venerdì 26 febbraio 2016

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: INSIEME PER AMORE "The Club Series #3" di LAUREN ROWE


E siamo arrivati alla conclusione della storia fra Jonas e Sarah! Ecco la nostra recensione sul terzo volume della serie The Club di Lauren Rowe! Martina, grazie a Newton Compton che ce ne ha dato la possibilità, lo ha letto in anteprima per noi! Vediamo che ci dice...


TITOLO: INSIEME PER AMORE

SERIE: THE CLUB #3

AUTORE: LAUREN ROWE

GENERE: EROTIC ROMANCE

CASA EDITRICE: NEWTON COMPTON

DATA D'USCITA: 26 FEBBRAIO 2016

Serie The Club   ANTEPRIMA
   ♦ Jonas & Sarah 
1. Insieme per gioco RECENSIONE 24/12/2015
2. Insieme per passione RECENSIONE 29/01/2016
3. Insieme per amore 26/02/2016
4. Insieme per sempre RECENSIONE 07/12/2016
   ♦ Josh & Kat 
5. Un incontro all'improvviso FEBBRAIO 2017
6. Un bacio all'improvviso MARZO 2017
7. Un uragano all'improvviso APRILE 2017


«Non c’è mai stato un amore come il nostro e mai ci sarà. La nostra è la più grande storia d’amore mai raccontata. I nostri sentimenti sono puri e autentici, noi siamo lo stupore degli dèi».
Jonas Faraday continua a lottare contro i suoi demoni personali, ma non è più solo nella sua battaglia. Accanto a lui ora c’è Sarah e non può rischiare di perderla. Giungerà mai per Jonas il momento della redenzione?

Il mio cuore ha esultato quando ho avuto la possibilità di leggere in anteprima Insieme per amore il terzo e conclusivo volume della serie The club di Lauren Rowe. 
I primi due volumi, Insieme per gioco (RECENSIONE) e Insieme per passione (RECENSIONE), come ricorderete sono stati esilaranti, ironici e passionali, ma allo stesso tempo non privi di quelle emozioni che io amo tanto nei libri. La scrittrice devo ammettere è riuscita ancora una volta a sorprendermi, preparatevi perché se con Insieme per passione abbiamo cominciato un po' a capire il carattere di Jonas, con questo ultimo volume lo conosceremo interamente: le sue paure, le sue angosce di bambino, quelle che lo hanno reso l’uomo che è diventato usciranno fuori come un torrente in piena, e io ne sono stata travolta.
Tutto quello che Jonas aveva represso negli anni, tutto il dolore che teneva nascosto dentro di sé per il timore di non saperlo sconfiggere, lo travolgerà. Senza chiedergli il permesso lo metterà con le spalle al muro, adesso che l’unica persona che era riuscita a scalare la sua montagna interiore potrebbe uscire dalla sua vita, Jonas ritorna a rivivere quel passato.


Per capire esattamente quello che Jonas prova, l’autrice ci fa vivere emozioni forti, mi sono sentita talmente coinvolta in quello che leggevo e devo confessare che mi è sfuggita una lacrima. I ricordi di Jonas bambino ti spezzano il cuore. Dolore, rabbia, frustrazione, disperazione sono quello che leggerete di Jonas a sette anni. Jonas che continua a rivivere l’omicidio di sua madre, il bambino che vive nei sensi di colpa e che vorrebbe morire pur di mettere fine alla disperazione.
Il padre perso nel suo dolore lo ha annientato con la sua freddezza e non si è preoccupato minimamente di quello che Jonas provava. L’unico che resterà accanto a lui sempre, è suo fratello Josh, lui non lo mollerà un istante. Josh farà di tutto per aiutarlo a superare tutto il finimondo che Jonas ha dentro.
Questo tuffo nel passato di Jonas ci voleva, si possono capire delle sfaccettature che nei primi due volumi erano rimaste un mistero. Tante domande hanno finalmente una risposta. Mi sono chiesta spesso se la sua passione per la scalata in realtà non nascondesse un bisogno inconscio. Se invece dietro a una semplice passione in realtà si celasse ben altro.


Anche se si inizia con il botto non manca certo l’ironia che caratterizza questa serie. Il club deve essere smascherato, non è una faccenda semplice, dietro non si nascondono solamente delle persone che hanno creato un giro di prostituzione ma ben altro e la situazione diventa molto complicata.
Ma Jonas è sempre Jonas e prenderà in mano le redini della situazione, anche se non da solo. Non può rischiare di esporre Sarah ad altri pericoli, ma lei non si farà certo mettere da parte, accorreranno in suo aiuto non solo il fratello Josh, ma anche Kat e Henn il fantastico hacker. Qui le risate non mancheranno, insieme formeranno una squadra sotto copertura dove tutto è lecito pur di riuscire a liberarsi del club e mettere fine a ricatti e persecuzioni; sì, perché dietro al club si nasconde un giro che neanche loro sospettavano e i pericoli inizieranno a essere notevoli.
Come avrete capito anche se non mancheranno situazioni comiche e divertenti, il libro è molto incentrato su loro, i protagonisti. Jonas e Sarah fanno un percorso insieme, si conoscono nel profondo. Naturalmente Jonas ha molto da dire, da confessare, soprattutto a se stesso. Adesso deve avere la forza di parlare a quel bambino che ancora soffre e fargli capire che non è sua la colpa se non è riuscito a salvare la madre.


Sarah è sempre forte e determinata, non si lascerà travolgere e impaurire da quella corazza che Jonas si è creato con tanta cura, lei sarà la scalata che servirà a Jonas per combattere la sua battaglia interiore.Adesso veniamo alla parte che non mi è piaciuta del libro, non l’ho proprio digerita a dire il vero. Finalmente Jonas si sente pronto a parlare a Sarah dei suoi chiari di luna, c'è un unico segreto che ancora non ha avuto la forza di confessarle, e che solo il fratello Josh conosce. Si tratta di un momento che sarebbe dovuto essere drammatico, doloroso, che avrebbe dovuto trasmettermi quel senso di angoscia portandomi a vivere delle forti emozioni, non mi sarebbe dispiaciuto piangere sopra a quelle pagine. Jonas racconta quel lato della sua vita con difficoltà, purtroppo non lo percepiamo. Sono argomenti forti, e come tali necessitavano di essere approfonditi. L'autrice lo racconta attraverso la voce di Jonas ma non lo fa sentire.
D'altro canto la semplicità e la poca concretezza di Sarah nell'affrontare questo argomento mi hanno spiazzato. Infine avrei voluto che Jonas e Sarah, nella parte suspense della storia nella quale viene sgominata l'organizzazione criminale, fossero più parte attiva con qualche colpo di scena e azione eroica da parte di Jonas, ma non c'è stata. Da drammatico come era giusto che fosse diventa ironico. Sono consapevole che questa trilogia è nata come ironica ma se si tratta certi tipi di argomenti non si può non dare loro l’importanza che meritano. Ho riso, è vero, ma avrei anche preferito piangere un po' nell'immedesimarmi in Jonas e sentire il suo dolore.
Consiglio questo libro comunque, è divertente e ironico, ma chissà che non si riesca a leggere invece un'altra trilogia su Josh e Kat questa volta...incrociamo le dita!


Se ti è piaciuto questo post clicca su


Link d'acquisto:
 

Recensioni (Clicca sull'immagine per leggere la recensione corrispondente):
  

2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...