mercoledì 24 aprile 2019

Recensione: THE MISTER di E.L. JAMES


Oggi Gabriella ci parla di quello che sicuramente è il libro dell'anno, se non altro perchè scritto da E.L. James, colei che è riuscita a sdoganare il Romance. 
Andiamo a scoprire cosa ne pensa.

TITOLO: THE MISTER

TITOLO ORIGINALE: THE MISTER

AUTORE: E.L. JAMES

SERIE: THE MISTER #1

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

EDITORE: MONDADORI

DATA D'USCITA18 APRILE 2019

Categoria: New Adult  
Narrazione: doppio pov, maschile prima persona, femminile terza persona.
Finale: aperto

È giunto il momento di conoscere The MISTER. Londra, 2019. La vita è sempre stata facile per Maxim Trevelyan. Molto attraente, ricco, aristocratico, non ha mai dovuto lavorare e ha dormito da solo nel suo letto molto di rado. Ma un giorno, improvvisamente, tutto questo cambia quando una tragedia lo colpisce ed eredita il titolo nobiliare della sua famiglia: un'immensa ricchezza e tutta la responsabilità che ne deriva. E questo non è un ruolo per il quale Maxim è preparato e si deve sforzare per affrontarlo. Ma la sfida più grande sarà resistere al desiderio per una giovane donna enigmatica, giunta inaspettatamente a Londra, che porta con sé solo il suo passato, difficile e pericoloso. Sfuggente, bella e con un grande talento musicale, Alessia rappresenta per Maxim un mistero seducente e il suo desiderio per lei aumenta diventando presto una passione che non si spegne, mai provata prima. Ma chi è Alessia Demachi? Può Maxim proteggerla da ciò che la minaccia? E lei come reagirà quando scoprirà che anche lui le sta nascondendo dei segreti? Dal cuore di Londra, alla selvaggia Cornovaglia, fino alla cupa e temibile bellezza dei Balcani, The Mister è un viaggio emozionante in cui si alternano pericolo e desiderio, lasciando il lettore senza fiato fino all'ultimissima pagina.

Alzi la mano chi non si è buttata sull’ultimo libro della James appena uscito, mollando tutto il resto.



L’aspettavamo al varco la signora, dopo che aveva sfruttato in tutti i modi il mega successo di 50 sfumature, pubblicando i POV di Christian Grey con un lavoro di copia/incolla veramente impressionante.
E finalmente eccolo qui, The Mister. Prima di parlarvi del libro permettetemi una premessa doverosa.
Bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare e alla James quello che è della James. Lei è stata l’inizio di tutto. Il suo libro ha sfondato le barriere del consentito, lanciato il romance, assaltato le classifiche che fino ad allora non si erano occupate minimamente dei “rosa”, e non solo, l’ha fatto con un erotico al femminile. Wow! 
Da lì in poi è storia, dalla Day alla regina Reitz, fino alla nostra Kant abbiamo letto di tutto, ne abbiamo discusso, sono nati gruppi, blog. Siamo diventate amiche – e questo è importantissimo – con persone che altrimenti non avremmo mai conosciuto. 
Ciò detto, parliamo di The Mister.
Mi immagino la James davanti al computer, terrorizzata dalla pagina bianca che sa perfettamente che non riuscirà in alcun modo a replicare il successo precedente. Che fare? L’editore preme, i lettori pure e poi la memoria è corta, magari si dimenticano di lei, i milioni guadagnati non bastano a reprimere la paura dell’oblio. Bisogna scrivere qualcosa, magari una storia che le permetta di fare un’altra trilogia come la prima… ma dove prendere l’ispirazione? Parliamoci chiaro: lei l’idea ce l’ha avuta una volta, ora non si possono mica pretendere miracoli. All’improvviso ecco l’idea: CENERENTOLA! 
Sì, non esattamente un’idea originale ma Cenerentola è un classico che va sempre bene, di cui sono stati fatti migliaia di rifacimenti ma che appassiona chiunque, l’identificativo per antonomasia. Lui bello, ricco sfondato, un po’ annoiato, un po’ cinico e lei povera come l’acqua, bella senza saperlo e nel caso della James imprescindibilmente vergine.
In fondo, a ben pensarci pure nel libro precedente Anastasia proprio ricca non era, anzi. Ma in questo caso Alessia è proprio in miseria. 
E cos’altro attira noi povere lettrici di romance? Il Regency. E allora lui lo facciamo pure Conte, ambientiamo tutto nella Londra di oggi ma gli stereotipi degli storici ci sono tutti: lui è proprietario di castelli e grandi proprietà terriere, lei un’umile domestica albanese che quando lo vede per la prima volta nudo mentre dorme rimane impressionata da tanta eleganza, e anche da un culo di tutto rispetto. Perché è sempre la James, non esageriamo. 
Ok, la storia potrebbe finire qui ma come fare a scrivere tre libri su una storia in fondo così semplice? Poi mancano i cattivi e che Cenerentola sarebbe senza la matrigna e le sorellastre? 
E allora ecco che si intravede la cattiva già dalle prime pagine, mascherata da migliore amica di lui, vedova del fratello morto – il primo conte – che vorrebbe tanto essere consolata e lui per un po’ lo fa pure.


Ah, dimenticavo, lui è uno scopatore seriale, una nuova ogni sera, niente cose strane, la James questa volta ha creato un personaggio dal sesso “normale” – qualsiasi cosa significhi questo termine, i traumi sono altri, “lì” lui funziona tradizionalmente. E, anzi, inizialmente è anche un sesso poco descritto. Inizialmente, non temete. 
Ma quando lui vede lei: la folgorazione che prende anche le parti basse, niente più sesso occasionale, si torna alla vecchia e sana masturbazione. 
E così via. Ci sta tutto: lei che è perseguitata dai cattivi che la vogliono rapire, un fidanzato albanese violento e malavitoso a cui è stata promessa dal padre dispotico, una madre rassegnata che fa più danni della grandine. Qui il Principe Azzurro ha il suo bel daffare.
Per quanto riguarda il sesso prima la nostra eroina lo affronta timidamente ma un po’ alla volta si lascia andare, dovremmo però aspettare il secondo volume per scoprire se almeno riesce a toccarglielo per non parlare di un po’ di sesso orale. Abbiate pazienza.
La scrittura della James è la solita: scorrevole, abbastanza piatta, picchierei chi lo ha tradotto mettendo “organico” invece di “biologico”, e non sono in grado di sapere se ha fatto altri strafalcioni del genere, ma il libro è comunque ultra leggibile. Da questo punto di vista non aspettatevi sorprese. 
La narrazione è strana: la parte di lui viene narrata in prima persona, la parte di lei in terza. Cosa che francamente genera un po’ di confusione, non ho capito il perché di questa scelta.
Mi dicono che negli Usa il libro è stato stroncato, e lo capisco, troppi stereotipi, troppe furbate e troppo palesi, niente che rimanga negli annali della narrativa.
Il libro non termina proprio in sospeso, potrebbe anche chiudersi qui, niente a che vedere con il cliffhanger di 50 sfumature, ma restano molte questioni aperte e senz’altro ci sarà un seguito. Leggete comunque tranquillamente il primo, non vi mangerete le unghie aspettando il secondo, lasciamo  i nostri eroi abbastanza tranquilli. 
Leggerò il successivo? Ma certamente, non fosse altro per vedere a che vette di conformismo la nostra signora riesce ad arrivare. 
Cara James, niente di personale ma dopo 50 sfumature il mondo è cambiato, ci siamo abituate pure troppo bene, sei stata una grande forse era meglio comperare un’isola e fare la bella vita con i soldi guadagnati, perché andare a cercare rogne? 
Permettetemi di non mettere stelline o altro, per rispetto alla gloria della James e perché secondo me non è un libro classificabile. Lascio a voi decidere il giudizio.



Link d'acquisto Amazon

3 commenti:

  1. Caspita...a me non è dispiaciuto per niente e sinceramente sto aspettando il sequel...
    E sto aspettando ancora il sequel di "Darker" (50sfumature di rosso raccontato da Christian Grey).. chissà se uscirà???

    RispondiElimina
  2. Ciao, mi sono imbattuta per caso nel tuo blog, temevo di essere la sola a cui il libro non ha fatto per niente impazzire... narrazione in prima persona, poi in terza, storia moooolto lenta e sta povera crista ogni 2x3 in pericolo... non mi è piaciuto per nulla.. secondo me si è anche troppo dilungata in descrizioni inutili... libro scorrevole ma noioso

    RispondiElimina
  3. Ciao io il libro lo trovato molto coinvolgente .. mi ha appassionato dalla prima parola all'ultima. Spero esca presto il secondo..

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...