mercoledì 10 agosto 2016

LA MIA STRADA SEI TU di ISABELLE BROOM


Oggi parliamo del romanzo d'esordio di Isabelle Broom che ci porta nella favolosa isola di Zacinto in Grecia. Andiamo a scoprire cosa ne pensa Caterina.


TITOLO: LA MIA STRADA SEI TU

AUTORE: ISABELLE BROOM

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE / NEW ADULT

EDITORE: GIUNTI

DATA D'USCITA: 3 AGOSTO 2016

AUTOCONCLUSIVO


Holly fa di tutto perché la sua vita sia perfetta: vive a Londra, nel cuore del mondo, e ha un lavoro come copywriter per un sito di moda. La sua infanzia drammatica e solitaria, segnata dalla tragica morte di sua madre fa ormai parte del passato e lei è più decisa che mai a essere la fidanzata ideale per Rupert, un ragazzo affascinante, che fa soldi a palate lavorando nella City. Sarebbe da stupide farselo scappare. Ma un'improvvisa lettera sconvolge le poche certezze di Holly sulla sua vita. Le viene infatti comunicato di aver appena ereditato una grande casa a Zacinto da una zia che nemmeno sapeva di avere. Dopo qualche esitazione, Holly decide di partire per l'isola e tutto cambia colore: perché sua madre non le ha mai parlato della zia? Perché quella casa ha un aspetto così familiare? E chi è quel ragazzo che abita vicino e che sembra sapere molte cose di lei?













Oggi parliamo di un romanzo la cui uscita è passata un po' in sordina, ma che a mio avviso merita maggiore attenzione. Sono stata subito attirata dall'ambientazione e dalla trama accattivante.



La prima cosa che spicca in questo libro è che è stato scritto da una persona che sicuramente conosce e ama i luoghi che si trova a descrivere.
Isabelle Broom ha fatto un ritratto perfetto dei luoghi, dei sapori e della gente del posto. E sì, perché pur non essendo stata a Zacinto, chi ha visitato le isole greche sicuramente si ritroverà come me a fare un salto in quei luoghi magici. 
La descrizione dei luoghi turistici, ma anche quella dei villaggi e dei luoghi incontaminati sono la vera e propria realtà greca. Si passa da un consumismo sfrenato fatto di locali e vita notturna alla pace e al contatto con la natura incontaminata in un battibaleno. Dai venditori fuori dai locali dediti ad attirare clienti, ai personaggi accoglienti che mirano solo a far conversazione e a godersi una vita rilassata senza alcun secondo fine. Questa visione equilibrata dà sicuramente al lettore la possibilità di vivere un'esperienza reale.
La protagonista indiscussa di questo libro è Holly, una donna tormentata dal suo passato.
Riceve una lettera della zia in cui le viene comunicato che ha ereditato una casa in un isola greca. Holly non la conosceva e questo le crea in un primo momento uno shock.


Holly ha trascorso gran parte della sua vita creando una corazza invisibile attorno a sé e permettendo raramente alle persone di avvicinarsi troppo. Lo stesso fidanzato, Rupert, sa ben poco di lei. Lei tenta in tutti i modi di uniformarsi a lui, cercando di essere quello che crede lui voglia che sia.
La morte della madre, che era ormai da dieci anni un'alcolista, l'ha fortemente segnata. E' arrabbiata con la madre che l'ha abbandonata a se stessa e privata dell'affetto e delle cure di cui qualsiasi bambina e adolescente avrebbe bisogno. 
Questa lettera e questa eredità la costringeranno non solo ad un viaggio in Grecia ma anche a un viaggio alla scoperta del suo passato, dei suoi traumi e delle sue paure.
Seguiremo con Holly una mappa dell'isola alla scoperta dei luoghi che sono stati importanti per mamma e zia, scoprendo man mano cosa le ha portate alla rottura e cosa ha portato la mamma all'alcolismo e all'apatia. Aidan il bel vicino la accompagnerà nelle fasi più difficili di questa scoperta. E lei si troverà a dover affrontare delle scelte. Riuscirà a scegliere tra ragione e stabilità: Londra e Rupert (il suo fidanzato) e cuore e ignoto: Zacinto e Aidan?


Ho apprezzato molto i personaggi di questo libro, che lungi dall'essere perfetti ci mostrano le loro debolezze ma pur capendo che è la storia di Holly forse avrei approfondito un pochino il personaggio di Aidan che risulta già così davvero molto interessante ma che  a mio avviso avrebbe potuto esserlo di più. 
I temi affrontati in questo libro sono soprattutto il ripianto e il perdono. Holly fa un vero e proprio viaggio alla scoperta di se stessa, e vivremo la sua crescita interiore.
Questo libro lo definirei un diesel, carbura andando avanti con la lettura. L'inizio risulta sicuramente un po' lento, ma una volta ingranato vorrete saperne sempre di più fino ad arrivare a scoprirne tutti i segreti.
Lo consiglierei? Sì direi di sì. Non è certamente un romanzo da montagne russe. Ma sicuramente una piacevole lettura accattivante e coinvolgente.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...