sabato 1 agosto 2015

VIETATO NON INNAMORARSI di Lauren Barnholdt


Ragazze "Lasciate ogni speranza, voi ch'intrate"... cito Dante, anche se si rivolterà nella tomba, ma è l'unica cosa che credo si possa dire riguardo a questo "romanzo". Buona lettura



TITOLO: VIETATO NON INNAMORARSI

AUTORE: LAUREN BERNHOLDT

EDITORE: NEWTON COMPTON

GENERE: YOUNG ADULT

AUTOCONCLUSIVO

TRAMA
Si erano ignorati per tutto il liceo, eppure nel corso di una festa, all’ultimo anno, qualcosa è scattato: Jordan e Courtney si sono ritrovati e mai più separati. La loro storia procede a gonfie vele, poi poco prima della partenza per il college, Jordan molla Courtney, dicendole di essersi innamorato di un’altra ragazza, conosciuta su internet. Ormai è troppo tardi per raggiungere l’università insieme. Courtney ha il cuore a pezzi, ma immagina di potercela fare: in fondo si tratta solo di pochi giorni. Invece, per una strana inversione di ruoli, è Jordan a essere preoccupato. Perché sa di avere uno scheletro nell’armadio, un segreto che è stato causa della rottura e che adesso impedisce loro di tornare insieme. Ma il viaggio è lungo e la vicinanza forzata non potrà che far salire ogni cosa a galla… Forse, a dispetto di tutto, Jordan e Courtney sono destinati l’uno all’altra.










RECENSIONE:
Mai ho iniziato una recensione in questo modo, ma voglio essere chiara fin dall'inizio, in modo che nel caso qualcuno di voi decida di leggere solo le prime due righe, non può dire di non essere stato avvisato: EVITARE QUESTO LIBRO A TUTTI I COSTI.
È palloso, demenziale, scontato, inutile, sciocco, stupido... se volete continuo... normalmente tento di trovare almeno un lato positivo in un romanzo, in questo caso è IMPOSSIBILE, io credo che l'autrice e la mente pensante che ha deciso di farci arrivare in Italia questa perla dovrebbe risarcire personalmente ogni sventurato che abbia avuto la sfortuna di acquistarlo... NEANCHE GRATIS.
Sono stata tentata di abbandonarlo, ma poi mi sono detta che forse, avrei potuto risparmiare questa sofferenza a qualcuno. E stoica sono andata avanti PER VOI ricordatevelo... se dopo la morte finissimo nei gironi danteschi credo che una delle torture degli anelli più bassi potrebbe essere: leggere all'infinito questo libro. 
Vi prego di bloccare quest'autrice in qualche modo. 



Un libro che riesce a mandare in poltiglia il cervello perché ti fa attraversare tutti gli stadi di rabbia e frustrazione.
E ora dopo essermi un po' sfogata, cercherò di spiegarvi i motivi per cui sono così schizzata su questa recensione. 
Courtney e Jordan sono costretti a trascorrere tre giorni in compagnia uno dell'altro durante un viaggio in macchina da tempo organizzato che li porterà al college. Peccato che quando l'avevano organizzato, stavano insieme, mentre ora che lo devono affrontare hanno da poco subito una rottura, apparentemente a causa di Jordan che si è innamorato di una ragazza conosciuta su My space (My space?!? ma quanti secoli è che nessuno usa più My space? 10 - 15?!? Sarà da avvisare l'autrice che è un po' datato?). 
I nostri due fantastici protagonisti sono quindi costretti in uno spazio ristretto, scenario utilizzato spesso in fiction e film, con dei problemi da risolvere e naturalmente una certa tensione sessuale irrisolta che l'autrice vorrebbe farci avvertire fallendo miseramente. Coutney cerca di mascherare il suo dolore, e Jordan tenta di fare lo spavaldo e fin qui nulla di nuovo, oddioooo dicendo così vi porto fuori strada, perchè penserete che poi ci sarà qualcosa di nuovo... Mi dispiace deludervi.
Ma parliamo un po' dei personaggi:
Courtney
Mai, dico mai ho incontrato un personaggio più odioso stupido e insulso, l'ho detestata, già dalla prima pagina ho capito che lei sarebbe stata un problema per me.
L'autrice cerca di farla apparire come un personaggio goffo divertente e spiritoso, cercando di ricalcare il clichè del 90% degli Young Adult, ma ahimè fallisce in pieno, Courtney non fa altro che lagnarsi, è codarda, vigliacca, stupida, capricciosa e maniaca del controllo ma in maniera odiosa. Scusate dimenticavo Courtney è vergine... 
Jordan
Leggermente meglio di lei, ma ci vuole poco, la brutta copia di un protagonista maschile, una caricatura, anche per lui si cerca nei clichè, ma anche con lui si fallisce miseramente.
E' naturalmente un gran figo, prende le ragazze usando il suo fascino... quale? quello di una zucchina lessa, perchè io non ho trovato fascino in lui... le usa e poi le ignora, naturalmente fino all'interessantissima Courtney, ed è talmente innamorato di lei che le nasconde che il paparino di lei se la fà con la sua stupenda mammina.
Altri personaggi 
Come in tutti gli Young Adult che si rispettino c'è la chearleader bionda oca e tettona che cerca di farsi il suo lui, l'amica di lei un po' zoccola che la consiglia "di non fare sesso naturalmente" mentre lei gli dà che gli dà... l'amico di lui un po' fuori di testa sempre ubriaco e fatto di erba che cerca di farsi tutto ciò che respira. Ora dette così le cose sembrerebbe anche carino, spesso dico che non sempre i clichè sono da demonizzare, ma vi assicuro non in questo caso.
Tutti i personaggi sono talmente stereotipati che a un certo punto mi è venuto il dubbio che questo libro rappresentasse una satira del mondo adolescenziale.



La storia è scritta alternamdo presente e passato, tra l'inizio della loro storia 4 mesi prima e il viaggio in macchina, e a POV alternati di Jordan e Coutney.
I personaggi oltre ad essere odiosi, sono piatti e tirati via.
In ogni capitolo c'è qualche assurdità, lo so io sono troppo pignola... ma una che si è appena vomitata l'anima sale in macchina e che fa? Ma certo si mette a leggere... fantastico.
Lei sta andando al college e pensa che lì incontrerà "ragazzi che ascoltano la musica vera, come Mozart o Andrea Bocelli", ma dove crede di andare su Marte o in un mondo parallelo?!? Cavolo ma sì, sono io che sono stupida, nei college americani è pieno di ragazzi che ascoltano Mozart e Bocelli.
Insomma ve ne potrei citare 250.000.
Consiglierei il libro?!? HAHAHAHAHA questa volta la risposta è contenuta nella terza riga della recensione per evitare che non la leggiate. A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO... e se lo avete già letto, sono davvero spiacente per voi, diciamo che abbiamo iniziato a scontare una parte delle nostre pene infernali...
By Caterina


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...