mercoledì 14 dicembre 2016

RECENSIONE: PECCATO ORIGINALE, IL PADRONE "Peccato originale series #3 - The original Sinner: The red years #3" di TIFFANY REISZ


Salve readers, oggi è una delle giornate di ripescaggio dei grandi libri. 
Un romanzo,  quello di oggi, molto particolare per una autrice che è a dir poco spettacolare. 
Chi non conosce questa serie? 
Sicuramente può non attirare il genere, che è per molti ma non per tutti. Ma... tante potrebbero ricredersi ;) a me è successo. 
Non credo sia necessario nessun altra presentazione lascio invece la parola a Enrica e alla sua recensione.

TITOLO: PECCATO ORIGINALE, IL PADRONE

SERIE: PECCATO ORIGINALE #3
          THE ORIGINAL SINNER, THE RED YEARS #3

AUTORE: TIFFANY REISZ

GENERE: EROTIC ROMANCE

CASA EDITRICE: NEWTON COMPTON

DATA D'USCITA: 18 LUGLIO 2013


Peccato originale series:   ANTEPRIMA
  ♦ The original sinner, The red years:
1. Peccato originale, l'innocenza RECENSIONE 20/06/2013
2. Peccato originale, il gioco RECENSIONE 04/07/2013
3. Peccato originale, il padrone 18/07/2013
4. Peccato originale, il ritorno 12/12/2013
  ♦ The original sinner, The white years:
5. Guardami, toccami, stringimi RECENSIONE 23/07/2015
6. The king
7. The virgin
8. The queen


Ogni inibizione andrà perduta
Regola Numero 3: mai smettere di sperimentare

Nora non sa chi scegliere tra due uomini. A quale dei due si concederà completamente? Wesley è l’oggetto delle sue fantasie, un ragazzo dolce e romantico, con il quale ha convissuto e che non riesce a dimenticare. È giovane, nobile e ricco. Søren, invece, è il suo padrone: l’amante perverso, colui che non potrà mai avere davvero. Ma per Nora non è facile interpretare i propri sentimenti e se da un lato coltiva il sogno di vivere un normale amore a due, dall’altro è perennemente tentata dall’inquietudine e dal desiderio di esplorare la parte proibita di se stessa. Mentre Nora trascorre infuocate notti di passione con Wesley, a New York, Søren deve fare i conti con qualcuno che è tornato dal suo torbido passato. Qualcuno che minaccia di svelare i suoi più inconfessabili segreti…

È sottile il confine tra piacere e dolore




E finalmente ci siamo! Finalmente Nora raggiunge Wesley nella sua tenuta faraonica dove alleva cavalli da corsa; proprio così, perché Wesley non è il povero ragazzo sprovveduto che non riesce a sbarcare il lunario come ha fatto credere a tutti, il bel biondone viene chiamato Principe del Kentucky, figlio di una delle famiglie più ricche e potenti del mondo delle corse dei cavalli. 


Nora si ritrova catapultata in un mondo dove non è più lei a dettare le regole: deve affrontare l'aperta ostilità del padre di Wes, deve fare i conti con i forti sentimenti che prova per questo ragazzo, ma deve fare soprattutto i conti con il sesso vanilla, perché Nora è kinky fino al midollo e Wes è vanilla che più vanilla non si può, odia solo il pensiero di poter provocare dolore a una persona, e noi lo abbiamo amato alla follia da subito già solo per questo, dite la verità!


Sono sicura che per molte lettrici è stata l'unica ancora che ha impedito di lanciare i libri dalla finestra, è stata l'unica boccata di ossigeno tra un'apnea e l'altra, perché ammettiamolo, spesso ci siamo trovate senza fiato leggendo certi passaggi, cercando di capire l'orrore, il dolore, la perversione, ma io ho superato tutto, Tiffany Reisz è stata così brava a caratterizzare i personaggi e delineare le situazioni che non ho mai minimamente provato ribrezzo o fastidio, perché alla fine tutto quello che muove questi personaggi è l'AMORE, la lealtà, l'onestà, la voglia di proteggersi l'un l'altro a ogni costo, con ogni mezzo. 


Nora è combattuta, disorientata, si muove in un territorio sconosciuto, non sa come comportarsi con Wes, come affrontare il rapporto fisico con lui, lo ama di un amore puro, per lei rigenerante, la fa sentire una donna nuova. Ma non illudiamoci, questo loro ricongiungimento non è un gioco del destino, una decisione voluta da Nora o Wes: chi muove le fila degli eventi è sempre lui, il padrone, Søren, che manda Nora da Wes perché è in pericolo e sa che quello è l'unico posto dove la sua amata può stare al sicuro, e la ama così tanto da rischiare di perderla per sempre pur di proteggerla! ... Ho provato a odiare questo sadico, bellissimo, terrificante, perverso e spaventoso bastardo, ma in questo terzo episodio della serie sono definitivamente capitolata. 
Questo libro è cruciale per capire la personalità di Søren e anche il rapporto che ha con Kingsley, perché in questa storia, magistralmente orchestrata, si sviluppa una trama intricata che ci porta indietro con il tempo, agli anni in cui Søren, alias Marcus Stearns, incontra Kingsley nel collegio dei padri gesuiti, ci riporta al momento dove tutto è cominciato, ci fa testimoni di una delle storie d'amore più sconvolgenti che io abbia mai affrontato. Questi due ragazzi, approdati in quella scuola entrambi per motivi poco edificanti, si incontrano, si scontrano, si devastano, si amano alla follia, di un amore perverso, potente, necessario, disperato.


Non è un libro facile, forse il più indigesto, perché quello che combinano i giovani Soren e Kingsley non è roba che si legge di frequente e a cuor leggero, ma sicuramente è un viaggio affascinante nelle pieghe più recondite e oscure della mente umana, è un'esperienza davvero umanamente interessante e quello che mi ha insegnato è che non bisogna negare e soffocare le proprie pulsioni solo perché non sarebbero socialmente accettabili. Ciò che non è accettabile, ciò che è perverso è manipolare, è costringere qualcuno a fare qualcosa che non desidera, laddove c'è consensualità non ci può essere perversione. Søren è diventato quello che è perché la vita lo ha maltrattato fin dalla nascita e Kingsley è disposto ad accogliere ogni sua azione, anche la più feroce, perché lo desidera, perché lo vuole con tutto il suo essere, perché lo ama incondizionatamente, perché lui è la sua raison d'etre.
Questo libro non è fatto di pagine e parole,  è un'altalena di emozioni, non facciamo in tempo a gioire e palpitare per Wes e Nora finalmente insieme, che veniamo subito catapultati nel passato oscuro di King e Søren, fino all'agognato epilogo che ti lascia con il fiato corto e soprattutto sospeso!
Se riuscirete ad arrivare in fondo a questo libro, mai come questa volta, sono sicura che ci rivedremo... alla prossima!!!

 

Link d'acquisto:
    

Recensioni (Clicca sull'immagine per leggere la recensione corrispondente):
   

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...