domenica 20 dicembre 2015

RECENSIONE: TI AMO PERCHÉ SEI BUGIARDO "La trilogia delle bugie #2" di ELISA GENTILE


Ecco una lettura che mi ha sorpreso, dopo un "esordio" che non ho apprezzato molto, arriva un secondo capitolo che lascia davvero senza fiato. Fornitura industriale di Maloox a portata di mano!

TITOLO: TI AMO PERCHÉ SEI BUGIARDO

AUTRICE: ELISA GENTILE

SERIE: LA TRILOGIA DELLE BUGIE #2


GENERE: EROTIC ROMANCE

EDITORE: NEWTON COMPTON

La trilogia delle bugie:    ANTEPRIMA SERIE QUI
1. Non meriti un minuto in più del mio amore - Nebbia RECENSIONE QUI 02 Aprile 2015
2. Ti amo perché sei bugiardo - Buio 08 Ottobre 2015
3. ? - Luce

Sono trascorsi due anni dall'incontro tra Jayden e Selvaggia. Lui pensava di aver finalmente trovato la sua anima gemella. Dopo i primi dubbi, Selvaggia si era lasciata andare. Si era innamorata. Follemente. Aveva creduto che fosse l’uomo della sua vita. E se per caso si fosse sbagliata? Quando il passato torna, improvviso, aggressivo e pronto a distruggere, Jayden si lascia sedurre dal fascino insidioso dei ricordi, mentre Selvaggia è travolta da un dolore mai conosciuto prima. E se alla fine Jayden capisse di aver rinunciato alla cosa più bella che potesse avere?
Le bugie, a volte, non concedono una seconda possibilità...




È ufficiale, ho voglia di accendere un bel falò e buttarci dentro Jayden & Co. Io quell'uomo (se così posso definirlo) lo voglio uccidere. Ok, facciamo il punto della situazione e partiamo dall'inizio. Dove eravamo rimasti la scorsa volta? (RECENSIONE QUI). Ok, ricordo perfettamente il fastidio provato nei confronti del protagonista, e se allora era solo fastidio, ora la mia è furia cieca.


Credo di poter nettamente distinguere questo romanzo in due parti: la prima un po' più tediosa, in cui il fastidio è stato ben presente e in continua crescita, e poi la seconda parte in cui il fastidio è diventato odio profondo, ma devo dire anche che questa parte che mi ha conquistato. Cerco di spiegarmi.

All'inizio ritrovo Selvaggia super innamorata, con le fette di prosciutto sugli occhi, come si dice dalle mie parti. Questo libro è ambientato un anno dopo la fine del primo, e Selvaggia, anche se diciottenne, mi sembra sempre la solita adolescente di quando tutto era iniziato. Quello che ho letto sono state diverse scene hot, che ci stanno tutte in un erotic romance, ma all'inizio non mi sembrava di vedere nessun nuovo apporto alla storia. Poi Jayden se ne esce a raccontare quale grandissima stronzata stia facendo esattamente da quando lo abbiamo lasciato quel giorno che abbiamo letto la parola fine in Non meriti un minuto in più del mio amore: è da lì che inizia un po' a progredire e vedi quanto il bastardo -già perché non si può definire in altra maniera- sia fottutamente bastardo fino al midollo. Se l'altra volta la narrazione prediligeva il POV maschile, stavolta c'è una quasi equa distribuzione dei Punti di vista, anche se mi è sembrato più presente quello femminile, e ripeto che per la prima metà mi ha disturbato. Selvaggia quasi ha giustificato ogni cazzata di quel tipo, capisco che è innamorata, capisco che è la sua prima storia, capisco che non sa bene come funziona la cosa (in fondo chi lo sa? Si impara durante il percorso) ma mi è sembrata quasi "accecata" da Jayden, e io non lo tollero in una donna. Questo però è un mio limite.

Ora veniamo al punto di svolta, una brusca virata lo ammetto, perché pensavo che i pensieri di Jayden finissero comunque portando a volere e vedere sempre Selvaggia come l'unica donna che possa muovere sentimenti buoni in lui, e invece no! L'idiota di fa accecare da una bionda platinata e diventa il suo cucciolo obbediente. Lascia Selvaggia, si fa abbindolare e crede a menzogne ben architettate, dal canto suo Selvaggia si ritrova sola e con un qualcosa di inaspettato, quale? beh avete letto il prologo ad inizio trilogia, quindi sapete cosa sia successo. Selvaggia è incinta, e Jayden non ne vuole sapere, crede che il bimbo sia di un altro uomo, come può crederlo? Come può anche solo per un istante credere una stupidaggine simile? È un Jayden davvero insopportabile quello che conosciamo qui, hai condiviso due anni della tua vita con questa ragazza, gliel'hai stravolta, l'hai mollata per una che lasciamo perdere e osi pure fare ciò che hai fatto? No davvero, quest'uomo io non lo sopporto.


E qui, quando sparisce il sesso dalla narrazione che è diventato impossibile staccarsi dalla lettura, che le imprecazioni sono piombate a dirotto, ma anche qui che ho iniziato davvero ad affezionarmi a Selvaggia, che ho sentito tutto ciò che provava. L'ho vista crescere e diventare davvero donna, l'ho vista prendersi cura di se stessa e imparare come nella vita si può contare solo su noi stessi (e pochi fidati "eletti") e poi ho pianto, ho pianto quando la sua Gioia è venuta meno, ho odiato Jayden, ho odiato tutto ciò che ha fatto fino a quel momento, e ancora di più l'ho odiato dopo per ogni sua azione del tutto insensata, anche se comprensibile, non aveva più alcun diritto ormai. Se li era giocati tutti. Per me è inaccettabile il perdono da parte di Selvaggia, ma è anche vero che bisogna indossare le scarpe altrui per poter capire a pieno come stanno le cose e quale decisione prenderemo noi.
Leggo Dark romance e le scene di violenza non mi disturbano, però Jayden una bella mazzata in faccia se la merita. Infine, ricordo esattamente come nel primo volume quello che lo spinse verso Selvaggia non era ben chiaro, mentre finalmente qui trova una spiegazione, ora si percepisce finalmente ciò che lo aveva portato in quel parco e cosa lo aveva spinto a volerci provare con lei.
Ora non mi resta che attendere l'ultimo capitolo di questa serie e sperare che il finale sia quello che merita questa storia, non vi svelo il mio pensiero, mi riservo di comunicarvelo a trilogia ultimata.
Ve lo consiglio? Sì, sensazioni forti assicurate, rabbia in primis, e cliffhanger finale da ulteriore nevrosi. Però merita, questa lettura supera ampiamente il volume precedente.







Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...