sabato 14 maggio 2016

RECENSIONE: PER SEMPRE NOI di SARAH DESSEN


La recensione di oggi è su un libro di Sarah Dessen. Edito per noi da Newton, lo ha letto per noi Concetta, andiamo a leggere cosa ne pensa..


TITOLO: PER SEMPRE NOI

AUTRICE: SARAH DESSEN

GENERE: YOUNG ADULT

EDITORE: NEWTON COMPTON

AUTOCONCLUSIVO



Sydney è cresciuta all’ombra del fratello, quasi fosse invisibile. È lui che è sempre stato al centro dell’attenzione, nella sua famiglia. Nonostante i guai che combina. L’ultimo è stato davvero grosso: si è messo al volante della sua auto ubriaco, ha investito un ragazzo e ora sta scontando un periodo di carcere. E mentre i familiari si preoccupano per Peyton, Sydney non riesce a darsi pace per la vittima dell’incidente, attirando su di sé le critiche dei genitori. Le cose per lei cambiano quando, nella nuova scuola che frequenta, fa amicizia con Layla, una ragazza effervescente che presto le fa conoscere la propria famiglia, ben diversa da quella di Sydney. I Chatham sono affettuosi e accoglienti, e stando con loro Sydney si accorge di essere finalmente accettata, apprezzata. Ma sarà l’incontro con il fratello maggiore di Layla, Mac, a fare la differenza. Lui è tranquillo, attento, protettivo, e attraverso i suoi occhi Sydney si sentirà per la prima volta vista, vista davvero.


 





Ci sono libri che leggi per il piacere di leggere, che ti accompagnano piacevolmente, lasciandoti un senso di leggerezza e felicità e poi ci sono "i libri" che ti restano nella mente, facendoti riflettere anche a distanza di giorni.

Questo di Sarah Dessen è uno di quelli. Un libro bello per la sua semplicità ma anche per la storia in sé, ricca di messaggi e di temi importanti.

Una storia che fa pensare e che quasi ti lascia scombussolata.
La protagonista di questo racconto è la diciassettenne Sydney, la classica ragazza invisibile, come la definisce nel libro la stessa autrice.
Quella che riesce a non attirare mai l'attenzione, anche se vorrebbe. 
Quella che si sente sempre di troppo, anche in famiglia, ma soprattutto la persona che si pone sempre un gradino o anche cento al di sotto degli altri.
All'interno del suo nucleo familiare è praticamente soppiantata dal fratello, che seppur continui a dare problemi e preoccupazioni, per ultimo un soggiorno in prigione, riesce comunque a mantenere immutato l'affetto dei genitori.
I genitori di Sydney stravedono per lui, si preoccupano per lui, continuando a mettere Sydney in secondo piano.
Ma questa loro permissività non ha fatto altro che rovinare Peyton, rendendolo sicuro, troppo sicuro di non esser mai bacchettato a dovere e quindi facendolo crescere come un irresponsabile immaturo.
Una colpa, quella dei genitori, che inizierà a pesare sull'intera famiglia portando a delle conseguenze quasi disastrose. 
Da piccolo Peyton era l'eroe di Sydney, era la persona che amava incondizionatamente, bastava un suo sorriso a renderle le giornate più belle, ma crescendo quel sorriso è cambiato e la luce che avvolgeva suo fratello pian piano ha cominciato a offuscarsi.
Nonostante l'escalation di avvocati, processi, furti, i genitori continuano a nascondere la testa sotto la sabbia, stringendosi intorno al figlio e scusando i suoi comportamenti, come se mettendo una mano davanti agli occhi quelle colpe non esistessero, come se fossero gli altri a doversi scusare per essere incappati incautamente davanti a Peyton.
Sydney ormai rassegnata a questa impasse familiare e stanca di non riuscire ad oltrepassare questa barriera, decide di iniziare ad andare avanti, soprattutto dopo l'ultimo guaio combinato da suo fratello (che ha rovinato la vita di un promettente atleta, costringendolo sulla sedie a rotelle), iniziando da un cambio di scuola.
Entare alla Jackson High School per Sydney significa ritornare a essere anonima, e l'anonimato è l'unica cosa che brama in quel momento della sua vita, stanca di essere additata e guardata male dopo l'incidente del fratello.
E la nuova scuola porta nuove amicizie. Layla e Mac, rispettivamente fratello e sorella, entreranno nella vita di Sydney portando una ventata di allegria e amicizia.
Frequentare Layla e Mac permetterà a Sydney di riscoprirsi e volersi bene, di capire cosa significa il valore dell'amicizia ma soprattutto il calore di una famiglia "normale".

I due ragazzi l'accoglieranno a braccia aperte dandole appoggio e sostegno. 

Questi due giovani diventeranno loro stessi protagonisti, perchè questo libro, con mia stessa sorpresa, non è assolutamente un classico young adult fatto di amori adolescenziali e storie d'amore.

Ogni personaggio assume un ruolo importante ai fini della narrazione e a ognuno di essi viene lasciato uno spazio non meno importante di quello della protagonista.
E così che scopriamo che Layla si assumerà il ruolo di nuova amica e confidente, una ragazza gentile e premurosa.
Vedremo come si cementificherà il loro rapporto, come diventeranno indispensabili l'una per l'altra. Mac inizierà a delinearsi lungo il percorso, mi aspettavo di trovare subito la storia d'amore, invece tutto si svolge per gradi ma sempre in modo da non mettere in secondo piano il tema del racconto.
Uno young adult, come dicevo, molto diverso dagli altri a cui mi sono approcciata.
Anche verso il finale l'autrice resta fedele al percorso narrativo e quindi non aspettatevi fuochi d'artificio per la storia d'amore. Arrivati all'ultima pagina scoprirete un finale veramente azzeccato.
Per tutto il racconto la protagonista cerca il modo di affrontare il grave errore di suo fratello, una colpa imperdonabile che le preme sulla coscienza.



Può sperare di ottenere il perdono proprio dalle persone che si sono viste quasi portare via tutto?
Può pregare per ottenere quel perdono di cui ha tanto bisogno?
E' il primo libro che leggo di quest'autrice, generalmente non amo molto lo young adult, ma questo mi è sembrato un libro molto maturo, una trama interessante, i personaggi sono ben delineati.
Tocca temi importanti: la famiglia, l'amicizia, il perdono, l'incomprensione.
Temi forti e sempre attuali.
Una lettura che consiglio caldamente.
Mi ha saputo coinvolgere nella vita dei tanti personaggi, mi sono infervorata, rattristata, emozionata, e non è forse quello che ogni buon libro dovrebbe fare??
Prendetelo.


   

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...