martedì 23 giugno 2015

LOVE IS RED: L'AMORE È ROSSO "Nightsong trilogy #1" di Sophie Jaff


Salve, oggi parliamo di un libro molto particolare, che divide il pubblico, io ringrazio la BookMe per averci fornito il libro in anteprima, vi lascio alla nostra recensione, devo ammettere un po' sofferta. Buona lettura


TITOLO: LOVE IS RED

SERIE: NIGHTSONG TRILOGY #1

AUTRICE
: SOPHIE JAFF 


GENERE: THRILLER


EDITORE: DE AGOSTINI (BOOK ME)


TRAMA
New York, giorni nostri. La metropoli dalle mille luci è il terreno di caccia ideale per il killer bello e insospettabile che da mesi abborda le sue prede nei club e nei bar più alla moda, le seduce, e infine le uccide al culmine di un rituale ad altissimo tasso di crudeltà e perversione. Quando, nel clima di angoscia che attanaglia la città, Kathrine incontra David, la chimica tra i due è immediata. David non è solo bello, è anche elegante, garbato, pieno di attenzioni. Tutto il contrario di Saul, il suo migliore amico: freddo, scostante, eppure dotato di un fascino dall’intensità quasi elettrica. Prima ancora di accorgersene, Kat si ritrova invischiata in un doppio gioco di seduzione dove niente e nessuno è quel che sembra. Perché mentre l’angoscia si trasforma in psicosi e le vittime dell’assassino più misterioso di sempre si fanno di ora in ora più numerose, il cerchio di un destino dalle radici antichissime si stringe attorno a Kat e ai due uomini che le confondono il cuore. Alla fine, la verità verrà a galla in tutta la sua sconcertante potenza, in un crescendo di colpi di scena dalla portata terrificante.










RECENSIONE:
MAI RECENSIONE È STATA PIÙ DIFFICILE. Partiamo con il dire che è il primo libro di una trilogia di cui, ahimè, non si sa molto in quanto anche in lingua originale è uscito solo il primo volume. 
Data la complessità della struttura stessa del libro è molto probabile che molte vicende inserite e apparentemente scollegate dalla storia principale, verranno poi chiarite nei successivi volumi. Detto questo io al momento mi devo attenere a quanto letto finora.
Se cercate un libro  semplice da seguire, e con una scrittura scorrevole lasciate perdere questo romanzo perché non fa al caso vostro.
Il libro parte con il POV del serial killer che ci descrive come riesce ad agganciare una donna in un bar e portarla a un incontro erotico dalle sfumature bondage sfociante ben presto, per mezzo di tagli con rappresentazioni ben precise (come se lei fosse una tela sulla quale lui dipinge), in un omicidio mediante il taglio finale, quello alla gola. Questo è il modus operandi del nostro serial killer, denominato "l'incisore", che scopriremo essere "SOPRANNATURALE" concedetemi il termine perché al momento non mi è dato saperne molto di più.



Ora fin qui tutto ok, i problemi per me subentrano dopo. Analizziamoli punto per punto, perché quel che a me non ha convinto per voi potrebbe essere un incentivo a leggere il libro.
Lo stile della scrittrice è molto particolare, estremamente descrittivo, a tratti onirico, naturalmente la storia si presta e alcune descrizioni sono la caratteristica della sua scrittura, pagine e pagine in cui lei elenca le cose che lui vede... succo di pera, succo di mora, succo di ciliegie... e poi parte con il latte, latte di mandorla, latte di soia, latte di.... etc. etc... in vari punti, e io perdo la concentrazione che vi assicuro è necessaria per cercare di capirci qualcosa. Ma vabbè, d'altronde dovrebbero essere le elucubrazioni di una mente squilibrata, ci sta.
Oltre al POV del serial Killer incontriamo Katherine che sarà il suo "CALICE FINALE" le altre vittime lo aiutano soltanto nell'attesa che l'amore di Katherine diventi rosso.
L'amore infatti è rosso. Un po 'di verde, un po' d'oro, ma l'amore, l'amore vero, l'amore divino è rosso.




E anche fin qui tutto ok, anche interessante, pensi a una lettura Dark, un po' pesantuccia ma va bene, peccato, perché per i miei gusti alleggerito sarebbe stato anche un libro intrigante anche se, a ben ripensare, forse un po' scontato.
Tre protagonisti: David, Sael e Katherine, capiamo ben presto che uno dei due è il serial killer, io personalmente ho capito anche subito quale dei due, anche se la scrittrice tenta a più riprese di portarci fuori strada... ma insomma mi è sembrato palese.
Comunque, Sael e David sono amici, e molto differenti tra loro, quanto David è solare cordiale e divertente, Sael è introverso, chiuso e inavvicinabile.
Lei tuttavia inizia a frequentare a tempi alterni i due, devo dire che gli incontri con Sael benché fuori dalla norma sono molto intriganti. O forse lo sono proprio per questo.
Se non bastassero i misteri della storia principale, di quando in quando l'autrice inserisce un capitolo apparentemente scollegato da tutto, questa nuova storia che non ha niente a che vedere con l'altra ha addirittura un titolo: "La fanciulla del castello di Morwyn" e qui, ragazze, per me è stato davvero troppo, perché già ero impegnata a tirare le fila della storia primaria tra elenchi e scrittura non proprio scorrevole.



E siccome non ci vogliamo far mancar nulla, a un certo punto ci viene raccontata dal punto di vista di Giusebbe biblico, la nascita di Gesù, con tanto di Re Magi e mangiatoia... e lì entro in completa confusione... provo a tornare indietro, andare avanti... faccio congetture... Giuseppe è il serial killer, i Re Magi degli alieni... 
Insomma, la sto buttando sullo scherzo, ma tra le congetture sulla birraia del castello, gli elenchi e San Giuseppe con i Re Magi... c'è da andare via di testa.
Ma magari sono io che sono poco introspettiva o poco intellettuale per questo genere di letture...
E se non bastasse il tutto è condito da visioni varie del bambino con cui la protagonista abita (figlio della sua coinquilina), racconti di Katherine al suo terapista sulle sue visioni, zampe di coniglio verdi portafortuna, persone che riconoscono il serial killer come un'entità soprannaturale come nei migliori film sul genere... insomma la scrittrice NON AVRA' MESSO TROPPA CARNE AL FUOCO IN QUESTO SUO PRIMO LIBRO?!?...
Leggerò il seguito? Assolutamente sì! Sono troppo curiosa di vedere se l'autrice saprà uscire da tutto quello che ha infilato nel libro in modo decente e spiegando bene tutti gli avvenimenti. Lo consiglierei?!? Mi dispiace ma al momento sulla base del solo primo libro rispondo che NO.
Per chi volesse leggerlo però chiarisco che non c'è un cliffhanger finale, diciamo che la storia principale raggiunge una fine anche se molti elementi rimangono in sospeso... e soprattutto CHI E' L'ENTITA'?!? San Giuseppe, l'anticristo, chi?!? Vabbè, armiamoci di santa pazienza e aspettiamo il prossimo...
By Caterina



5 commenti:

  1. ahahhah, oh mio dio.... mi e' venuto il mal di testa cosi figuriamoci a leggere il libro...Grazie Caterina, passo... non lo leggero'mai

    RispondiElimina
  2. ahahhah, oh mio dio.... mi e' venuto il mal di testa cosi figuriamoci a leggere il libro...Grazie Caterina, passo... non lo leggero'mai

    RispondiElimina
  3. A me è piaciuto..scontato chi dei due fosse il killer ma cmq riesce bene a confonderti..i POV del killer sono stupendi! È sicuramente un libro complesso..xò ora che ho scoperto che è una trilogia capisco xkè non ci è data alcuna spiegazione....

    RispondiElimina
  4. A me è piaciuto..scontato chi dei due fosse il killer ma cmq riesce bene a confonderti..i POV del killer sono stupendi! È sicuramente un libro complesso..xò ora che ho scoperto che è una trilogia capisco xkè non ci è data alcuna spiegazione....

    RispondiElimina
  5. A me è piaciuto..scontato chi dei due fosse il killer ma cmq riesce bene a confonderti..i POV del killer sono stupendi! È sicuramente un libro complesso..xò ora che ho scoperto che è una trilogia capisco xkè non ci è data alcuna spiegazione....

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...