lunedì 5 novembre 2018

Recensione in anteprima: OGNI VOLTA CHE SONO SOLO CON TE di AMABILE GIUSTI


Esce domani il nuovo romanzo di Amabile Giusti! Si tratta di un contemporary romance ambientato nelle montagne del Wyoming…
Leonora "Leo" una giornalista di New York viene inviata a intervistare lo scrittore dei suoi sogni, Harrison Duke, uscito dalle scene da qualche anno dopo il naufragio del suo matrimonio.
Quello che però Leo si troverà davanti sarà l'uomo più irritante, scontroso e burbero che abbia mai incontrato. Il maltempo li costringerà a condividere forzatamente il rifugio di Harrison. Riusciranno a trovare un dialogo? Grazie a Amazon Publishing, Barbara ha letto il libro in anteprima per noi, andiamo a scoprire cosa ne pensa...


TITOLO: OGNI VOLTA CHE SONO SOLO CON TE

AUTORE: AMABILE GIUSTI

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

EDITORE: AMAZON PUBLISHING

DATA D'USCITA: 06 NOVEMBRE 2018

AUTOCONCLUSIVO


Quando l’amore arriva è come pioggia che nutre la terra: anche il cuore più indurito ricomincia a battere.
Harrison Duke, fascino selvaggio e pessimo carattere, è un ex scrittore di successo. Il burrascoso divorzio da una vanesia diva di Hollywood, il flop del suo ultimo romanzo e un pericoloso attaccamento alla bottiglia lo hanno spinto a rifugiarsi in una baita sperduta fra le montagne del Wyoming.
Tormentato da un triste segreto e in cerca di una nuova dimensione, Harrison vive in solitudine, lavora duramente ed evita ogni contatto umano, specie femminile. Tornare a scrivere è fuori discussione ma un giorno il suo ex agente gli propone di concedere un’intervista a Leo Tucker, giovane giornalista di talento, e Harrison a malincuore accetta. Salvo pentirsene non appena realizza che Leo è diminutivo di Leonora.

Quello che avrebbe dovuto essere un breve incontro si prolunga inaspettatamente, e i due sono costretti a condividere per giorni la spartana baita, isolati dal mondo, con effetti disastrosi.

Non è facile sopportarsi quando si è più che determinati a odiarsi. Ma cosa potrebbe succedere se la convivenza forzata si rivelasse più piacevole del previsto?




Leonora è una giornalista di New York. É curvy ovvero "in carne", insicura, grazie a genitori che vivono solo di apparenze (padre senatore e madre ex modella) e che non hanno mai perso l'occasione per palesarle il loro disappunto sulla sua mancanza di cura dell'aspetto estetico.
In realtà Leo è una di noi. É una ragazza che finalmente si accetta per com'è e ha una grande passione per i libri di Harrison Duke.
Harrison Duke invece è diventato un burbero solitario che vive in una baita mal ridotta fra le montagne del Wyoming in compagnia di un tacchino, un maiale, un cavallo e altri animali che per lui sono diventati più una compagnia che destinati a far parte della sua catena alimentare.

Recensione in anteprima: OGNI VOLTA CHE SONO SOLO CON TE di AMABILE GIUSTI

Si è allontanato dal successo e dal clamore da quando la ex moglie lo ha tradito ponendo fine al loro matrimonio.
Motivo per cui non vuole più sentire parlare di donne.
Quando il suo agente gli propone un'intervista con un giornalista di New York, un tale Leo Tucker, anche se controvoglia non gli rimane che accettare.
Il problema è che di fronte a casa sua non si presenterà un uomo ma bensì la formosa Leonora.
Apriti cielo! Harrison la caccerà malamente rifiutando qualsiasi contatto. 
Il destino infame vuole però che il maltempo faccia crollare l'unico ponte che collega la proprietà di Harrison con la strada principale che porta alla civiltà e la povera Leo rischierà di ferirsi seriamente.
Harrison la porterà in salvo ma entrambi saranno costretti a condividere il poco spazio disponibile nel rifugio di lui.
Sarà il momento per Leo di conoscere meglio il suo idolo.
Questo le porterà una grande delusione ma comunque non la scoraggerà nell'affrontarlo e dire la sua.




I dialoghi nella prima parte della storia sono senz'altro molto ironici.
Harrison è insopportabilmente odioso e poco, per non dire niente, ospitale con la dolce Leo e non perderà occasione per umiliarla e metterla a dura prova.
In realtà Harrison, da tempo in astinenza da sesso, sente per Leo una forte attrazione.
Leo dal canto suo, già profondamente attratta dallo scrittore riuscirà a trovare comunque uno spiraglio nel fascino dell'irritante eremita, assecondandolo e continuando a pendere dalle sue labbra nonostante tutto.
Ma non crediate che Leo subisca la prepotenza di Harrison, piuttosto lo sfiderà portandolo piano piano a cedere e addirittura ad accoglierla nel suo letto.
Questo avvicinamento fisico consentirà loro di aprirsi e  concedere qualcosa di più all'altro e a rivelare il passato che li ha segnati.
Fino al momento di tornare alla realtà.
Harrison seguirà Leo? Leo rinuncerà alla sua vita agiata per restare con Harrison nella modesta baita? 




Il passato è stato per entrambi pesante e li ha plasmati in ciò che sono diventati.
Ma il loro rapporto e il sentimento sicuramente li aiuterà ad avere una speranza per un nuovo futuro.
Amabile Giusti in questo romanzo tocca un aspetto ormai fondamentale della società moderna.
Il problema della fisicità che ha cambiato gli "standard", ridefinendo la normalità al di sotto di una certa taglia.
Ho amato Leo e la sua ciccetta in più. Ho amato la sua caparbietà e la sua ironia. La sua dolcezza e la sua normalità.
Inizialmente non ho amato troppo Harrison ma poi l'ho perdonato e l'ho capito.
La scrittura di Amabile è cresciuta sensibilmente libro dopo libro ma ho sentito la mancanza di qualcosa.
Non ho sentito l'attrazione e quel tormento che mi veniva narrato.
Forse sarà perché il POV di Leo viene narrato in prima persona e invece Harrison in terza persona?
Non lo so, questa volta, a differenza che nel precedente romanzo, mi sono sentita meno coinvolta.
Non ho sentito il tormento di Harrison per quell'irrefrenabile attrazione che sente per la dolce ragazza, dopo un lungo periodo di astinenza.
Le scene di passione fra i due mancavano di quella sensualità che invece ho amato nei primi romanzi New Adult dell'autrice.
Rimane comunque una storia che consiglio di leggere perché Amabile Giusti è una boccata di ossigeno e ti regala sempre una storia da ricordare nel tempo e questa sicuramente è una di quelle. Leggetelo!


Link d'acquisto Amazon:


Se ti è piaciuto questo post clicca su


AMABILE GIUSTI
è nata in Calabria ed è lì che vive ancor oggi: proprio sulla punta dello stivale, fra il mare e la montagna, vicino a una distesa di verde che, vista dall’alto, sembra la sagoma di un cavalluccio marino.
Ha frequentato il liceo classico e si è laureata in Giurisprudenza. Fa l’avvocato ma non si sente avvocato. Scrivere è la sua vita vera, al di fuori degli schemi imposti dal linguaggio secco e avaro del diritto. Si addormenta la sera sognando di scrivere, si sveglia la mattina con lo stesso chiodo fisso in testa, non è escluso che perfino davanti a un giudice, mentre perora una causa, la sua mente divaghi pensando a come plasmare una storia o finire un capitolo.
Dunque non sceglietela come avvocato, scriverebbe una citazione pensando alle favole!
È un tipo che ascolta molto e parla poco ma quando scrive non si ferma più...
Se volete farla contenta regalatele un saggio su Jane Austen, un ninnolo di ceramica (preferibilmente blu), un manga giapponese, o una piantina grassa (più spine ci sono meglio è). Preferibilmente tutti insieme.
Spera di invecchiare lentamente (perché questo pare sia l’unico modo per vivere a lungo...) ma mai invecchiare dentro! Dentro avrà sempre un’età con poco passato e molto futuro e scarsa saggezza.

Della stessa autrice:
(Clicca sull'immagine per vedere il post dell'anteprima)







Autoconclusivi
(Passa sull'immagine col mouse, se cambia clicca per leggere la recensione corrispondente)

     

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...