giovedì 25 agosto 2016

RECENSIONE: TUTTA LA PIOGGIA DEL CIELO Tutta la pioggia del cielo series #1" di ANGELA CONTINI nota come ANGELA C. RYAN


Oggi vi parliamo di un libro uscito alla fine di giugno nella neo collana First di Newton Compton.
Si tratta di Tutta la pioggia del cielo di Angela Contini meglio conosciuta come Angela C. Ryan al pubblico Self! Andiamo a scoprire cosa ne pensa Barbara di questa nuova versione approdata  alla Casa Editrice!

TITOLO: TUTTA LA PIOGGIA DEL CIELO

AUTORE: ANGELA CONTINI


EDITORE: NEWTON COMPTON


GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE


DATA D'USCITA: 30 GIUGNO 2016


Tutta la pioggia del cielo series:
1. Tutta la pioggia del cielo 30/06/2016

2. Tutte le stelle del cielo PROSSIMAMENTE


 Lui odia le scemenze, è vegano e innamorato della natura. Lei odia le rane, ha paura degli animali e quando si mette in testa una cosa non c’è verso di farle cambiare idea. Victoria è una scrittrice di successo in crisi creativa. Il suo agente, per aiutarla a superare l’impasse, la spedisce da Chicago in una tranquilla fattoria nel Vermont, dove il silenzio è l’unica cosa che non manca. Nath è di una bellezza selvaggia, ma burbero e scostante fino alla maleducazione. Ha deciso di rinunciare a un lavoro prestigioso per dedicarsi alla vecchia fattoria del padre, anche se è sempre più schiacciato dai debiti. Perciò la sorella Susan gli propone di affittare una stanza a una ragazza di città con il blocco dello scrittore che, assicura, non gli darà alcun fastidio. E invece i guai, sotto forma di un viso pieno di lentiggini e inappropriati tacchi alti, stanno per arrivare…

È inutile, in un libro non è importante solo il contenuto, l'occhio vuole la sua parte e la cover è la prima cosa che ci colpisce in un romanzo.
Questo è il caso di Tutta la pioggia del cielo di Angela Contini, meglio nota nel self publishing con lo pseudonimo di Angela C. Ryan.
Appena ho visto questa cover che raffigura i due innamorati che si baciano ovvero lui che bacia lei con il trucco colante... ho detto: questo è mio! 
Solo dopo ho letto la trama e mi sono convinta maggiormente.
È la storia di Victoria, scrittrice di successo che perde l'ispirazione  e complice il suo editore, viene spedita in una fattoria del Vermont a ritrovare quel giusto guizzo che la rimetterà in carreggiata.
Il proprietario della fattoria non è niente meno che il fratello della cognata dell'editore di Victoria. Il suo nome è Nath Owens. Laureato in agraria, preferisce fare il contadino che passare le sue giornate rinchiuso in un ufficio.


Naturalmente anche per Nath questa convivenza sarà un obbligo che però lo salverà dalla montagna di debiti accumulati dal padre e da lui stesso per continuare a far sopravvivere la fattoria e mantenere gli animali ormai diventati solo animali di compagnia. Nath, infatti è un convinto vegano che produce solo alimenti vegetali destinati alla vendita. Se Victoria riuscirà a portare a termine il suo libro, buona parte del ricavato sarà destinato a Nath in cambio della sua ospitalità.
In realtà ne vedremo delle belle. Fra i due l'antipatia è immediata.
Victoria dovrà vedersela con l'aspra vita di campagna, il papero di Nath che si comporta come un cane da compagnia, e con gli assoluti modi scorbutici di lui che non le favorirà nulla.
Riusciranno a trovare un punto d'incontro? Victoria riuscirà a portare a termine il suo libro? Nath si addolcirà con la compagnia femminile di Victoria? Ma soprattutto, nascerà una storia fra questi due improbabili personaggi? 
Dopo la cover, la seconda piacevole sorpresa è la scrittura di questa, per me, nuova autrice.
La fluidità di narrazione non è per niente banale ed è sicuramente ironica.
I dialoghi fra i due protagonisti sono un tripudio di frecciatine e scherni.
Entrambi hanno un background che li ha resi ostili nei confronti del prossimo.
Pertanto difficilmente abbasseranno la guardia l'uno per l'altra.
La terza novità e sorpresa è l'inserimento all'interno di questa storia, della narrazione in parallelo del libro che Victoria sta scrivendo.
Ci racconterà una storia romantica, quella di Sofia e James, ambientata negli anni '50.
Sofia giunge in America dall'Italia con la sua famiglia e si innamorerà perdutamente di James, suo vicino di casa che combatte come pugile per mantenersi.


Pertanto vi troverete a tifare per una e l'altra coppia, incalzate dagli scenari avvolgenti del Vermont, dalla vita di campagna, dalle cose semplici e dolci come lo sciroppo d'acero prodotto da Nath.
Ma avrete anche dei momenti di sclero quando vedrete i nostri ragazzi avvicinarsi per poi subito allontanarsi per la paura di cadere uno nella rete dell'altra.
Quando poi sembra che le cose prendano una strada, un imprevisto metterà tutto di nuovo in ballo e i nostri protagonisti dovranno di nuovo combattere contro le insicurezze e ciò che li tormenta.




Mi sono letta questo libro nel viaggio di ritorno dalle ferie, dalla Francia all'Italia e nemmeno i panorami mozzafiato della Costa Azzurra mi hanno fatto distogliere l'attenzione dalla storia che stavo leggendo.
L'unica cosa che mi è mancata è l'erotismo e la sensualità nelle scene d'amore. 
È praticamente un vento tiepido che soffia con timidezza e riservatezza.
Un paio di scene nello specifico avrebbero potuto far scoppiare i fuochi d'artificio nelle nostre ovaie.
Purtroppo non è successo niente di tutto ciò.
Angela Contini fa trapelare questa sua timidezza o forse senso pudico che trovo molto limitante e penalizzante.
Spero che riesca in futuro a inserire quel pizzico di peperoncino che riscaldi i nostri animi e metta in agitazione i nostri ormoni esigenti! Lo consiglio sicuramente senza indugi.
Alla prossima!




3 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...