martedì 5 gennaio 2016

QUANDO HAI PRESO IL MIO CUORE di ALICE VEZZANI


Salve oggi parliamo del nuovo romanzo di Alice Vezzani, uno standalone autopubblicato. Questa volta Alice ci trascinerà nel mondo patinato ma, ahimè, spesso anche corrotto della moda.  Buona lettura. 


TITOLO: QUANDO MI HAI PRESO IL CUORE

AUTORE: ALICE VEZZANI

GENERE: EROTIC ROMANCE

EDITORE: SELFPUBLISHING

AUTOCONCLUSIVO

Aidan Wood è uno dei modelli più pagati e famosi del mondo, il suo obbiettivo adesso è diventare un attore e guadagnarsi un posto tra le stelle di Hollywood. 
È intelligente, indiscutibilmente bello e seducente, non ha paura di lasciare le passerelle per fare il grande salto. Peccato che l'amore bussi alla sua porta e lui non possa fare a meno di aprirgli. 
Katy ama lavorare come assistente e stylist per la Rev Agency Mode di Londra. 
Cresciuta nei backstage fotografici di alta moda, sa quanto possano essere effimeri e inaffidabili i modelli con cui lavora. Nonostante l'attrazione per Aidan sia forte, sa che la loro relazione non può avere futuro perché lui sarà sempre più impegnato con la sua carriera. 







Parliamo oggi del nuovo libro di Alice Vezzani, si tratta di uno standalone ambientato nel mondo della moda. Adoro questa autrice, ma su questo libro ho alcune perplessità, e alcune scelte non mi hanno per nulla convinto. Con questo non sto dicendo che sia un brutto libro, assolutamente, credo che la Vezzani anche volendo non potrebbe mai scrivere una cosa illeggibile. In questo testo avrebbe potuto fare molto di più e soprattutto osare di più. Per spiegare meglio il mio punto di vista non ci resta che addentrarci nel racconto.



La nostra protagonista femminile è Katy, lavora come assistente per la Rev Agency Mode di Londra. Molto in gamba nel suo lavoro è abituata a stare a contatto con i modelli più quotati e non disdegna flirt e sesso occasionale anche se il suo sogno è trovare l'uomo  di cui innamorarsi follemente e con il quale mettere su famiglia.
Bè, signore, sicuramente il mondo che bazzica Katy non è il più indicato per trovare quello che cerca e lei ne è consapevole. E secondo voi di chi si andrà a innamorare la nostra protagonista? Ma certoooo, della persona naturalmente meno indicata, anche se devo ammettere poche di noi non sarebbero cadute nella rete. 
Parliamo di LUI, siete davanti a un ventilatore?!?... AIDAN WOOD strafigo (ma questo è scontato) nominato uomo dell'anno dalla rivista GQ, moro, sguardo assassino, fisico perfetto e sexy da morire (e io ho una persona ben precisa in mente) non giovanissimo ha come unico intento quello di diventare un famosissimo attore, per questo farebbe di tutto... e farà davvero di tutto.



Naturalmente i due tentano in tutti i modi di resistere ai loro istinti... obbiettivi e finalità sono troppo differenti, ma, ahimè, al cuor (e non solo a quello) non si comanda, i due cominciano una torrida relazione... "nascosta". Come sempre, scusate ma ci vuole, cogliona lei e stronzo lui... quindi munitevi di malox.
Ci sarà mai un romanzo in cui le parti si invertono? A pensarci bene forse non ci piacerebbe ;)
La storia risulta coinvolgente, ma i personaggi forse questa volta sono un po' meno curati del solito emotivamente parlando, anche se alla fine ce li possiamo far piacere. 
Le cose invece che proprio non ho digerito nel romanzo sono le seguenti:
Per esempio la lezioncina che ci viene data dall'autrice all'interno del libro su protezione e contraccezione. Ora dico: se sto leggendo un romance erotico, perché di questo si tratta, suppongo che il mio pubblico sia di persone informate e adulte, ma vogliamo mettere che l'autrice sia particolarmente meticolosa e desideri chiarire la cosa, VI PREGO NON IN MEZZO AL LIBRO E IN PROSSIMITA' DI UNA SCENA DI SESSO, è come una doccia fredda, interrompe l'intensità e la continuità del momento, oltre al fatto che mi sembra anche abbastanza offensivo per i lettori... e non mi venite a parlare delle giovani lettrici perché ne sanno più di noi, le adolescenti mi auguro che non abbiano letture del genere a portata di mano, ma in ogni caso mettete le avvertenze nella SINOSSI da qualsiasi parte MA ASSOLUTAMENTE NON DENTRO IL LIBRO. 



Pensate se in un romanzo che parla dell'olocausto l'autore interrompesse il racconto per condannare il genocidio e spiegare le motivazioni per le quali non è giusto... o se leggendo un thriller che parla di un serial killer... come sopra. E' inutile ripetermi, potrei andare avanti all'infinito... non si fa', è una cosa ridicola e assurda.
Altro appunto... AIDAN è disposto a tutto per diventare un attore famoso anche partecipare a un'orgia per accaparrarsi una parte da protagonista in un film, o almeno così ci fanno intendere... perché in realtà noi quello che succede non lo sapremo MAI... Forse con un po' di coraggio in più si sarebbe potuto dare più carattere al libro? Il mondo corrotto di cui si parla lo dobbiamo vivere, provare, per poter entrare nella storia per poterci sentire coinvolte... 
Passiamo al finale che, come tutti i libri che si rispettino, ha un colpo di scena fantasioso ma accettabile. Il punto è che la Vezzani di solito non è debole e poco convincente non si arranca con lei, perché in questo caso sì?
Detto questo la fatidica domanda, lo consiglierei? Sì, è un buon romanzo, godibilissimo, ma abbiate l'accortezza, quando arrivate alla nota dell'autrice, di saltarla a piè pari, a meno che non abbiate meno di 16 anni, ma in quel caso NON LEGGETELO, non è per voi.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...