mercoledì 23 dicembre 2015

RECENSIONE: LE CONFESSIONI DEL CUORE di COLLEEN HOOVER


Salve ragazze, oggi parliamo di quella che è, senza ombra di dubbio, la mia autrice preferita. Ritengo la Hoover un fottutissimo genio e per me non ha mai sbagliato un colpo. Da qui potete già intuire quale sarà la mia valutazione, ma avrò modo di spiegarvene i motivi.

TITOLO: LE CONFESSIONI DEL CUORE

AUTORE: COLLEEN HOOVER

GENERE: NEW ADULT


CASA EDITRICE: LEGGEREDITORE

DATA D'USCITA: 17 DICEMBRE 2015
AUTOCONCLUSIVO

A soli venti anni, Auburn Mason ha paura di aver perso ciò che aveva di più importante. Malgrado il dolore, le resta la voglia di lottare per rimettere sulla giusta strada un destino che sembra sfuggirle dalle mani, ma questa volta non dovrà esserci più spazio per errori e debolezze, tantomeno per l’amore. Owen Gentry è l’enigmatico artista proprietario dello studio d’arte di Dallas presso cui Auburn ha trovato lavoro. È un giovane brillante, di talento, verso il quale Auburn sente fin da subito di provare un’attrazione speciale. A quanto pare, la vita le sta regalando un’altra occasione per lasciarsi andare e ascoltare il proprio cuore. Eppure c’è qualcosa che rischia di minacciare la ritrovata felicità, un segreto che Owen vorrebbe relegare nel proprio passato ma che torna prepotentemente a galla. Owen sa che l’unico modo per non perdere Auburn è condividere con lei ogni aspetto della sua vita, ma la verità, come le opere d’arte, si presta a interpretazioni contrastanti, e una confessione, talvolta, può essere più distruttiva di una menzogna...
Un libro unico nel suo genere, dove il romanzo si mescola alle immagini, alla poesia e... a vere e proprie confessioni anonime inviate dai lettori!



Non è un grande segreto la mia adorazione per la Hoover, impazzisco per i suoi romanzi che trovo profondi, delicati, coinvolgenti, romantici, insomma tutto quello che io cerco in un libro con lei lo ottengo. Devo confessarvi che, malgrado il libro non mi fosse dispiaciuto, mi ero un po' preoccupata con L'incastro imperfetto, in quanto non avevo trovato la solita Hoover. Ma ragazze, con Confess mi ha stregato unendo tutta una serie di elementi che adoro.


Cominciamo col dire che il fatto che le confessioni da lei raccolte e utilizzate sono reali e inserite in un contesto così perfetto mi ha conquistata immediatamente.
Questa donna ha racchiuso in un libro tutto ciò che io amo: poesia, arte e realtà.
La storia ha inizio quando Auburn, la protagonista femminile, ha 15 anni e si trova al capezzale del suo fidanzato morente Adam. Il pianto dirotto è iniziato a pagina 8, il racconto dalla Hoover è straziante.
Adam è in ospedale con Auburn, innamoratissimi cercano in ogni modo possibile di non cedere alla tristezza e allo sconforto e di dirsi addio. E' una scena emotivamente molto coinvolgente e non potrebbe essere altrimenti, senti l'impotenza, l'amore, senti la perdita e il tutto è così dolorosamente reale e profondo che non puoi non esserne sopraffatta. Questo racconto iniziale getta le basi per la comprensione dello stato d'animo tormentato in cui  si trova la protagonista anni dopo.

Cinque anni più tardi Auburn si trova in Texas dove si è appena trasferita, fa un lavoro che odia e cercando di sopravvivere giorno dopo giorno.
Owen Gentry, il nostro protagonista maschile è un artista, anche abbastanza conosciuto, che possiede un proprio studio/atelier e realizza i suoi dipinti facendosi ispirare da confessioni anonime che riceve dalla gente, naturalmente è strafigo e, cosa che non guasta, un tipo eccentrico. Come Auburn anche lui ha nel suo passato un evento che lo ha segnato profondamente e usa la sua arte per nascondersi.
Quando incontra Auburn però è costretto a fare un salto nel passato.
Questo libro è molto intenso, credo che difficilmente si possa uscire integri dopo aver subito traumi così forti, poco a poco capiamo sia le motivazioni che portano Auburn a reagire, che quelle che portano Owen a nascondersi dietro la propria arte.
Non voglio svelare oltre perché significherebbe rovinare la lettura di questo bellissimo libro, infatti più la narrazione va avanti, più le decisioni di Auburn acquistano senso e scopriamo una giovane donna con una forza incredibile, non possiamo fare a meno di comprendere le sue scelte.
Non sono una grande sostenitrice del colpo di fulmine, credo sia eccessivamente utilizzato  come escamotage per non approfondire situazioni e personaggi, ma in questo libro ha un senso, c'è chi lo apprezzerà come me e chi no, io l'ho trovato fantastico. Il finale della Hoover è sicuramente una variante sul tema, ma man mano che il passato di Owen si rivela mi sono trovata sempre più a mio agio e ho accettato e abbracciato senza problemi il finale.
Nel libro la Hoover ha toccato temi molto importanti: abuso di sostanze stupefacenti, stupro, manipolazione, e lo ha fatto sempre con molto tatto e nei dovuti modi.
La Hoover ha sicuramente un grande talento per la scrittura drammatica, a volte funziona, a volte un po' meno (mi riferisco a L'incastro imperfetto), ma è sempre bravissima e anche in queste rarissime occasioni viaggiamo ai massimi livelli.
Questo libro è stupendo, l'ho letto non riuscendo a farmi alcuna idea di dove volesse arrivare e quali sarebbero stati gli sviluppi della storia, e questa è una cosa che apprezzo infinitamente, mi stupiva in ogni situazione che si andava via via svelando e l'ultimo capitolo darà senso a tutto e vi farà ricrollare in un pianto dirotto.

In un panorama editoriale in cui tutto è uguale e standardizzato e dove le storie si ripetono senza vergogna alcuna, questa è sicuramente una graditissima eccezione.
Ho una tale fiducia nella scrittura di questa autrice che non ho mai dubitato che la storia si sarebbe svolta e sarebbe andata esattamente dove doveva e dove c'era bisogno che andasse. Con lei mi capita di prendere il libro e semplicemente di godere del luogo e degli eventi nei quali mi guiderà.
Questo romanzo è qualcosa di diverso da qualsiasi cosa la Hoover abbia mai scritto. L'inizio è la misura perfetta tra una toccante profondità e una straziante angoscia, tutto sembra incredibilmente reale. La Hoover plasma i suoi personaggi con una cura e un'attenzione che pochi hanno.


Il libro è sicuramente passionale, avverti l'attrazione tra i due protagonisti, ma non è questo il fulcro della narrazione. Le circostanze della vita hanno costretto i nostri protagonisti a crescere in fretta, è un libro con dei protagonisti maturi che si sacrificano e che riflettono nel momento in cui devono. Le emozioni sono pure, l'intensità che si avverte anche nel singolo bacio emoziona in un modo indescrivibile.
Questo libro narra sicuramente di amore, anzi non solo di uno e non solo di un tipo di amore, ma di tutte le sfaccettature dell'amore e molto di più. E' una storia di sopravvivenza, di coraggio, di destino, di sacrificio, di confessioni, di bugie, di amore e di guarigione. E' profondamente emozionante e veloce, volavo sulle sue pagine e non riuscivo a staccarmene.

Un'ultima cosa: il modo di fondere le arti della Hoover è fantastico. In Forse un giorno erano la scrittura e la musica e ora la scrittura e la pittura. 
Le scelte della Hoover sono sempre armoniose, azzeccate e create appositamente per i suoi libri. 
Nel libro sono inserite delle immagini che rappresentano pittoricamente i passi più importanti del libro. Che dire, se non ripetere che la ritengo un fottutissimo genio.
Mi rifiuto di farmi la domanda e di darvi una risposta, si dovrebbe decretare la Hoover patrimonio dell'umanità.



Link d'acquisto:


COLLEEN HOOVER

#1 Autore bestselling in New York Time di libri che fanno sentire bene. E male. Ma, per lo più bene.






BIBLIOGRAFIA (clicca sulla cover per leggere la recensione corrispondente):

Serie Slammed (ANTEPRIMA):
 

Serie Hopeless (ANTEPRIMA):
 

Serie Maybe (ANTEPRIMA):

Standalones:
  

EXTRA - Traduzioni di New Adult e Dintorni:
 

3 commenti:

  1. BELLISIME FAN ART, BELLISSIMA RECENSIONE....

    RispondiElimina
  2. Leggere un libro di quest'autrice non è una lettura comune. È un'esperienza che incontra molte dimensioni. Ti entra sotto pelle come nessun'altro. Recensione stupenda e immagini sublimi!

    RispondiElimina
  3. Caterina bellissima recensione, se nn avessi gia'letto il libro mi avresti invogliata. La Hoover e' poetica, magica, riesce sempre a incantare con i suoi capolavori. Ho iniziato a piangere dal prologo e le lacrime sono scese da sole alla fine, ma durante tutta la lettura del libro un'immensita' di emozioni. Lei e' grande, una delle mie autrici preferite

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...