giovedì 23 marzo 2017

RECENSIONE: NON DIRLO A NESSUNO "Record Series #1" di K.A. LINDE


Una serie del tutto nuova anche per ambientazione per K.A. Linde! Ci troviamo nel mondo della politica e più precisamente in piena campagna elettorale per l'affascinante e irresistibile Senatore Brad Maxwell e la promettente futura giornalista Liz che ci condurranno in questa clandestina storia d'amore! Lo ha letto per noi Barbara che ci racconta in dettaglio le sue impressioni su questa nuova avventura targata Newton Compton...


TITOLO: NON DIRLO A NESSUNO

SERIE: RECORD #1

AUTORE: K. A. LINDE

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

EDITORE: NEWTON COMPTON

DATA DI USCITA: 13 MARZO 2017

Liz Dougherty ancora non lo sa, ma una singola domanda sta per cambiarle la vita
Ha appena ricevuto il suo primo incarico importante per il giornale della sua università nel North Carolina: deve partecipare alla conferenza stampa improvvisata di un senatore. Brady Maxwell ha tutto quello che serve per fare il politico: ha ottime radici, è bello da morire, ha un corpo fatto apposta per indossare giacca e cravatta - ma le sue idee politiche non vanno tanto a genio a Liz. Quando la domanda scomoda di Liz coglie impreparato il senatore, Hayden Lane, l'editore di Liz, è piacevolmente impressionato, ed è pronto a lanciarla verso una promettente carriera di reporter.
Ma Liz si sta lanciando in segreto anche tra le braccia di Brady, e la loro relazione potrebbe distruggere le ambizioni di entrambi. Pur essendo single, i potenziali elettori di Brady potrebbero non vedere di buon occhio una storia con una giornalista. E Liz non è molto a suo agio in clandestinità, soprattutto quando le cose tra lei e Hayden iniziano a farsi meno platoniche di quel che pensava.



Oggi vi parlo di una nuova serie che mi ha incuriosito da subito, finalmente una trama diversa. Parliamo di Liz Dougherty, studentessa universitaria in giornalismo e Brady Maxwell senatore degli Stati Uniti, candidato al Congresso per lo stato del North Carolina.
Liz si ritrova a scrivere un articolo, poco gentile nei confronti del bel senatore, accusandolo di ostacolare la riforma al finanziamento del debito studentesco.
Nonostante ciò si ritrova a una conferenza stampa e complice una domanda scomoda, i nostri due protagonisti si incontrano.
Da subito nasce un gioco di sguardi e seduzione che li porterà a iniziare una storia clandestina.
Inizialmente sembrerà solo una storia di sesso ma in realtà ogni loro fugace incontro li porterà a volere sempre di più fino a provare dei profondi sentimenti l'uno per l'altra, senza però dichiararsi.
Il problema è che Liz è una ragazza semplice che vorrebbe una storia normale alla luce del sole con il ragazzo che ama, invece è costretta a fingere quasi di conoscerlo e di nutrire una crescente stima anche per l'uomo politico.


Quando ho finito di leggere questo libro mi sono sentita veramente indecisa sulla votazione che gli avrei attribuito e se mi fosse piaciuto oppure no.
A tratti l'ho trovato un po' lento perché incentrato nella descrizione della riforma universitaria e nelle strategie politiche di partito.
Mi è sembrato quasi che mancasse quel filo conduttore della storia fra una scena e l'altra, forse perché la narrazione in terza persona per buona parte del libro escluso l'ultimo capitolo ci mostra la storia solo dal punto di vista di Liz.
Le scene di amore a volte sono poco coinvolgenti e le scene di sesso piuttosto ordinarie.
Mi aspettavo forse un personaggio maschile più alpha e meno innamorato da subito, quindi a volte è sembrato tutto quasi noioso. Anche se Brad ha le idee chiare: prima viene la sua carriera politica che metterà sempre davanti a tutto, compreso al suo cuore.
Il personaggio di Liz è molto credibile, si tratta di una ragazza innamorata e insicura. 
Pende dalle labbra di Brad, soggiogata dal suo fascino e non riesce a dirgli mai no.
Accetta la clandestinità della loro storia in nome della carriera politica anche se sogna una storia alla luce del sole.
Anche nei momenti di lucidità quando sembra voler chiudere la sua storia con Brad, il bel senatore riuscirà sempre a farle cambiare idea.
Mi sono chiesta se tutto fosse voluto per introdurci nella storia che in realtà prenderà il via dal secondo volume.
Mentre l'autrice è riuscita a farci entrare nel mondo politico e delle campagne elettorali americane la storia d'amore fra i nostri amanti mi è sembrata di contorno.
In compenso alcuni personaggi mi hanno incuriosito e credo che verranno fuori meglio nei volumi a venire, in particolare Clay, il fratello di Brad che sembra nutrire invidia e competizione nei confronti del fratello maggiore e non solo per la carriera politica e Hayden Lane il caporedattore e amico di Liz che sicuramente sarà argomento di discussione fra Brad e Liz. Hayden è attratto da Liz e naturalmente si fa avanti quando ormai la bella bionda ha iniziato la sua storia clandestina con il senatore. Il finale naturalmente è sospesissimo ma Newton Compton ci tranquillizza pubblicando a breve il prossimo volume.


Insomma tutto è rimandato al prossimo capitolo che spero mi chiarisca le idee su questa nuova serie, che ci porterà a conoscere tutti i fratelli Maxwell (ANTEPRIMA SERIE QUI).
Pertanto il mio giudizio rimane prudentemente positivo e mi riservo di dare quello finale sulla serie con i prossimi capitoli.



Se ti è piaciuto questo post clicca su



Link d'acquisto Amazon

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...