venerdì 25 marzo 2016

CRUDELE COME IL SOLE di CHRISTIANA V.


Oggi la recensione è su un Self Publishing scritto da Cristiana V. lo ha letto Francesca... vediamo cosa ne pensa...


TITOLO: CRUDELE COME IL SOLE

AUTRICE: CHRISTIANA V

GENERE: EROTIC ROMANCE

EDITORE: SELF PUBLISHING

AUTOCONCLUSIVO


Credeva di poter ottenere tutto... 
Rampollo di una ricca famiglia milanese e proprietario dell'azienda Prism Light, Jacopo Maria Ferrante è un uomo arrogante e ambizioso. Nella vita non ha mai dovuto conquistare nulla ma ora combatterà per realizzare la sua vendetta. 
...Ma la sua anima non era in vendita. 
Quando Clizia Diamare scopre l'esoso debito contratto dal padre non immagina il prezzo del riscatto: per un anno sarà proprietà esclusiva di Jacopo, in ufficio e tra le lenzuola. 
Per preservare la gemella Elettra e salvare la pasticceria di famiglia e i suoi dipendenti, Clizia sarà costretta a trasferirsi a Milano alle dipendenze di un uomo che disprezza. Niente, però, può prepararla all'insana passione che la invade e che poco a poco si trasforma in un sentimento pericoloso e complesso. 
La resa spesso è una vittoria. 
Un uomo difficile, una donna risoluta, una vendetta da consumare, un contratto da onorare. Perché amore e odio sono due facce della stessa medaglia.





La sete di vendetta, a volte, è un sentimento così forte che si viene accecati da tutto il resto. Non ci si rende conto di come possiamo dolere a persone che non c'entrano nel nostro piano, non ci soffermiamo a pensare alle conseguenze delle nostre azioni. Proseguiamo dritti, verso la nostra meta per gustare quel sapore dolce nel vedere la sconfitta negli occhi del nostro nemico, nel sentirci vincitori di una partita nell'uno contro uno. Ma cosa succede quando, per ottenere questa vendetta, dobbiamo sacrificare i sentimenti e il cuore?


In questo libro, scopriamo la vita di Clinzia, una giovane donna che da come viene descritta, già mi piace. Non è la solita bellezza, non ha nulla di particolarmente eclatante se non un carattere d'acciaio e uno smisurato intuito nel marketing. Ha un difetto che fin da bambina l'ha costretta a subire le angherie dei compagni di scuola e gli amici, ovvero un naso importante, che potrebbe guastare il suo viso ma che lei, col tempo, ha saputo sfruttare a suo favore, riuscendo ad assumere le espressioni intimidatorie che le servono nel suo mestiere, ovvero direttore del marketing della pasticceria di famiglia, la Dolcezze Di/amare, specializzata nelle squisitezze della cucina napoletana e proprio a Napoli si svolge una parte della storia. Clinzia ha una gemella eterozigota, Elettra, che è il suo esatto opposto. Se Clinzia è formosa e scura, Elettra è sottile e chiara, se una è forte e dominante, l'altra è timida e remissiva. Insomma, sono il giorno e la notte.
Le due sorelle, hanno una vita abbastanza tranquilla, tra la pasticceria e i genitori, fino a quando, il padre non le mette in guai seri.
Da giocatore incallito, perde un milione di euro con uno degli uomini più potenti e ricchi d'Italia, ovvero Jacopo Maria Ferrante, arrogante e presuntuoso fino al midollo, proprietario di una importantissima azienda che crea occhiali e derivati, la Prims Light. 
Il padre delle ragazze, a causa di questa sconfitta ha un malore e finisce all'ospedale e, in pratica, lascia sul groppone l'ingrato compito di sistemare le cose con il signor Ferrante alle gemelle.
Jacopo così, le incontra a Napoli e, date le scarse finanze delle ragazze che non vogliono cedergli la pasticceria, fa un passo verso di loro proponendogli un contratto dove chiede di poter usufruire di loro per un anno, esattamente per otto mesi di Clinzia e i restanti quattro di Elettra, dentro e fuori dalle lenzuola. 
Clinzia, come sua abitudine, prende in mano le redini della situazione ed esonera Elettra dal contratto e si trasferisce a Milano per poter ripagare Jacopo del milione di euro, anche se questo contratto la fa sentire come una specie di prostituta.
Jacopo le affida degli incarichi con delle società fittizie per poter utilizzare anche le capacità lavorative della giovane, che non tarda dal farsi notare. La ragazza sa il fatto suo negli affari, come ha avuto ben chiaro fin dal loro primo incontro.
Jacopo cerca di dominarla, di farsi ubbidire ma Clinzia è un osso duro, le piace comandare e il loro sarà un rapporto di amore e odio da subito.



Ma che c'entra la vendetta, direte voi? Eh sì, perchè il nostro signor Ferrante, ha escogitato tutto questo piano per riuscire a ferire un uomo che non c'entra nulla con la famiglia Diamare, ma è rimasto affascinato dalla giunonica Clinzia e quindi, Jacopo la usa per ferirlo. Che razza di ingarbugliamento, vero?!? 
Comunque, il libro si snoda in questo modo, con la passione che cresce tra i due, prima scambiata solo per attrazione e poi, come sempre, si tramuta in amore anche se sofferto e difficoltoso.
Il libro non mi è dispiaciuto, però non mi è piaciuta la capitolazione di Clinzia (che c'è stata per troppe volte) dato che l'autrice la descrive come una donna determinata e dominante. Jacopo è un dominatore da poco, invece, con la speranza che se dice "Salta!" si salti. Ecco, non mi è piaciuto che, alla fine, Clinzia abbia saltato. Speravo in più "fuoco e fiamme", ma sono rimasta con poco o niente. 
E poi speravo in un finale più ricercato, un po' più spiegato, magari. Insomma, speravo in un filo più di resistenza e acredine ma, anche qui, dopo due paroline dolci, Clinzia si è sciolta come neve al sole.
Quindi, Clinzia è comunque una donna e come tale, deve rappresentare il sesso debole. Jacopo invece vuole dominare... vabbè, lasciamoglielo fare.
Nonostante tutto, il libro è stata una lettura gradevole e, di conseguenza, se avete voglia di una storia abbastanza leggera allora andate tranquille, non vi deluderà. Se cercate invece una storia intricata, con la vendetta con la V maiuscola, di quelle che fanno soffrire e contorcere le budella, con personaggi pieni di spessore e che se dominano lo fanno sul serio, non solo spingendoti la faccia sul divano per scoparti da dietro, ebbene, se cercate questo lasciate perdere. 
Alla prossima! 





1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...