giovedì 10 marzo 2016

LOVE IN THE SCARS di ANDREW LEVINE



La recensione di oggi è su un Self Publishing che ha molto colpito Martina. Love in the scars di Andrew Lavien è un romanzo coinvolgente e emozionante, venite a leggere cosa ne pensa...



TITOLO: LOVE IN THE SCARS

AUTORE: ANDREW LEVINE

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: ROMANCE

AUTOCONCLUSIVO



Carter Avery è un giovane scrittore dal passato burrascoso, colmo di dolore e tristezza. Per un qualche strano scherzo del destino, proprio grazie agli eventi drammatici della sua vita e al suo dolore è riuscito ad affermarsi come scrittore a soli sedici anni, pubblicando il suo primo romanzo, seguito poi da altri successi. Sono passati molti anni da allora e la sua vita, però, non è mai cambiata veramente. Il dolore è l'unica cosa che lo tiene vivo, caratterizzando la sua vita con abitudini crudeli. Tutto ciò cambierà quando Elena Grace, una giovane e aspirante stella del cinema, dopo drammatici eventi, gli farà capire che anche il suo cuore è capace di amare. 
Starà a lui, però, decidere se accettare il cambiamento e inseguire lo sconosciuto desiderio di luce con Elena, o ricadere nel buio del dolore che l'ha cresciuto. E talvolta, le paure e il destino possono rendere anche la scelta più semplice una tormentata e dolorosa decisione.





La prima cosa che mi ha colpito di questo libro è stata la cover, diversa e particolare, quest’uomo di spalle con quel tatuaggio sulla schiena mi ha attirato da subito. A quel punto leggere la sinossi è stato un passo automatico. Mi ha affascinato e non ho avuto nessun dubbio a farlo entrare nella mia biblioteca.

Love in the scars è un romanzo che non si può non leggere, un libro che ti entra dentro. E' scritto molto bene e fa vivere forti emozioni. Mi sono persa nel cuore di Carter dopo poche pagine, l’autore entra subito nel vivo della storia e non puoi non innamorarti di questo scrittore pazzo.
La storia di Carter è già piena di sofferenze all’età di nove anni, da quando per un incidente perde i genitori e la sorellina. L’unica persona che gli resta e che provvederà a lui è sua nonna. Annie diventerà il suo palo e il suo rifugio. Ma l’amore della nonna non basterà a placare la sua sofferenza.






Carter cresce con la convinzione che la perdita della sua famiglia sia colpa sua, che se quella sera non fosse stato malato e costretto a letto sarebbe morto con loro, come era giusto che fosse. Nella sua testa i sensi di colpa sono forti; LUI DOVEVA MORIRE CON LORO.

Carter trova crescendo una valvola di sfogo: inizia a scrivere. Nei suoi racconti traspare quello che si porta dentro, quel dolore che non riesce a spiegare con le parole, quella sofferenza che non riesce a estirpare in nessun modo se non scrivendo. Quello che mette dentro ai suoi romanzi è la vita che avrebbe voluto, la vita che gli è stata negata. Tutto l'amore che riesce a far trasparire nelle pagine dei suoi libri lo porta a diventare uno scrittore di successo.



Ma a Carter non basta, ha bisogno di punirsi e soffrire per allietare questa angoscia che non lo abbandona mai. L’alcool e il cercare le risse sembrano essere la sua redenzione e la sua valvola di sfogo. Non passa giorno che non beva e non passa giorno che non sia in mezzo a qualche scazzottata. Questo è l’unico modo che ha per non dimenticare, per riuscire ancora a vedere i volti delle persone che ha perso.

L’arrivo di Elena nella sua vita sarà del tutto inaspettato, i suoi occhi azzurri e il benessere che gli trasmettono provocano in Carter delle emozioni difficili da gestire e da accettare,  per lui, che conosce solo la sofferenza.
L’incontro tra i due mi ha fatto sperare che finalmente a Carter arrivasse un po’ di pace, vi assicuro che se la sarebbe ampiamente meritata, ma i suoi demoni e le sue paure avranno la meglio. Elena è l’unica persona che riesce a entrare nel cuore dello scrittore, con il suo carattere dolce e comprensivo, a far aprire quel cuore chiuso da molto tempo. Il loro parlarsi, il loro cercarsi anche solo con gli occhi mi ha provocato un turbinio di emozioni che non mi aspettavo.
Ho percepito quello che Elena prova quando guarda Carter, i loro dialoghi trasmettono delle sensazioni forti, sono riuscita a sentire la dolcezza che caratterizza questi personaggi. La fortuna però non è dalla parte di Carter, ancora dovrà lottare contro il dolore, la perdita dell’unico punto di riferimento che gli resta lo porterà di nuovo nel baratro. Ma la morte della amata nonna lo costringerà ad affrontare anche la morte della sua famiglia. 
Colpi di scena e intrighi caratterizzeranno la seconda parte del libro alimentando non poco lo stato di ansia. Non tutto è come sembra e di sicuro l’autore è riuscito a tenermi incollata fino all’ultima pagina.
Un libro che è un continuo evolversi, che oltre che catturarti emotivamente riesce a coinvolgerti in una storia ricca di colpi di scena come mai mi sarei aspettata.





3 commenti:

  1. oh finalmente qualcuno che l'ha letto. La cover ha colpito anche a me dalla prima olta che l'ho vista, ma ancora nn ho avuto tempo di leggerlo, e aspettavo il parere di qualcuno che l'avesse fatto. Grazie Martina, la curiosita' c'era, ora mi hai convinta del tutto. Prox lettura

    RispondiElimina
  2. Letto tutto d'un fiato...la verità è che non riuscivo a staccarmi tanto la storia mi ha coinvolta ed appassionata!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...