giovedì 11 ottobre 2018

Recensione: LA SUA TENTAZIONE di ISABELLA STARLING


Salve readers, la RECENSIONE di oggi è su un romanzo autoconclusivo edito da Quixote e scritto dall'autrice Isabella Starling, fino ad ora inedita in Italia. 
Caterina che ha letto e recensito questo "romanzo" per noi, pensa di aver scoperto un nuovo genere "narrativo", Pornotrash Ironic Romance.
Andiamo a scoprirne i motivi.

TITOLO:  LA SUA TENTAZIONE

TITOLO ORIGINALE:  HIS BRAT

AUTRICE: ISABELLA STARLING

EDITORE: QUIXOTE EDIZIONI

GENERE: PORNOTRASH IRONIC ROMANCE

DATA D'USCITA: 5 OTTOBRE 2018

AUTOCONCLUSIVO


A questa mocciosa sta per essere impartita una lezione...

MAX
Lei è fuori dalla mia portata. È l’unica ragazza che non posso avere. Di sicuro non ne ero a conoscenza quando l’ho vista per la prima volta e mi sono sepolto dentro di lei.
Ma sto per sposare sua madre… un matrimonio senza amore, che non ha alcuna importanza per entrambi, ma che significa comunque che Lola Grace non può essere mia.
In ogni caso non sarei sicuramente un buon partito per lei. Gioco sporco, e scopo ancora più duro. Rovinerei una ragazza carina come lei nel giro di poche ore.
Eppure non ho saputo resistere… Lola Grace è troppo dolce perché io possa rinunciarvi.
LOLA GRACE
La mia vita cambia quando Max Rivers vi fa irruzione. Complica ogni cosa, facendomi persino rimpiangere di aver posato gli occhi sul suo corpo alto, tatuato e scolpito. 
Ma allo stesso tempo, non posso lasciare perdere.
Conosco le regole. Nessun bacio.
Vietato toccarsi. Vietato parlare. Vietato scopare.
E sto per violare ognuna di esse.


L'unico modo in cui posso iniziare questa recensione è facendo una premessa, mi aiuterò in questo citando una frase del sociologo Herbert Marcuse secondo me perfetta: 
«la differenza tra erotismo e pornografia è la differenza tra il sesso celebrativo e quello masturbatorio». 
Un libro, o film per essere erotico necessariamente ci deve trasmettere delle emozioni: fisicamente ma anche mentalmente. Quello che io definisco erotico è un qualcosa di visivo o descrittivo che ci permette di vivere l'atto in se ma anche l'amore che quell'atto scatena. Mentre il materiale pornografico descrive il mero rapporto sessuale.
Come tutte ben sappiamo, il mondo femminile è più coinvolto dall'erotismo, per questo c'è un proliferare di libri erotici. Un grande mercato si è sviluppato in questo senso. Questo non significa necessariamente che una donna non possa vedere un film porno o leggere un libro porno, semplicemente ne siamo meno coinvolte rispetto a un uomo, e ne facciamo meno uso.
Arriviamo alla motivazione per la quale ho fatto questa premessa.



Questo libro è stato definito Erotic Romance ma NON LO E'. Non vi è nulla di erotico nel libro: è un insieme di clichè che potrebbero essere stati estrapolati da filmetti porno la cui funzione ben sappiamo essere puramente masturbatoria, appunto. Ora tutto questo potrebbe anche funzionare se assemblato in un insieme sensato. Ahimè, questo libro oltre a essere la saga della banalità è completamente privo di logica, direi farsesco, con dei personaggi surreali e con un linguaggio che può solo essere definito demenziale. 
Credo sia il plot più ridicolo che io abbia mai avuto la sfortuna di leggere. 
E' stato definito un Forbidden Romance e di nuovo NON LO E'. Non c'è nessun legame di sangue tra "gattina" e "signore" nè legame acquisito. E questo è ben chiaro al lettore sin dall'inizio, non solo per le motivazioni finali che ci forniscono, ma semplicemente perché quello tra la madre di Lola e Max è un matrimonio di facciata, un contratto tra due persone che non comporta nessun adempimento sessuale tra i contraenti.
E ancora NON E' un BDSM. Di BDSM non vi è assolutamente nulla se non che alla fine presentano una stanza come "stanza dei segreti", wow che originalità. E vi assicuro che è lontana anni luce della più famosa stanza dei giochi del famoso libro/film.
Detto questo, la frase più ricorrente che ho sentito riferita a questo libro è trash. E' talmente trash da diventare divertente e quindi merita a pieno titolo minimo 4 stelle.
Ora, quello che posso dire io è che sì, in molte parti è talmente demenziale da far scappare la risata, ma questo non giustifica il 4 stelle in nessuna delle categorie riportate per descriverlo. Posso dire che trovo irriguardoso nei confronti dei lettori che in questo modo pensano sia altro e ancor meno nei confronti degli scrittori che scrivono effettivamente libri rientranti nelle suddette categorie ma strutturati, che hanno un senso logico e dei dialoghi coerenti, non insensati e sconclusionati come in questo caso. Perchè qui di senso ce n'è davvero poco.
Si potrebbe al limite inventare una categoria ad hoc, non so io proporrei "Trash ironic porno" potrebbe essere un'idea e malgrado ciò saremmo ancora lontani anni luce dalla realtà delirante di questo libro.



Isomma, io sono pienamente consapevole che questa recensione otterrà l'effetto contrario nella maggior parte dei casi e invece di salvarvi dalla perdita di tempo che è cimentarsi in questa lettura vi incuriosirà tanto da non poter fare a meno almeno di iniziarlo. Ma a questo punto sarete consapevoli di quello che state andando a leggere e come si dice "uomo avvisato mezzo salvato".

Vi chiarisco un ultimo punto prima di concludere, sono più o meno 200 pagine e la cosa che mi ha permesso di non abbandonare il libro è stato il fatto che tentavo di capire se quantomeno l'autrice sarebbe riuscita a chiudere con un minimo di logica quei clichè assunti alla base del "libro". NO, ve lo dico subito, rimarranno tutte le vostre domande non senza risposta, perchè a questo punto sarebbe stato meglio, ma ancor peggio con delle risposte insensate, incredibili e demenziali.
Non ho mai dato la monostella a un libro, in genere li mollo, oppure trovo almeno un piccolo spiraglio di luce al quale aggrapparmi ma in questo caso non potevo fare altrimenti. Dare una votazione più alta a questo, non so come chiamarlo, "libro", sarebbe stato pari a insultare tutte le letture alle quali ho dato un voto superiore.
Detto ciò, per i coraggiosi che intraprenderanno il viaggio con "gattina" e "signore", auguro BUONA FORTUNA, ne avrete bisogno. Dimenticavo: preparate una vostra amica ai vostri scleri, perché se siete come me, la chiamerete moltoooo spesso.

Se ti è piaciuto questo post clicca su

Link acquisto Amazon:


Clicca sull'icona corrispondente e seguici anche su:

        

2 commenti:

  1. La recensione più veritiera letta finora, e l'unica con un giudizio sensato. Mi congratulo perché sei riuscita a recensirlo, io ci ho rinunciato. Sarebbe stato uno sclero disperato e inorridito. Mi spiace solo che il nostro mercato trovi troppi consensi in questo genere che è così lontano da quel libro/film che indirettamente citi e che altro non è (a mio semplice parere di una lettrice "devota" a quella serie)che una complicata storia d'amore.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...