giovedì 4 agosto 2016

IL VIAGGIO CHE MI HA CAMBIATO LA VITA di JEN MALONE



Salve Readers, la recensione di oggi è su uno young adult edito da Harper Collins. Caterina che lo ha letto per noi ce lo descrive come un romanzo frizzante, romantico e divertente, indicato per un pubblico giovane o per chi ha una passione sfrenata per i primi amori, andiamo a leggere la sua recensione.

TITOLO: IL VIAGGIO CHE MI HA CAMBIATO LA VITA

AUTORE: JEN MALONE

GENERE: YOUNG ADULT, LIBRI PER RAGAZZI

EDITORE: HARPER COLLINS

DATA D'USCITA07 LUGLIO 2016

AUTOCONCLUSIVO




La diciassettenne Aubree ha sempre idolatrato la sua avventurosa e perfetta sorella maggiore, anche se è sempre stata più che contenta di seguire le sue peripezie per il mondo dalla confortevole casetta dove vive insieme ai genitori adoranti. Così, quando Elizabeth si mette "un tantino nei guai" per la prima volta in vita sua - per coprire Aubree per giunta - e ha bisogno davvero dell'aiuto dell'impacciata sorellina, Bree ne è lusingata, ma rimane irremovibile. Non potrebbe mai, in nessun modo, riuscire a fare quello che le chiede Elizabeth: impersonare la sorella, uscita fresca fresca dal college, per tutta l'estate, così che possa guadagnarsi la raccomandazione che le serve per aggiudicarsi il lavoro dei sogni. No, no, no! Non accadrà mai. Soprattutto dal momento che il lavoretto estivo di Elizabeth consiste nel fare da guida per un tour in pullman. Un tour in pullman attraverso l'Europa. Un tour in pullman attraverso l'Europa per anziani. Tutto ciò, ovviamente, molto prima di sapere del figlio super-carino (e non anziano) dell'organizzatrice. Bree sarebbe pazza ad accettare. O, no?






Chi mi conosce sa che sono una patita degli Young Adult e malgrado la cover non mi attirasse per nulla, sicuramente non potevo farmi sfuggire questa ultima uscita Harper Collins. Ho iniziato così la lettura anche se un po' riluttante e a causa non solo della cover, ero pronta ad un polpettone noioso invece, meraviglia delle meraviglie, mi son trovata a leggere un racconto frizzante, romantico e divertente. Sicuramente più indicato per un pubblico giovane o per chi come me ha una passione sfrenata per i primi amori.



Aubree prende il posto della sua perfetta sorella Elisabeth in un tour europeo,  il suo compito è quello di impersonarla e fare la guida turistica in un viaggio per anziani. 
Peccato che in realtà lei sia la persona meno avventurosa e meno organizzata del mondo. Non si è mai allontanata prima d'ora dalla sua casetta in Ohio e in realtà non ne sente nessuna necessità. Una serie di accadimenti purtroppo la obbligano a sentirsi in dovere di aiutare la perfetta sorella, al fine di salvare la sua futura carriera e dimostrare che non è quell'incapace che lei crede che sia.
Tutto questo come potrete immaginare, porta a tutta una serie di situazioni che Aubree cerca di gestire a modo suo e che inevitabilmente, dato il personaggio, portano a soluzioni  spesso esilaranti.
Una delle cose che mi ha stupito è la descrizione dei luoghi. 
Normalmente io sono annoiata da descrizioni troppo accurate che interrompono il filo narrativo. In questo caso, la Malone riesce a fonderle alla narrazione sotto forma di aneddoti o a inserirle nei punti giusti in modo da non farle mai risultare pesanti, e pur essendo a volte molto dettagliate e puntuali, non annoiano affatto ma anzi arricchiscono la storia.



La crescita di Aubree è forse la parte migliore del romanzo. Come ho detto è chiaro fin dall'inizio che Aubree non è entusiasta dell'avventura che si troverà a dover affrontare, tuttavia, questo viaggio la costringerà a uscire dalla sua bolla e le farà affrontare i problemi che man mano le si prospetteranno. La sua crescita è graduale.  Mi è piaciuto guardare Aubree acquistare ogni giorno più fiducia in se stessa e sicurezza. L'unica cosa che mi ha infastidito in lei è stata la sua avversione verso il cibo locale (tranne quello italiano). Capisco in parte la scelta dell'autrice, dovuta probabilmente a rimarcare la sua scarsa voglia di avventura anche nelle cose più elementari. Presumo sia stato un modo per sottolineare ulteriormente alcuni concetti.
Il cast secondario, cioè i 6 vecchietti arzilli che viaggiavano con lei sono fantastici, ognuno con caratteristiche proprie, ognuno dei quali aiuterà Aubree a crescere e a conoscere se stessa in maniera spesso divertente e originale, il che non guasta.
Ultima freccia al proprio arco per la Malone è Sam che scocca in maniera precisa e puntuale, ci si innamora subito di lui. Per buona parte del viaggio Aubree e Sam si parlano telefonicamente ma già lì si avverte la simpatia, la solarità e la prontezza di spirito che caratterizza il suo carattere. Le loro conversazioni telefoniche e non, risultano veramente spassose  e divertenti. Sam si rivelerà ben presto uno degli elementi trainanti del libro. Inoltre una volta unitosi alla comitiva, porterà alla storia quel pizzico di romanticismo che completerà il tutto.



E' la tipica storia che farei leggere tranquillamente ai miei ragazzi, ricca di insegnamenti, senza argomenti troppo impegnativi e complicati. Una storia romantica e divertente, con dei momenti commoventi, arricchita in maniera sapiente da bellissimi scorci della nostra stupenda Europa.
Lo consiglierei assolutamente soprattutto a un pubblico giovane. Ma anche a chi come me a volte gradisce una storia un po' meno impegnativa young e fresca. 




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...