martedì 15 dicembre 2015

DESTROY ME di ANYA M.SILVER



Ed eccoci al secondo appuntamento di questa trilogia Dark Romance. Lo ha letto per noi Martina. Buona recensione


TITOLO: DESTROY ME

AUTORE: ANYA M. SILVER

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: EROTIC SUSPANCE 

Lethal men series
1. Pure Revenge   RECENSIONE QUI
2. Destroy Me



Jay e Sibylle, due vite diverse, due destini intrecciati, un’amicizia profonda. 
Jay non ha più scelta. 
Jay non è più libero. 
Jay è morto. 
Faber est suae quisque fortunae. 
"Siamo artefici della nostra sorte", così recita un vecchio adagio latino. 
Ma cosa succede quando è il destino a decidere per noi? 
Cambiare vita, cambiare identità. 
Ciò che per molti è un sogno, per Jay è un incubo. 
Un incubo di nome Kynk, lo spietato criminale che lo ha privato di tutto, persino di se stesso. 
Il ragazzo spensierato si ritroverà catapultato nel cuore più antico, cupo e seducente di New Orleans, la sua prigione, la sua salvezza. Fra inaspettate amicizie e tra vecchi e nuovi pericoli, l’ombra sinistra di uno spietato serial killer aleggia come una coltre di fumo nero, minacciando un equilibrio già precario. 
Sibylle ha una scelta. 
Sibylle è libera. 
Sibylle è … viva? 
Ogni prigionia è diversa dalle altre, l'inferno è diverso per ognuno. 
L’inferno di Sibylle ha due occhi neri come la pece e un animo tormentato, oscuro. 
I ricordi del suo tremendo passato hanno aperto una voragine nel suo cuore e sceglierà di privarsi della libertà pur di ritrovare il suo angelo custode, perduto da anni. 
È davvero questo ciò che desidera? Riuscirà a ritrovare Deacon? 
Oppure perderà se stessa durante il cammino? 
Jay e Sibylle. 
Kynk e Rev. 
Vittime e carnefici. 
Ma chi sono le vittime e chi sono i carnefici? 


Oggi vi parlo di questo romanzo, seguito molto atteso di Pure Revenge della serie Lethal Men dark romance.
Impossibile non iniziare questa recensione senza un piccolo spolier ma prima faccio un passo indietro ricordandovi dove eravamo rimaste. Pure Revenge si conclude con Jay in attesa di morire per mano del suo dominatore nonché serial Killer di professione Kink, l’uomo che fa scaturire in Jay amore e odio ma anche tanta passione, un’attrazione malata perché Kink non è l’uomo per Jay ma è anche l’unico che lo fa sentire vivo, che risveglia in lui emozioni assopite e che non credeva di poter provare e questo sentimento è reciproco, anche Kink sente qualcosa per Jay e quando sarà costretto a eliminarlo per ordine della sua organizzazione dovrà combattere contro se stesso e ubbidire, deve ucciderlo altrimenti lo farà qualcun’altro al posto suo.
E noi siamo rimaste qui, in attesa di sapere che fine farà il nostro Jay, personalmente ero più in ansia di sapere se Kink sarebbe riuscito veramente a ucciderlo e qui sono costretta ma contenta nel dirvi che, Kink non eseguirà l’ordine della sua organizzazione, non riuscirà a uccidere il suo Jay.



Ho sospirato ed esultato quando leggendo scopro Kink aveva già organizzato tutto per far sparire Jay dalla circolazione in modo da farlo credere morto a tutti ma soprattutto alla sua organizzazione .
L’unico posto dove crede di poter tenere al sicuro Jay dandogli una nuova identità è a casa sua, da suo fratello Kai, presenza ignara a Jay che non sapeva della sua esistenza e quando si ritroverà davanti la copia esatta del suo carnefice non crederà ai suoi occhi.
Kink e Kay sono gemelli, fisicamente uguali (cambia solo qualche piccolo particolare) ma caratterialmente non possono essere più diversi, sono il diavolo e l’acqua santa.


Adesso immaginatevi di vivere sotto lo stesso tetto con l’uomo che provoca in voi odio e amore ma anche paura e terrore, stare a stretto contatto con Kink non sarà facile, Jay vive in uno stato di ansia perenne, ancora non crede a tutto quello che gli sta succedendo e i suoi monologhi interiori ne sono la prova, permettetevi di dirvi che Jay pensa veramente tanto, anzi troppo, pensa al tal punto che si estranea dalla realtà. Preparatevi a conoscere un Kink diverso ma non meno pericoloso. Kai farà luce su tanti aspetti del suo carattere che Jay non si aspettava di conoscere e non mancheranno momenti di comicità perché, per quanto sia difficile crederlo, Kink sa essere molto ironico quando non veste i panni del killer, ma rimane sempre un assassino e di quelli più spietati.
Ma come ogni dark che si rispetti la violenza e la crudeltà faranno comunque da padrone e mentre Jay conoscerà un lato di Kink che non si aspettava, dall’altra vedrà con i suoi occhi di cosa è veramente capace, il killer si mostrerà in tutta la sua crudeltà e per il ragazzo sarà una dura realtà da affrontare, specialmente ora che sembra che un'altra presenza inquieti le loro esistenze: un serial killer torna nella cittadina e sembra che le sue vittime siano giovani gay, per Jay è un altro problema da affrontare e anche se Kai e Kink lo rassicurano che con loro è al sicuro non può fare a meno di avere paura.


Se Kink e Jay pensavano di essere al sicuro credo che cambieranno idea molto velocemente, Kink si crede furbo ma c’e chi è più scaltro di lui...Il libro non manca di colpi di scena e tornerà anche il nostro amato Rev che non mancherà di stupirci con la sua crudeltà. Se con il primo romanzo ci ha atterrito, beh, preparatevi a rimanere a bocca aperta. Sybille, per quanto non voglia ammetterlo per i sensi di colpa che la divorano dovrà constatare che Deacon non esiste più, Rev le farà capire una volta per tutte che il ragazzo che lei conosceva è morto.
Un libro scritto meravigliosamente bene, descritto in ogni particolare minuziosamente dettagliato tanto da farti credere di conoscere realmente i personaggi e di essere lì con loro. Ho atteso tanto e non sono stata delusa, attendo impaziente il seguito.




































2 commenti:

  1. Anch'io lo stavo aspettando, devo correre a leggere. Gia' dal primo libro la coppia Jay Kink m'intrigavano..

    RispondiElimina
  2. Scusate ma del 3 non se ne sa niente?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...