martedì 19 giugno 2018

Recensione in Anteprima: REBEL LOVE di ERIN WATT


Salve readers, per le amanti del duo Erin Watt oggi sarà una gioia, escono ben due libri autoconclusivi di queste fantastiche autrici entrambi editi da Sperling & Kupfer. Solo ieri infatti abbiamo pubblicato la recensione di REAL LOVE. Due libri da divorare. 
Andiamo a scoprire qualcosa di più anche su questo secondo libro dalle parole di Caterina che lo ha letto per noi in anteprima.

TITOLO: REBEL LOVE

TITOLO ORIGINALE: ONE SMALL THING

AUTRICE: ERIN WATT (Elle Kennedy & Jen Frederick)

EDITORE: SPERLING & KUPFER

GENERE: YOUNG ADULT

DATA D'USCITA: 19 GIUGNO 2018

AUTOCONCLUSIVO 

La vita di Beth non è più la stessa da quando sua sorella è morta in un incidente. Da allora, i genitori hanno obbligato Beth a vivere in una prigione dorata, monitorando ogni sua mossa, nel tentativo di proteggerla da ogni cosa. Una sera, però, riesce a sgattaiolare fuori di casa per andare a una festa. Qui incontra Chase. Un ragazzo stupendo, appena arrivato in città, con l’aria da bad boy e due incredibili occhi blu. Ma Chase porta guai, e belli grossi anche. Fresco di riformatorio e determinato a ricominciare la sua vita, Chase ha molti fantasmi da affrontare e molte colpe da espiare. E Beth sarà presto costretta a fare una scelta: seguire le regole, o il suo cuore, rischiando di distruggere tutto... di nuovo.

Erin Watt per me è una di quelle autrici per cui scatta l'acquisto automatico, non la mia preferita ma una di quelle che quando scrivono qualcosa so che è esclusa la delusione. Certo ci sono i libri che apprezzo di più e altri che apprezzo di meno, ma un loro libro non potrà mai lasciarmi priva di emozioni. E questa sinossi mi ha intrigato dal primo momento in cui l'ho letta.


Beth Jones ha 17 anni e sta per iniziare il suo ultimo anno di liceo alla Darling High. Dovrebbe essere felice, pensare al suo futuro, scegliere il college da frequentare e godersi il suo ultimo anno di liceo tra feste, amici e ragazzi come tutti i ragazzi della sua età. Ma non è così. Si sente in trappola, come se non riuscisse a respirare. La sua vita e la sua libertà insieme alla spensieratezza sono terminati nel momento in cui tre anni prima è morta in un incidente sua sorella Rachel.

Da lì tutto è cambiato drasticamente, i suoi genitori sono ossessionati dall'idea che la stessa cosa possa capitare anche a lei. Dire che sono diventati iperprotettivi è un eufemismo. Controllano ogni sua mossa, ormai la sua vita è diventata un insieme di regole, limiti e restrizioni.

Alla disperata ricerca di una pausa dalla triste realtà che sta vivendo, Beth, accetta un invito a una festa in una città vicino alla sua, dove ci sono ragazzi che non fanno parte della cerchia dei suoi amici. Un atto di ribellione, un modo per sentirsi libera e divertirsi un paio d'ore e che, soprattutto, le faccia dimenticare per un po' quel senso di oppressione che ormai la accompagna costantemente. Un modo per stare lontana sia dai genitori che da tutte le persone che la conoscono e la guardano con compassione a causa di quello che è accaduto. Un po' di svago prima di ricominciare la sua triste esistenza.

Beth è sempre stata una brava ragazza ma ora che la sua casa è diventata la sua prigione sente la necessità di trasgredire e dimenticare tutto per una sola sera.

Appena arriva alla festa i suoi occhi sono immediatamente calamitati da uno splendido ragazzo di nome Chase. Beth decide di abbordarlo. Il feeling è subito molto alto e i due condividono qualche ora insieme convinti entrambi che le loro strade non si incroceranno mai più. Immaginatevi lo stupore quando i ragazzi si incontrano a scuola. Frequenteranno infatti lo stesso istituto e avranno diverse lezioni in comune. 

L'unico momento di ribellione che Beth abbia mai avuto, nel quale ha tirato fuori il suo lato selvaggio, gli si ripresenta nella vita di tutti i giorni e quell'unica notte di trasgressione e libertà complicherà ulteriormente la sua vita.



Malgrado tutti gli eventi che si presenteranno, Beth, non riesce a rimpiangere ciò che è accaduto con Chase. Più lo conosce e più ha necessità di passare del tempo con lui. Solo con lui riesce a trovare pace. Sa che dovrebbe stargli lontana ma è attratta come una falena dalla luce. Lui è bello, intenso e molto maturo per la sua età.
Tutti cercano di dividerli, non possono stare insieme, lui non va bene per lei per più di un motivo. Lo stesso Chase cerca di tenerla a distanza. Non ha bisogno di altri problemi, dopo tre anni di riformatorio deve solo cercare di tenere un profilo basso ed espiare i peccati che lo hanno profondamente segnato.
Beth deve fare delle scelte e non saranno facili. Rischiare tutto per la persona che il suo cuore desidera più di ogni altra cosa o vivere la sua vita come vogliono gli altri, come tutti reputano che sia giusto. 
I personaggi di Rebel Love sono fantastici. Sono tormentati dal loro passato, vivono un presente difficile ma lo affrontano con coraggio e hanno difficoltà a guardare al futuro. Stentano a trovare la via giusta per affrontarlo ma non si nascondono. 
Sia Beth che Chase sono dei grandi protagonisti. Beth è più istintiva, è più battagliera. Chase è riflessivo, quello che ha dovuto affrontare nel suo passato lo ha aiutato a esserlo. Ha acquisito molta profondità e maturità per essere un diciannovenne. I sensi di colpa lo stanno facendo sprofondare. Lui è un buono e vede tutto quello che gli capita come se se lo meritasse. Insieme questi due ragazzi si completano ed è lampante al lettore. Le autrici come sempre hanno fatto un ottimo lavoro sui personaggi.
Questa storia parla di temi forti, di perdita e di come questa viene affrontata. Di bullismo e di come anche gli adulti spesso scelgano la strada più facile per fronteggiarlo anche se difficilmente è quella giusta. Di perdono e di seconde possibilità. Di un amore proibito.
Le scrittrici ci mostrano con questo romanzo come nella vita ci sia sempre qualcosa per vivere. Qualcosa per cui essere grati. Qualcosa per cui guardare al futuro.


Avrete capito che ho amato questo libro, e ho apprezzato che le autrici questa volta siano state lineari, non hanno creato drammi inutili, un'unico evento che già da solo dà molto a cui pensare. Questa linearità rende il romanzo sincero, genuino e non artificialmente intrigante. Non c'è nulla di forzato. E' meraviglioso nella sua semplicità. 
L'unica cosa che mi ha un po' infastidito è stato il finale, a mio avviso troppo affrettato. Avrei preferito vivere le situazioni con un po' più di calma e in maniera più estesa. Ma questa è la scelta delle autrici e la accetto anche se non la condivido.
Se cercate un libro intenso, commovente con una trama originale e dei personaggi coinvolgenti, direi che questo è il libro che fa per voi.


Se ti è piaciuto questo post clicca su

Link d'acquisto Amazon:

Clicca sull'icona corrispondente e seguici anche su:

        



SalvaSalva

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...