amore morboso, viscerale, che coinvolgerà emotivamente anche il lettore.
La scrittrice sa raccontare bene il profondo turbamento di queste due povere anime che cercheranno  in ogni modo di non cedere, di sacrificarsi per il "bene" dell'altro.
Tormento, dolore, afflizione, ecco cosa esce dalle pagine di questo romanzo.
La natura oscura del duca è mitigata dalla bontà, dal candore e dalla freschezza del giovane Dorian.
La luce che accetta l'oscurità e si combina con essa.
Dorian è la mano a cui Charles dovrà aggrapparsi per uscire dal profondo baratro in cui sta inesorabilmente piombando.
Un baratro fitto di follia, di perversione e soprattutto di morte.
Una lettura davvero scorrevole, un racconto che ti porta a volerne sapere sempre di più.
Ho adorato ogni pagina di questo romanzo, e mi sono stupita di me stessa
Come ho accennato inizialmente non è il classico racconto a cui sono abituata, di solito rifuggo da tutto quello che è cupo e dark.


Ma ho iniziato a leggere e non sono più riuscita a fermarmi.
Ci sono scene su cui il lettore potrà soffermarsi di più e sarà spinto a processare, ma nel complesso è un racconto veramente bello. 
E lo consiglio a tutti quelli che vogliono leggere qualcosa di nuovo e insolito.
La penna della scrittrice è veramente inconfondibile, e alcuni tratti mi hanno portato inevitabilmente a pensare al suo primo romanzo d'esordio, anch'esso crudo e bello spietato.
Ma per sapere i risvolti di questa storia, ahimè, ci toccherà attendere il secondo e ultimo libro della serie.
Speriamo presto...



1 commento:

  1. Grazie, grazie, mille volte grazie Concetta! E benché io ti ringrazi, ti posso assicurare che queste parole non bastano per esprimere l'emozione e la gratitudine che sto provando. Sono onorata che Possession - Ascesa ti sia piaciuto, soprattutto alla luce del fatto che rifuggi da ciò che è cupo e dark. Grazie ancora per avergli (e avermi) dedicato il tuo tempo e grazie a tutte le ragazze dello staff per avermi dedicato questo spazio. Un abbraccio.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...